Vai al contenuto
  • Iscriviti al forum

    Iscriviti al forum per usufruire di tutti i contenuti: la registrazione è gratuita!

albemasci

Da A8 ad AM8: Scocca in alluminio per Anet A8

Recommended Posts

Ciao a tutti!

Apro questo post per presentarvi un progetto di pheneeny, un utente Thingiverse, che ha progettato una scocca con estrusioni di alluminio 2040 per eliminare il maggior difetto della Anet A8: la scocca in acrilico. Questo è il link.

Pur essendo neofita, ed avendo poca esperienza in ambito di stampa 3d, ho voluto provare a cimentarmi in questo progetto più per il divertimento e la soddisfazione che provo nello "smanettare" con queste cose che non per realizzare una stampante fai-da-te il cui rapporto qualità prezzo fosse realmente vantaggioso.

Realizzare questo progetto è comunque relativamente economico, Pheneeny dichiara 53,20$ nel BOM, ma io ho speso circa il doppio, avendo scelto bulloneria in acciaio inox e acquistato materiale di fattura europea e proveniente dall'europa per evitare attese epocali e avere una buona qualità dei materiali. Tutto europeo tranne i dadi a martello con cui ho voluto sostituire quelli quadrati, per comodità e per avere ancora maggiore stabilità: avrei speso qualcosa come 90€ solo di dadi (60 centesimi l'uno!) acquistando non cinese, per me sono impazziti.. :unamused:

Li ho presi su banggood da un magazzino europeo (arrivati in 7 giorni) a meno di 15€: decisamente più ragionevole, e nel montaggio (circa 120 dadi) non ne ho trovato neanche uno difettato!

Il montaggio ha richiesto diverso tempo, ma è stato relativamente semplice anche per me che non ho grande esperienza. Inoltre, dopo aver realizzato la parte meccanica e ripristinato i collegamenti come erano prima, non è necessario modificare in alcun modo il firmware! Gli unici rallentamenti in cui sono incappato sono stati il cavo del monitor troppo corto per arrivare alla scheda madre (ne ho trovato uno in un negozio di elettronica locale, me la sono cavata con 5€, ma si trova facilmente online), e le viti sotto il piano di stampa da dover appena scorciare.

Con qualche piccolo lavoro di trapano sono anche riuscito a installare la catena per gli assi x e y.

Inoltre, al posto della puleggia di rimando del motore Y, ho installato un secondo motore in parallelo, stampando semplicemente un supporto per il motore dell'asse Y speculare al file originale.

Questo è il risultato!

20170722_185922.thumb.jpg.303f93f47c8e3961fadbdf2d50804b11.jpg

(non fate caso ai geroglifici sullo schermo, me lo fa a volte quando stampo da SD e dimentico di scollegare dal pc la stampante! :sweat_smile:)

Ci sono dei difetti (come l'angolo superiore dell'asse z di destra che ho dimenticato di stampare in maniera speculare, e quindi è "sottosopra" rispetto al sinistro, cosa che per fortuna non compromette più di tanto la funzionalità, oppure la scatolina del monitor che aveva misure un po' troppo precise rendendo i tasti non premibili, e che per sistemare mi sono lasciato prendere un po' troppo la mano con la fresa :mrgreen:), ma la stampante è già autosufficiente per stamparsi le riparazioni! Per il resto, devo dire che è estremamente più solida e rigida rispetto a prima: è possibile sollevarla dall'estrusione superiore senza far muovere alcuna parte di un millimetro!

Adesso sto provando a stampare la mia prima benchy.. vi farò sapere le mie personali impressioni (quelle di un neofita), e vi dirò anche se credo valga la pena per i possessori di Anet A8 di investire in questo upgrade!

Buone stampe a tutti,

Albe.

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao a tutti,

Mi scuso per non avervi più dato notizie, ma fra le ferie e altro, alla fine me ne sono dimenticato!

Dopo aver sostituito il secondo motore dell'asse Y con la puleggia di rimando (probabilmente la scheda madre originale non riusciva ad alimentare adeguatamente entrambi, e a volte perdevano degli step), posso dirmi ESTREMAMENTE soddisfatto del cambiamento.

Lo Z wobble è completamente sparito, la struttura è solidissima e sono riuscito a stampare senza problemi oggetti alti.

Si trovano moltissimi progetti su thingiverse per le estrusioni 2040 e 2020, che permettono di modificare ulteriormente la stampante: ad esempio, io ho installato un portafilamento sopra all'alimentatore, che mi permette di cambiare bobina rapidamente e mi fa risparmiare spazio sul piano su cui è appoggiata la stampante.

Si trovano anche moltissimi altri upgrade che permettono di cambiare la scheda madre o di installare un alimentatore maggiorato.

Mi è stato possibile installare un piatto da 275x220, aumentando di molto il volume di stampa; inoltre, modificando la lunghezza delle estrusioni in alluminio ed acquistando nuove barre, sono abbastanza sicuro che sarebbe possibile stampare anche con un piatto da 300x300.

In definitiva, a mio modestissimo parere, è una modifica validissima!

Appena riesco mando qualche foto!

Albe.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Ciao! Ottimo lavoro complimenti. molto bella e sembra anche solida.

Ma alla fine rimane qualcosa della vecchia Anet? o è meglio costruirsela da zero? :blush:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Leouz,

Grazie! =)

credo che se dovessi costruirmi da zero una stampante con le esperienze fatte, opterei per altri modelli, come Cubetrix, QUESTO.

