Vai al contenuto
  • Iscriviti al forum

    Iscriviti al forum per usufruire di tutti i contenuti: la registrazione è gratuita!

Recommended Posts

 

Buongiorno a tutti,

sto sviluppando un'applicazione che verrà impiegata in ambiente esterno con temperature al di sotto dello zero (-10°C) che richiede le seguenti caratteristiche:

  • Elevata Stabilità dimensionale
  • Elevata resistenza di compressione
  • Alta resistenza di trazione
  • Media resistenza di flessione
  • Elevata rigidità
  • Elevata adesione tra layer
  • Biocompatibilità
  • Leggerezza

Il modello ha un infil tra il 15 e il 25% in base alle zone, preti di 0.6mm, bottom a 2 strati e top a 3 strati. Viene stampato con una Creality CR10-S con un po' di upgrade, uggello da 0.6, layer iniziale 0.3 e successivi da 0.2. I modelli ottenuti vengono poi assemblati tra loro con resina epossidica e rinforzi di acciaio e carbonio.

L'elemento viene posto a diverse sollecitazioni meccaniche e, tornando a situazione di riposo, non deve subire variazione geometriche, ho testato vari PLA con alto carico a rottura ma che subivano deformazioni; è preferibile quindi un materiale rigido che si rompa prima di deformarsi.

Essendo il particolare relativamente "vuoto", i layer devono avere un'ottima adesione fra loro.

Ho ottenuto ottimi risultati con HTPLA Matte fiber della Protopasta, rispetta tutte le caratteristiche che servono ed ha una densità misurata di 1.1g/cc. Ha però un'unica pecca...il prezzo. Il materiale viene venduto a 60€ in bobina da 500g su mega-3d!, comprando 5 bobine da 3kg non scendo sotto agli 80€/kg, starei quindi cercando un valido sostituto che rispecchi (o superi...) le caratteristiche del HTPLA MF ad un prezzo minore.

Grazie in anticipo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao

io ti direi di provare il PET G con carica di Aramide della Nanovia. Costa anche meno del PLA ht caricato.

Altrimenti potresti provare il PP con carica GF o CF.

Non so se la tua è una stampante chiusa, in quanto potresti provare ABS con Aramide CF altro materiale veramente buono sempre Nanovia.

Se non li trovi avvisaci che ti giriamo il link del fornitore.

 

p.s. Questi materiali devastano gli ugelli standard.Noi usiamo gli Olsson Ruby oppure quelli al carburo di tungsteno, Tieni presente che maggiore è il diametro del foro minore sarà lusura oraria

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...



  • Contenuti simili

    • Da YoungNM
      Buongiorno a tutti , ho problemi con la stampante , sembra che i layer non si attaccano tra di loro , ho provato a cambiare filamento ma mi dà gli stessi risultati , non posso fare neanche i test per guardare cosa va storto perché ogni stampa risulta così ... Non so cosa fare. Grazie in anticipo 
      Stampante: geeetech prusa i3 pro w
      Materiale : pla e pla + 



    • Da BMaker
      Sono alla ricerca di più informazioni possibili sui filamenti idonei al contatto alimentare:
      certificazioni necessarie componenti chimiche eventuali accortezze nel processo di produzione/estrusione accortezze nello sviluppo Qualcuno ha esperienze?
    • Da marcottt
      Buongiorno a tutti, 
      volevo promuovere un gruppo Facebook nato recentemente (27 maggio 2019) ma già composto da più di 100 utenti, dedicato agli amanti dei prodotti Sunlu,
      In questo gruppo è possibile scambiare opinioni, consigli e pubblicare foto delle vostre stampe, il gruppo è chiuso (quindi bisogna richiedere l'ingresso) e mi sembra molto meglio di quello che normalmente si trova su FB, commenti precisi, molte informazioni senza inutile chiasso e foto di altri appassionati della stampa 3d, utili in generale ma anche per valutare i colori specifici di questa marca.
       
      Faccio anche presente che saranno disponibili premi e promozioni relativi ai prodotti Sunlu, principalmente materiali di stampa ma occasionalmente anche altro.
      Il gruppo lo potete trovare al seguente link:
      https://www.facebook.com/groups/1422895551299126/2362929823962356/?comment_id=2363012123954126&notif_id=1559045545277884&notif_t=group_comment_reply

      Vi invito a dare un'occhiata.

      Marco
       
    • Da Hinokami
      Cercavo un PLA economico per le cavolate, io stampo molto "accessori" tipo case per arduino, Raspberry, utensili o comunque accessori che hanno un utilizzo meccanico, non oggetti da esposizione, quindi per quello volevo indirizzarmi sul PETG e lasciare la "cavolatine" o oggetti semplici al PLA che esteticamente rende meglio del PETG.
      Finora usavo PLA VERBATIM che è costoso, quindi leggendo le recensioni de sto TIANSE, che costa quasi la metà, mi sono convinto a comprarlo, ben sapendo che non può essere uguale, a sentire "gli altri" però sembra il santo graal.
      Lo sto stampando da 2 settimane e devo dire che più il graal e il vaso di pandora 😐.
      Le "prestazioni" di stampa sono inferiori e lo posso accettare ( da 50/60 il verbatim a 40 il tianse, jerk da 20 a 10 e meno) ma lo scoglio maggiore è l'adesione, sia al piatto di stampa che tra i layer.
      Un esempio, STL da thingivere.

      Stampa dopo 17 ore, che sia riuscita è riuscita, appena l'ho sottoposta ad un po di sforzo il risultato lo potete vedere.

      Stessa cosa con altri test di stampa che ho verificato dopo, tipo i test wobble, che hanno una base ed un poligono vuoto per svariate altezze, sforzandoli, poco, mica un esagerazione, la base si stacca dal poligono. Temperatura 205, ora sto provando ad alzarla magari migliora, ma a temperature piu alte comincia a filare.
      Vostre esperienze?
       
       
    • Da I3D&MLab
      Salve a tutti sto provando a fare dei test per tarare a dovere la mia tronxy X5S ma mi sono accorto che mentre le temperature del bed sono estremamente costanti e corrispondenti ai valori del g-code, ció non si verifica con le temperature del nozzle. Ad esempio se la temperatura di stampa impostata per il nozzle é di 210 gradi, accade che dopo poco che parte la stampa si porta a 195 gradi per scendere anche a 190 gradi. Scorrendo il menú "Control" sul marlin ho visto che c'é la voce "autotemp" e avevo provato a metterla su "on" ma la temperatura continua ad essere differente da quanto impostato su g-code. Qualcun altro ha riscontrato lo stesso problema? C'é modo di sistemarlo?
      ecco lo screenshot dei valori che ho impostato in cui si vede che la temperatura dovrebbe andare a 195°C ma a fine stampa mentre invece ci va dopo poco che parte e scende anche fino a 190 gradi.
       
       

       
      Ps ho ad ora l'alimentatore stock da 360w a 12v, dite che puó essere una concausa?
  • Discussioni

  • Collaboratori più popolari

  • Chi sta navigando

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.