Vai al contenuto
  • Iscriviti al forum

    Iscriviti al forum per usufruire di tutti i contenuti: la registrazione è gratuita!

AlexPA

Stampanti inquinanti(?)

Recommended Posts

Se non sbaglio è una cosa ricorrente... In realtà è un po' poco preciso e indeterminato... non si capisce cosa ha analizzato... quali materiali etc etc.
in generale non stampo abs e evito di stare troppo vicino alla stampa in corso se non nelle prime fasi

Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Esatto @Marcottt riporto un intervento mio del gennaio 2017 che credo sia tuttora valido in toto

 

che almeno da dei riferimenti di prima mano invece che essere un articolo che riporta quello che dice un altro articolo che riporta quello che dice un altro articolo che riporta quello  .........😁

e per chi se la cavasse con l'inglese questo è l'articolo originale dell Illinois Institute of Technology, http://pubs.acs.org/doi/pdf/10.1021/acs.est.5b04983

oppure questo per una versione non pdf

https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S1352231013005086

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, Marcottt dice:

Se non sbaglio è una cosa ricorrente... In realtà è un po' poco preciso e indeterminato... non si capisce cosa ha analizzato... quali materiali etc etc.
in generale non stampo abs e evito di stare troppo vicino alla stampa in corso se non nelle prime fasi

Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk
 

Capita a volte che la stampa generalista faccia degli articoli ad effetto, generalizzando in modo indiscriminato. Presumo che i vapori che diano più problemi siano quelli derivanti dai materiali di sintesi, su tutti l'ABS, ma dovrebbe bastare l'aerazione del locale per evitare problemi. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nel breve periodo, l'unica cosa che noto che mi fa male sono i vapori della lacca che spruzzo sul piatto. 

Dopo un po' che sento l'odore della lacca, mi viene mal di pancia con conseguente diarrea. 

Nel lungo periodo non possiamo escludere nulla. 

Il caso Eternit dovrebbe averci insegnato qualcosa.

Per precauzione io ho messo le stampanti in un locale semi-aperto e vado a dare un'occhiata ogni tanto con una sciarpa sul naso per evitare di sentire la lacca che mi fa stare male (in estate mi attrezzerò con una mascherina)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Urca... Ma che lacca usi? La classica S****or oppure altro?
Comunque ci sono altri metodi di adesione... Per esempio la colla stick (io uso lacca ma se ti crea questi problemi prova alternative) oppure mille altri modi

Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

riporto:

Cita

Come spiega questo articolo di Fastcompany, la ricerca ha già raggiunto alcuni risultati: 1) Non esiste stampante 3D che non emetta microparticelle. Nemmeno quelle più sicure e sigillate, cioè i modelli industriali dotati di ventilatori e filtri (che, anzi, aiutano ben poco). 2) Le componenti chimiche dei filamenti sono varie e cambiano da modello a modello, e nonostante siano in quantità molto ridotte, possono finire nell’aria anche con effetti significativi. 3) Più il modello produce calore e più è alto il rischio di rilasciare particelle in aria.

Guarda caso come le stampanti laser ed i fotocopiatori tanto per fare esempio, o gli scarichi delle auto...... Hanno già detto che il fumo delle sigarette fa male? Sicuramente, come tutti i processi industriali la produzione di scorie c'è (come la cenere lo può essere del "naturalissimo" fuoco) non credo sia cosi nociva a meno di personali tolleranze

  • Like 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
11 ore fa, Marcottt dice:

Urca... Ma che lacca usi? La classica S****or oppure altro?
Comunque ci sono altri metodi di adesione... Per esempio la colla stick (io uso lacca ma se ti crea questi problemi prova alternative) oppure mille altri modi

Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk
 

Si, uso quella lacca lì e ormai appena sento quel odore mi sento subito male. 

Non ho ancora provato con la colla perché dal punto di vista dei risultati per ora mi trovo bene con la lacca e ho paura che se cambio, poi il pezzo si stacca e succede un disastro. 

Comunque proverò la colla prima o poi

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

spero che di lavoro non fai il parrucchiere da donna.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


I servizi di Stampa 3D forum

Seleziona il servizio che stai cercando:



  • Contenuti simili

    • Da zotoeo
      Salve a tutti. Sto provando a stampare dei file stl da thingiverse con la stampante 3d prusa pro. Utilizzando il sistema operativo Mac os X High Sierra ho istallato CraftWare e Repetier Host.
       
      Dopo aver fatto lo Alice con CraftWare ed aver impostato tutti i settings temperatura compresa vado ad estrarre il g code.
       
      Apro il G code con Repetier Host e purtroppo ogni volta la temperatura del piatto e dell'estrusore non cambiano.
       
