Vai al contenuto
  • Iscriviti al forum

    Iscriviti al forum per usufruire di tutti i contenuti: la registrazione è gratuita!

Carlo Macchiavello

Riflessioni e domanda perchè fare upgrade subito

Recommended Posts

Buongiorno a tutti,
scegliendo per una nuova stampante sto notando una curiosa tendenza, sia qui che in gruppi vari italiani e internazionali, che ammetto non capire, e quindi chiedo più numi e spiegazioni.
Vedo che il prezzo medio di una stampante 3d è sceso notevolmente, quando ho iniziato nel 2014 sotto i 7-800 euro una cartesiana decente si smontava da sola dopo qualche decina di stampe, ed evitavo i kit di montaggio sia perchè non ho una grande propensione per elettronica e montaggio, sia perchè preferivo un prodotto finito e testato.

Oggi nei suggerimenti vedo spesso che le persone hanno un budget X, e spesso vengono suggerite stampanti in budget, ma con tot modifiche che faranno salire spesso in modo notevole il prezzo fino a spendere molto di più che acquistare una stampante di livello superiore, e col risultato di avere un frankestein che potrebbe avere più problemi dovuti alla modifica di struttura, differente firmware etc dalla progettazione iniziale.

Mi spiegate il senso di comprare una cosa già con l'idea di spendere un 30% in più di modifiche quando con quel 30% in più si avrebbe già spesso una macchina di livello superiore?
io nasco come maker nel senso che prima creavo con le mani, stampi, controstampi, colate, etc, poi sono passato al 3d, e con le frese e le stampanti 3d è possibile riportare nel mondo reale, ma il mio obiettivo è creare oggetti, non gli strumenti per crearli e quindi voglio avere meno rogne possibili dagli strumenti che uso.
Quale è il vostro punto di vista? Siete più interessati a creare e moddare la macchina o a creare oggetti con essa?
sono curioso (è uno dei miei più grandi difetti/pregi).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Carlo Macchiavello dice:

col risultato di avere un frankestein che potrebbe avere più problemi dovuti alla modifica di struttura, differente firmware etc dalla progettazione iniziale.

una stampante che ha piu' problemi di quelli iniziali è quello che accade nel 90% dei casi infatti spessissimo si ha l'abbandono della macchina stessa (a causa della moltitudine di problemi auto-creati)dopo nemmeno 10 ore di stampa esattamente come avviene nel modellismo dinamico...dei 1000 modellisti che comprano kit solo una decina poi li usano veramente gli altri ci smanettano un po' e poi buttano tutto nel dimenticatoio...

 

1 ora fa, Carlo Macchiavello dice:

Oggi nei suggerimenti vedo spesso che le persone hanno un budget X, e spesso vengono suggerite stampanti in budget, ma con tot modifiche che faranno salire spesso in modo notevole il prezzo

senza offesa per nessuno, questo succede perche' la gente è ignorante in materia...tanti credono che la stampante 3d debba essere rigida come una cnc, raffredata come un rettore nucleare e con la stessa elettronica che si userebbe in una missione spaziale quando in realta' basta poco piu' di quello che viene fornito con il kit cinese da 200 euro...

personalmente con i kit di oggi bastano 50 euro di modifiche per rendere il prodotto sufficientemente affidabile e sicuro.

un alimentatore idoneo e che non ti manda a fuoco casa, un mosfet esterno (perche' se si rompe l'integrato il 95% degli utenti non sa cambiarlo) e qualche ritocco meccanico qua' e la' per migliorare l'affidabilita' (non le prestazioni)...tutto il resto è superfluo....