Però è anche vero che molte persone, come ho fatto io, partono da stampanti più economiche, come A8, che hanno il vantaggio di essere molto diffuse e quindi avere potenzialmente più supporto.

Il poco che ho imparato in ambito di stampa 3d lo ho fatto grazie alla pratica con la mia A8, non so se tutti, senza esperienza, sarebbero in grado di costruire da zero modelli sicuramente migliori degli "starter kit" come A8, ma che hanno meno supporto online. Io probabilmente non lo sarei stato!

Della vecchia anet resta poco, ma dato il costo relativamente piccolo delle modifiche, si potrebbe pensare di fare esperienza con la Anet originale per poi migliorarla piano piano, come sto facendo io. Un modo per avvicinarsi alla stampa 3D sicuramente non efficientissimo economicamente, ma fattibile e divertente! =D

Quindi per risponderti: non credo convenga costruirsela da zero, perché esistono modelli che credo siano superiori! Penso che però convenga fare l'upgrade una volta padroneggiata la A8, a meno che non si desideri passare direttamente a tecnologie di stampa diverse (tipo CoreXY).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...



  • Contenuti simili

    • Da sibelius
      Salve a tutti, posto i nuovi settaggi che ho modificato per cercare di accorciare ulteriormente i tempi di attesa.
      Sto stampando la testa del dinosauro t-rex solo il pezzo senza la maschella, la stampante va come un razzo (40% di stampa eseguita in 30 minuti) e la finitura mi sembra piu che accettabile.
      La buona calibrazione del piatto qui e' fondamentale come il buon tiraggio delle cinghie.
       
      slic3rPLA_veloce_2.ini
    • Da Max1
      Salve a tutti, innanzi tutto un augurio a tutti di un buon anno, ora, spero di risolvere un problema con la mia Anet A8 v.1.5. Il problema si è verificato dopo la procedura di installazione del firmware per Anet A8 Marlin 1.1.9, la scheda non ha bisogno di bootloader quindi è andato tutto bene collegandola via usb. Il problema è che sul display gli assi X Y Z danno valore 000 alternato a 3 punti interrogativi ???, praticamente la scheda non capisce dove si trovano ugello e bed. Qualcuno puo' aiutarmi nella configurazione del "Configuration.h" per far capire finalmente alla stampante dove sono posizionati ugello e bed? Premetto che l'homing avviene perfettamente e si posiziona in modo giusto, gliassi li posso comandare a piacimento, tutto ok tranne il fatto del lampeggio da 0 a ? specificato sopra. Grazie a chi puo' darmi un aiuto


    • Da Nasosan
      Salve, volevo mettere le cinghie chiuse così da evitare problemi di tensione e altro.. ma che misura devo prendere? 
      Grazie
      Ps ho chiesto alla anet direttamente e mi hanno detto 1,7mt aperta... Nonostante gli abbia mandato link dove era presente una cinghia chiusa....
    • Da Nasosan
      salve, 
      ho preso la seconda stampante, dopo una cr10s una anet a8..
      problema..
      non mi attacca il filamento sul piatto.. ho messo colla, ho messo il nastro blu 3m.. ma nulla.. sembra che estruda troppo filamento..
      consigli?
      con la cr10s con lo stesso filamento non ho problemi di attacco del primo strato..
       
      ps
      dimenticavo.. ho impostato i gcode iniziale e finale in curo come da video trovati su youtube.. e lo stesso vale per le velocità.. ho impostato 50 come velocità normale, quindi poi per le altre sono ridotte...
      per gli spostamenti invece 70
      come consigliato sui video che ho trovato..


    • Da Edoardo C.
      Vuoi controllare la tua stampante 3D senza magari spostarti da una stanza all'altra? Oppure ti piacerebbe monitorare la sessione di stampa anche da fuori casa? Un'ottima soluzione è OctoPrint, un'interfaccia web integrata nell'OS OctoPi ospitato su una Raspberry Pi. 
      Talvolta per motivi logistici o di rumore emesso si è costretti a tenere la stampante 3D in un'altra stanza della casa/studio magari diversa da quella dove vi è il pc, costringendo quindi l'utente a raggiungerla ogni volta che è richiesto l'intervento manuale. Grazie ad una Raspberry Pi installata in prossimità della stampante e collegata a questa è possibile sfruttare OctoPrint per inviare comandi GCODE, visualizzare tramite una webcam l'andamento della stampa, effettuare lo slice di modelli e tanto altro! 
      E' anche un modo per uscire di casa con una stampa in corso senza aver paura di tornare dopo ore e trovarsi una stampa andata! Questo perché è possibile connettersi da remoto da una rete esterna e controllare dalla webcam il corretto andamento e bloccarla se succede un'imprevisto.
      Per poter seguire questo tutorial avrai bisogno di:
      Raspberry Pi ( consigliata Model 3B+ per via delle performance WIFI ) Raspberry Pi Camera ( o webcam USB generica ) Supporto stampabile per installare RPi alla macchina (opzionale) OctoPi /w OctoPrint In calce trovi il video tutorial., rimango a disposizione per qualsiasi domanda, buona visione! 😊
       
  • Discussioni

  • Collaboratori più popolari

  • Chi sta navigando

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.