      Sono differenti anche dalle temperature standard impostate su Repetier Host.
      Vorrei quindi capire come e dove devo intervenire
       
      Vi ringrazio per l'aiuto
    • Da Davide87
      Ciao a tutti,
      Non voglio assolutamente creare allarmismi o fare una qualsivoglia pubblicità "negativa" alle stampanti, ma Google mi ha suggerito questo link e mi fa piacere condividerlo con voi, perchè la ricerca originale mi sembra fatta con rigore.
      Detto questo, potrebbe risultare utile in termini di consigli a chi magari non ci aveva ancora ragionato.
      In ultimo le stesse considerazioni possono poi ad esempio valere anche per i multifunzione, specialmente quelli da ufficio, che possono produrre grandi quantità di copie e di conseguenza maggiori emissioni, come altri aspetti che diamo magari per scontati, ma che alla lunga possono incidere sulla qualità dell'aria interna.
      https://notiziescientifiche.it/le-stampanti-3d-danneggiano-qualita-dellaria-interna/
    • Da I3D&MLab
      Salve a tutti sto provando a fare dei test per tarare a dovere la mia tronxy X5S ma mi sono accorto che mentre le temperature del bed sono estremamente costanti e corrispondenti ai valori del g-code, ció non si verifica con le temperature del nozzle. Ad esempio se la temperatura di stampa impostata per il nozzle é di 210 gradi, accade che dopo poco che parte la stampa si porta a 195 gradi per scendere anche a 190 gradi. Scorrendo il menú "Control" sul marlin ho visto che c'é la voce "autotemp" e avevo provato a metterla su "on" ma la temperatura continua ad essere differente da quanto impostato su g-code. Qualcun altro ha riscontrato lo stesso problema? C'é modo di sistemarlo?
      ecco lo screenshot dei valori che ho impostato in cui si vede che la temperatura dovrebbe andare a 195°C ma a fine stampa mentre invece ci va dopo poco che parte e scende anche fino a 190 gradi.
       
       

       
      Ps ho ad ora l'alimentatore stock da 360w a 12v, dite che puó essere una concausa?
    • Da Ivan2
      Buongiorno a tutti,
      sto sviluppando un'applicazione che verrà impiegata in ambiente esterno con temperature al di sotto dello zero (-10°C) che richiede le seguenti caratteristiche:
      Elevata Stabilità dimensionale Elevata resistenza di compressione Alta resistenza di trazione Media resistenza di flessione Elevata rigidità Elevata adesione tra layer Biocompatibilità Leggerezza Il modello ha un infil tra il 15 e il 25% in base alle zone, preti di 0.6mm, bottom a 2 strati e top a 3 strati. Viene stampato con una Creality CR10-S con un po' di upgrade, uggello da 0.6, layer iniziale 0.3 e successivi da 0.2. I modelli ottenuti vengono poi assemblati tra loro con resina epossidica e rinforzi di acciaio e carbonio.
      L'elemento viene posto a diverse sollecitazioni meccaniche e, tornando a situazione di riposo, non deve subire variazione geometriche, ho testato vari PLA con alto carico a rottura ma che subivano deformazioni; è preferibile quindi un materiale rigido che si rompa prima di deformarsi.
      Essendo il particolare relativamente "vuoto", i layer devono avere un'ottima adesione fra loro.
      Ho ottenuto ottimi risultati con HTPLA Matte fiber della Protopasta, rispetta tutte le caratteristiche che servono ed ha una densità misurata di 1.1g/cc. Ha però un'unica pecca...il prezzo. Il materiale viene venduto a 60€ in bobina da 500g su mega-3d!, comprando 5 bobine da 3kg non scendo sotto agli 80€/kg, starei quindi cercando un valido sostituto che rispecchi (o superi...) le caratteristiche del HTPLA MF ad un prezzo minore.
      Grazie in anticipo.
    • Da Hinokami
      Ho comprato una seconda stampante un po più grande della geeetech i3, che poi è sua sorella, un po come tutte le concept prusa cinesi. Ho ben guardato che fosse compatibile con la stampa in ABS perché il PLA e facile e tutto quanto ma ha i suoi limiti per gli utilizzi "meccanici" o di durata nel tempo. Guardando a destra sinistra poi apprendo che come materiale alternativo all'ABS,  che richiede una lavorazione che per una stampante casalinga è fastidiosa, c'è il PETG ma su alcune recensioni vedo che stampanti dichiarate compatibili con la stampa in ABS non lo sono invece col PETG (specifico, secondo l'autore della recensione). Qui sul forum mi pare che stampare in ABS o PETG sia praticamente la stessa cosa. Mi confermate o meno il mio dubbio?
  • Discussioni

  • Collaboratori più popolari

  • Chi sta navigando

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.