1 ora fa, Carlo Macchiavello dice:

Mi spiegate il senso di comprare una cosa già con l'idea di spendere un 30% in più di modifiche quando con quel 30% in più si avrebbe già spesso una macchina di livello superiore?

su questo non sono d'accordo,tra un kit cinese da 200 euro ed uno da 500 o anche 1000 niente cambia...se voglio fare un netto salto di qualita' nella macchina devo spendere 2000€ e passare ad una brand

 

1 ora fa, Carlo Macchiavello dice:

Quale è il vostro punto di vista? Siete più interessati a creare e moddare la macchina o a creare oggetti con essa?

80% di chi compra la stampante 3d non la usera' mai o la usera' molto poco, la volta che decide di usarla riscontra un problema,abbandona l'idea di "stampare" ed il divertimento è ripararla....poi succede il frankestein...piu' problemi di prima...abbandono della macchina....

 

  • Like 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

faccio il mio caso...premetto che sono un disegnatore CAD (ormai da anni) ed attualmente sono un ricarcatore in università (la mia ricerca e su stampanti 3d a polvere di metallo).. all'inizio mi piaceva l'idea di poter disegnare e stamparmi il pezzo da me disegnato...quindi ho comprato una stampante usata a 100 euro (alfawise U10 con volume di stampa 40x40x50, diciamo una bestia)...ho fatto degli upgrade "forzati" per poter stampare TPU con supporto solubile per questioni lavorative....totale degli upgrade (scheda, driver, qualche pannello isolante per il piatto, mosfet esterno, ventole per raffreddare alimentatore e scheda) totale 120 euro di upgrade, quindi credo che con 220 euro mi sono fatto un stampante che può tenere testa a molte stampanti preassemblate (anche di 1000 euro e passa)...e poi attualmente le stampanti lowcost da 200-300 euro sono diventato molto competitive...quindi per rispondere alla tua domanda credo che sia per entrambe le questione, sia per "moddare" la stampante che per realizzare...ovviamente quando si inizia con le modifiche "inutili" (perchè ci sono le modifiche inutili) si è alla ricerca di quella perfezione e correzione di microdifetti che sono intrinseci delle stampanti FDM (in questo caso) però noi ci proviamo lo stesso pur sapendolo...

  • Like 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

Cita

Mi spiegate il senso di comprare una cosa già con l'idea di spendere un 30% in più di modifiche quando con quel 30% in più si avrebbe già spesso una macchina di livello superiore?
io nasco come maker nel senso che prima creavo con le mani, stampi, controstampi, colate, etc, poi sono passato al 3d, e con le frese e le stampanti 3d è possibile riportare nel mondo reale, ma il mio obiettivo è creare oggetti, non gli strumenti per crearli e quindi voglio avere meno rogne possibili dagli strumenti che uso.
Quale è il vostro punto di vista? Siete più interessati a creare e moddare la macchina o a creare oggetti con essa?
sono curioso (è uno dei miei più grandi difetti/pregi).

E' un discorso abbastanza complesso. Personalmente sono il primo a dire di aver fatto tanti upgrade, sicuramente molti inutili oppure fini a se stessi. Ad alcuni amici che mi chiedono a cosa serve una stampante 3D io rispondo con una battuta, che però - almeno per me - nasconde un fondo di verità: "a stampare pezzi di upgrade per stampanti 3D!". 
A me piace sperimentare. Con la sperimentazione (che comporta una certa percentuale di fallimenti) apprendo. I soldi che tu vedi "buttati" o che avrei fatto meglio a spendere in stampanti di ordine superiore, io li vedo come una sorta di corso accelerato in tutte quelle competenze trasversali (molte) che la stampante richiede: un minimo informatiche, meccaniche, elettroniche, oltre all'inevitabile incontro prima o poi con la progettazione e modellazione 3D.

Non ho problemi a dirti che per me la stampante è stata per me una sorta di LEGO Technics o Meccano per adulti. Entro certi limiti (perché quando mi incarto è frustrante), è divertente per il sottoscritto sperimentare. Non è un caso che di stampanti 3D ne ho più di una: una l'ho tenuta sostanzialmente stock, l'altra l'ho completamente smontata e rifatta da zero. Ti dico pure tranquillamente che in questi 2-3 anni in cui l'ho trasformata avrei speso meno a prendere direttamente una Prusa MK3S, ma sicuramente ne saprei molto, moltissimo meno di adesso.
Se a te non interessa smanettare, fai benissimo a spendere qualche soldo in più e prenderti una Prusa o altra macchina il più possibile "user friendly". In sintesi, non tutti hanno le stesse aspettative dalla stampa 3D. Per me la modifica / autocostruzione della stampante è parte integrante del divertimento e del processo di apprendimento.

NB
Aggiungo che io non sono affatto un sostenitore degli "upgrade subito", anche perché un conto è se a farli è uno con 40anni pregressi di elettrotecnica e meccanica applicata, un altro e se li fa uno che ha un passato da ragioniere. Io sono rimasto stock per un bel po' con la mia Anet A6. Apprese le basi, mi sono lanciato nel "modding". 

  • Like 5

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Più o meno mi sembra che il discorso in generale sia considerare la stampante una "base" da adattare alle proprie abitudini.
Io ho modificato la mia per fare dual material perchè volevo stampare una serie di scritte.
Il mosfet esterno perché è ovvio (e mi sembra stupido che non sia di serie). Un monitor della tensione perché presumo di poter percepire eventuali problemi in variazione di tensione.
Una ventola diversa perché l'originale era diventata rumorosa..... In estate sposterò i due estrsusori in modo da avere un percorso esclusivamente verticale (ho una delta) e porre il materiale sopra la stampante per ridurre ingombro.
Diciamo che se hai una stampante 3d sei uno che vede un problema (o solo una cosa che ti sembra migliorabile) e la devi risolvere..... Se non sei fatto così o stampi statuine oppure hai sbagliato a comprarla (secondo me).

Inviato dal mio tablet utilizzando Tapatalk

  • Like 5

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho preso la stampante per puro divertimento hobbistico. A distanza di un anno mi ritrovo ad aver fatto qualche piccolo ritocco (miglioria per me) ad essermi inventato come elettricista per qualche piccola riparazione e per me che sono sempre stato in mezzo ai disegni è stata una grande soddisfazione trovare e riparare il guasto.

Volevo stampare il modello di un sommergibile... sono riuscito a fare lo scafo e ho dovuto accantonare tutto perché adesso con la mia stampantina faccio prototipi per il lavoro (grande soddisfazione)

Ti posso assicurare che disegnare qualcosa (qualsiasi) e poi stamparla è una grande soddisfazione, e pure fare qualche modifica tanto la faresti anche su una macchina di fascia superiore. Anche questo è motivo d'orgoglio.

  • Like 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

per dirla tutta qui si potrebbe fare una sintesi o bignami delle due risposte di @invernomuto e di @marcottt il divertimento ,oltre a fare sommergibili statuine maniglie di porte vibratori (gli ultimi  giuro che non li ho mai fatti almeno per me 🤣) dicevo il divertimento sta non nel creare un frankestin (lupo ululà castello ululì) ma nel migliorare la creatura cercando di imparare qualcosa un po per hobby un per noia un po per curiosità un po per passione e ancora curiosità 

alla fine della giostra potevo spendere 2000 euro per una brand certo pero 

1 per quel poco che ci faccio e per divertimento sarebbero buttati

2 ogni pezzo rotto o riconfigurazione firmware o software dovrei tirar fuori 80 euro di chiamata e i soldi del pezzo rotto e minimo 200 euro al tecnico per farla riparare e nemmeno spiegarmi come non romperla nei minuti successivi (un po come quelli che si pagano quelli che si fanno sanificare il condizionatore da quelli che con le bombolette e li pagano pure )

3 si alla fine avremmo mostri brutti belli storti dritti ecc ecc pero cazzo l ho fatto io e la conosco io vuoi mettere 😉 

come detto sopra da frigorista sono diventato fabbro poi tornitore di profili di alluminio poi elettronico poi programmatore ..ops volevo dire smanettone di software  (senza offesa hai programmatori ahahha ma solo nel mio piccolo) ecc ecc

secondo me è una domanda posta male o almeno che non si dovrebbe fare ma non per qualcosa di male ma solo per un motivo:

allora chi compra una moto da 20.000 euro e la customizza?va gia veloce ed è bella cosi di suo appena uscita dalla fabbrica

allora chi compra una macchina e si cambia le pasticche da solo?ci sono i meccanici perche non pagarli?

e chi si pittura casa da solo ?ci sono i pittori perche non pagarli

e via cosi all infinito 

  • Like 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@Carlo Macchiavello la mia esperienza:

Un anno fa ho comprato la mia ender 3, sapendo che era la stampante più utilizzata e più versatile, l'ho comprata perchè sapevo che averi fatto degli upgrade, il mio parere è che tutti dovrebbero comprare una stampante cheap per prima, ti serve a capire come funziona una stampante, quali sono i suoi limiti, risolvere i problemi meccanici aggirandoli o riparando la stampante stessa, è come quando impari a guidare e compri la prima macchina, mica compri una super auto giusto? compri una macchina che anche se la righi o l'ammacchi non importa ( o quasi) ti serve per fare esperienza.

Tu sei più avanti, avendo la tua stampante mi sono accorto che queste cose le hai già passate, conosci bene o abbastanza bene la meccanica e l'elettronica di una stampante, ti conviene orientarti su una stampante già fatta e finita, magari una Sharebot.

Chiediti cosa vuoi dalla stampa 3D, divertirti a riparare i problemi, stampare pezzi dimensionalmente perfetti ogni volta, pezzi super definiti, il costo e il tempo che hai a disposizione; da quanto mi è parso di capire tu sei un artista, io mi orienterei su una stampate a resina, hai più rogne per quanto riguarda il post processing questo è vero ma hai una resa finale ineguagliabile per una stampante FDM.

 

  • Like 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cita

è come quando impari a guidare e compri la prima macchina, mica compri una super auto giusto? compri una macchina che anche se la righi o l'ammacchi non importa ( o quasi) ti serve per fare esperienza.

mentre leggevo seguendo il filo del tuo discorso giustissimo per altro però per un attimo ho temuto che continuavi cosi :

"è come quando impari a guidare e compri la prima macchina,mica la compri gia montata ,ma la compri a pezzi cosi mentre la monti  impari i pregi e i difetti e conosci i suoi limiti"

ahhaahhhahah 🤣

  • Haha 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
16 ore fa, Shini3D dice:

Chiediti cosa vuoi dalla stampa 3D, divertirti a riparare i problemi, stampare pezzi dimensionalmente perfetti ogni volta, pezzi super definiti, il costo e il tempo che hai a disposizione; da quanto mi è parso di capire tu sei un artista, io mi orienterei su una stampate a resina, hai più rogne per quanto riguarda il post processing questo è vero ma hai una resa finale ineguagliabile per una stampante FDM.

Io lo sospettavo e ne ho la conferma: una resina ha un post processing che, per usare un francesismo, è una gran rottura di coglioni. Pure con le resine lavabili in acqua (che poi se le lavi in alcool vengono meglio...).
Poi non metto in dubbio la tecnologia, ma rileggi bene la parte sottolineata 10 volte prima di comprarne una.

  • Like 5

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, invernomuto dice:

Io lo sospettavo e ne ho la conferma: una resina ha un post processing che, per usare un francesismo, è una gran rottura di coglioni. Pure con le resine lavabili in acqua (che poi se le lavi in alcool vengono meglio...).
Poi non metto in dubbio la tecnologia, ma rileggi bene la parte sottolineata 10 volte prima di comprarne una.

Pienamente d'accordo, bisogna certamente vedere l'uso che uno ne fa, se con la fdm stampi tutti i giorni e vuoi fare lo stesso con la resina fai prima a scolpirteli a mano 😅 se stampi una volta a settimana  puoi anche pensare di fare tutto quel casino stile laboratorio di metanfetamina

 

  • Haha 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

risposta lunga, intanto grazie a tutti quelli che mi avete risposto, mi avete dato un po' di spunti varii 😄


faccio 3d dal 91, quando per ottenere determinati risultati dovevi scriverti da solo gli shader, l'ho fatto perchè dovevo farlo, non perchè volevo farlo.
Io nasco come artista tradizionale con la creta, stampi e controstampi e iniezioni di resine, schiume etc, e mi affacciai al 3d perchè vedevo li il futuro.
Agli inizi del 2000 lavoravo in una azienda che faceva prototipazione con le frese a controllo numerico, allora decisamente costose (intorno ai 50k), e poi dovevi rifinire a mano perchè comunque le finiture su plexiglass scavato non erano da lucidatura perfetta (facevamo prototipi di flaconi di profumo di lusso). Quindi lavorazione manuale, colorazione ad aerografo e finiture tutte manuali.

Negli ultimi 6-7 anni si stanno chiudendo i cerchi per tornare dal 3d nel mondo reale a cifre alla portata di tutti e come ho fatto nel mondo del software ho rotto i coglioni agli sviluppatori per poter fare meno il tecnico e tornare a fare l'artista, da qui il motivo delle mie domande e della mia curiosità.

😛

@FoNzY ho già fatto esperienze di montaggio smontaggio e ho qualche centinaio di ore di stampa con una stampante vecchia, che avendo problemi, ho cercato di migliorare ma ho trovato intoppi per la mia ignoranza, che non volevo più colmare (su quella macchina) perchè perdevo più tempo a metter a posto la macchina che stampare i miei oggetti.

 come shiny3d ha visto (gli ho regalato la mia vecchia stampante), non significa che se devo non mi ci metta, ma se posso evitarlo.. anche perchè non nascendo come tecnico elettronico, posso cercare, leggere tanti manuali e studiare, ma... se posso evitarlo... ho una lista di cose che invece voglio imparare in tanti altri ambiti che non mi basteranno tre vite 😛 

Infatti lper scegliere cosa prendere come macchina nuova, e leggendo in giro mi è sorta la curiosità di questo trend, ed essendo una persona a cui piace chiacchierare e capire le scelte degli altri ho posto la domanda. Mi piace capire come pensano gli altri, lo trovo un modo utile per imparare da tutti, da diversi modi di pensare.

Non ho il budget per prendermi una Zortrax. Ma se fosse andrei in quella direzione per l'assistenza.
Come dico spesso, ad ognuno il suo lavoro, e pur avendolo dovuto fare, e dovendolo fare in tanti miei lavori, non voglio fare il tecnico, quindi cerco di restare lontano da ciò che oltre a non competermi, non voglio fare, lo farei male.
@jagger75 (complimenti per l'avatar), se vai di stampante brand da 2000euro prima che si rompa ce ne vuole, ho diversi amici che hanno le zortrax in azione, uno in particolare che stampata da quasi tre anni, tutti i giorni, e tranne la manutenzione ordinaria zero problemi banali.
Il prezzo sul brand giusto vuol dire anche affidabilità, che però non posso permettermi 😞


@Shini3D
Su quelle a resina, di recente ho fatto le prove su una mars e una anycubic da chi mi ha introdotto alla stampa 3d anni fa. Abbiamo stampato delle cose insieme spiegandomi come fare, ma...
no grazie, non è da uso casalingo per me, lui ha una stanza di casa dedicata a quello, io devo ritagliarmi gli spazi, e non posso metter su il laboratorio (non che non vorrei :-P)

A parte la qualità migliore per me si hanno una serie di contro non trascurabili, dalla resina che ha possibili danni alla salute se mal gestita, allo smaltimento del materiale speciale (anche quelle lavabili in acqua), perchè i residui non si potrebbero scaricare in water o altro, e anche pulendo con carta, poi essendo elemento speciale non si butta nel secco, ma va smaltito, ai problemi di sunction, adesione, fissaggio, la durata delle resine se non ben fissate, il tipo di "manutenzione" sia della stampante che della stampa 3d.
Ripeto, per me, per il mio modo di pensare e/o per le mie esigenze, che poi per ognuno sono differenti, ovviamente.

@marcottt "Diciamo che se hai una stampante 3d sei uno che vede un problema (o solo una cosa che ti sembra migliorabile) e la devi risolvere..... Se non sei fatto così o stampi statuine oppure hai sbagliato a comprarla (secondo me)."
tra virgolette si, stampo statuine (sono un ex sculture), ingranaggi per le cineprese, mod di altri ambiti dove c'è la mia passione, per questo trovo meno interesse a modificare la stampante, e trovo più interessante trovarne una che anche se mi costa 150-200 euro in più è già a posto per quello che devo fare, perchè il mio obiettivo è la stampa 3d e non la stampante 3d, che penso sia una buona parte degli obiettivi di chi si avvicina alla stampa 3d.
quanto a chi ha una stampante 3d...
ho un amico che stampa pezzi di ricambio per il tutore del figlio disabile, perchè lui è bravo a progettare in 3d e viviamo in una nazione dove il pezzo di ricambio di plastica da 20 centesimi non lo vendono, ma la asl ti cambia tutta la sedia a rotelle, peccato che devi prima restituire la vecchia e dopo qualche mese ti daranno la nuova, con tutti i disagi del caso. Un altro amico fa strutture per droni autocostruiti. Un altro ancora usa la stampante 3d per fare props per teatro e cinema. Una amica progetta fermagli, un'altra stampa i prototipi per verificare prima di far produrre le sorpresine della ferrero che siano sicure e che non otturino la gola artificiale (test per chi produce giocattoli), un amico produce tappi custom per moto, li stampa in 3d, fa stampo, colata in materiale adatto e via... vedi non conosco nessuno che le modifichi, ma tutti che le usano  cosi come sono 😛

Il tuo "sei uno che vede un problema (o solo una cosa che ti sembra migliorabile) e la devi risolvere..... (secondo me)" è perfetto con (il secondo me).

Dipende da chi sei, se sei un ingegnere o un tecnico di nascita è ovvio che vorrai migliorare lo strumento, è stata la tua scelta di vita, e ti/vi ammiro perchè è grazie a voi che posso usare questi strumenti, io non li avrei mai creati; se invece sei un utilizzatore, vuoi che gli strumenti che creano i tuoi oggetti funzionino e bon, perchè il tuo obiettivo è l'oggetto stampato, non lo strumento per stamparlo.
E' sempre una questione di punti di vista, io conosco più creatori che tecnici, quindi il tecnico viene visto dalla categoria come l'anomalia; premettendo che io vengo messo nella categoria tecnico perchè comunque se posso risolvere senza chiamare l'assistenza, lo faccio e smonto nei miei ambiti tutto quello che uso  😛

Ammiro e ringrazio chi ci smanetta dietro perchè è grazie a tutte quelle persone che io posso comprare una macchina, montare le basi e stampare il modello 3d che mi interessa o costruirmi gli strumenti che voglio con la stampa 3d.

Ma andando oltre aggiungere un bl-touch, aggiornare un firmware, non vorrei andare, ma lo posso fare grazie agli smanettoni come voi che vi mettere "sotto il cofano", e avete la pazienza di spiegarmi come "allienare le puntine" per restare nelle analogie motoristiche 😄

 

  • Like 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


I servizi di Stampa 3D forum

Seleziona il servizio che stai cercando:



×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.