Vai al contenuto
  • Iscriviti al forum

    Iscriviti al forum per usufruire di tutti i contenuti: la registrazione è gratuita!

Meldro

Misurare il diametro del filamento

Recommended Posts

Devo risolvere un problema di sottoestrusione e a questo punto devo essere sicuro che il filamento sia quello che deve essere, da qui la domanda.

Domanda può sembrare banale, basta un calibro e via, ok e ho anche visto diversi video, come quello di help3d, che ti dice di non "pizzicare" il filo ma di "morderlo" per il tratto che il calibro consente.

 

Ora... i calibri più comuni/economici in commercio, che vanno dai 12 ai 30 euro, hanno dichiarate precisioni vanno da +- 0.01 a più realistici +- 0.03 mm.

Questo significa che il diametro di un filamento da 1.75, se fosse effettivamente 1.75, lo posso leggere 1,72 o 1.78.

Se poi questo varia di un o due decimi di millimetro e quindi se fosse realmente 1.73 anzichè 1.75 potrei leggere dalla misurazione con il calibro 1.70.

 

So che ci sono calibri da centinaia e migliaia di euro... ma qui stiamo tutti armeggiando con stampanti abbastanza economiche e un calibro che costa più di una stampante, per misurare il filamento sembra un controsenso... d'altro lato però tutto le guide sulle calibrazioni etc ti dicono di verificare il diametro del filamento ed eventualmente correggerlo nello slicer... ok...

ma se c'è tutta la differenza di cui sopra... sembra un pò un terno al lotto calibrare parametri di questo tipo. Sto sbagliando?


Voi come vi regolate? 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

io credo che la differenza di qualche centesimo...sulla misura e sulla quota effettiva siano ininfluenti.

Io avevo sottoestrusioni, ma il filo era 1,6....  che vuoi che facciano 2 centesimi in meno? 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, akita dice:

io credo che la differenza di qualche centesimo...sulla misura e sulla quota effettiva siano ininfluenti.

Io avevo sottoestrusioni, ma il filo era 1,6....  che vuoi che facciano 2 centesimi in meno? 

Grazie per la risposta.

Ho chiesto proprio per regolarmi in merito.

Diciamo che una lettura più o meno costante sotto l'1.7 è una sentenza abbastanza chiara, il problema che mi pongo è su misure "ambigue".

Ad esempio, un filamento che fosse realmente da 1.70 o da 1.80 anzichè da 1.75... può creare problemi?

(perchè quelle misure, vista la tolleranza dei calibri economici le puoi leggere tranquillamente pari 1.73 nel primo caso e 1.77 nel secondo)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

la regola dice: fare 3 misure ( anche 5) su un metro di filo e poi fare la media... quello è il diametro teorico medio del tuo filo.

  • Thanks 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
19 minuti fa, akita dice:

la regola dice: fare 3 misure ( anche 5) su un metro di filo e poi fare la media... quello è il diametro teorico medio del tuo filo.

Grazie per la regola.

Riprendendo la domanda che ho lasciato sopra (un filamento che realmente è 1.7 o 1.8 può dare problemi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Precisione e calibri digitali economici non vanno d'accordo, come ti hanno detto fai più misurazioni e poi fai la media.

9 minuti fa, Meldro dice:

Riprendendo la domanda che ho lasciato sopra (un filamento che realmente è 1.7 o 1.8 può dare problemi?

Più i dati sono precisi meglio è, ad ogni modo puoi cambiare il valore del diametro del filo nello slicer così che coincida con le tue rilevazioni. 
Va detto però che questi sono settaggi "di fino", io all'inizio ho stampato senza fare settaggi precisi di step/mm o misure al micron e le stampe venivano comunque abbastanza bene. Certamente se vuoi migliorare le calibrazioni vanno fatte, ma non è che se gli step / mm sono sfasati di pochi decimi la stampa viene una schifezza mentre è perfetta se sono regolati al micron. Idem il discorso del diametro filo. Ovviamente il tutto salvo casi estremi (filamenti difettosi, stampanti con impostazioni messe a cazzo, ecc).
Sarà che non mi è mai capitato di avere filamenti con diametri completamente diversi dal dichiarato, almeno andando su marche note.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
10 minuti fa, invernomuto dice:

Precisione e calibri digitali economici non vanno d'accordo, come ti hanno detto fai più misurazioni e poi fai la media.

Più i dati sono precisi meglio è, ad ogni modo puoi cambiare il valore del diametro del filo nello slicer così che coincida con le tue rilevazioni. 
Va detto però che questi sono settaggi "di fino", io all'inizio ho stampato senza fare settaggi precisi di step/mm o misure al micron e le stampe venivano comunque abbastanza bene. Certamente se vuoi migliorare le calibrazioni vanno fatte, ma non è che se gli step / mm sono sfasati di pochi decimi la stampa viene una schifezza mentre è perfetta se sono regolati al micron. Idem il discorso del diametro filo. Ovviamente il tutto salvo casi estremi (filamenti difettosi, stampanti con impostazioni messe a cazzo, ecc).
Sarà che non mi è mai capitato di avere filamenti con diametri completamente diversi dal dichiarato, almeno andando su marche note.

Ok, ci sta.

Però concordi con me che per chi inizia tutto questo è frustrante ed è un mezzo delirio? 🙂

Nel senso che se cerchi la soluzione ad un problema... tutte le risposte riguardano calibrazioni e misure, regolazioni nello slicer (dove parliamo di regolare decimi se non centesimi di millimetro) ...salvo poi vedere che nella realtà non riesci neanche a leggerle quelle misure (stessa cosa per i livellamento del piano, passi dal foglio a4 a chi suggerisce uno spessimetro... ma poi sempre a "occhio" devi valutare l'attrito del nozzle sul foglio/spessimetro...).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Queste sono cose che difficilmente cambieranno nel breve

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
34 minuti fa, Meldro dice:

Però concordi con me che per chi inizia tutto questo è frustrante ed è un mezzo delirio? 🙂

E' un delirio se vuoi farlo diventare tale. NON serve uno spessimetro per le prime stampe, come metterei pure da parte il calibro digitale. Se uno è all'inizio dovrebbe puntare ad avere un assemblaggio "solido" e in quadro (nei limiti del non impazzire) e un piatto livellato: già se il nozzle non ti va ad arare il piatto o non ti stampa nell'aria a 2cm dal piatto è un successo. Regolando opportunamente lo slicer dovresti avere stampe discrete. Poi, dopo aver preso un po' di confidenza con la macchina, si passa alle regolazioni di fino, per arrivare (nei limiti della teconolgia FDM) a stampa migliori come precisione dimensionale e resa estetica, ma sempre senza impazzire alla ricerca della perfezione...
Anche perché se non ti estrude interi layer (esempio generico, non riferito al tuo caso che non conosco) il problema quasi sicuramente non te lo risolve un 5% di flusso in più o meno o fargli spingere qualche decimo di mm in più o in meno di filo. Se la stampante ha le impostazioni "di fabbrica", il problema è (spesso e volentieri), altrove...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
56 minuti fa, invernomuto dice:

E' un delirio se vuoi farlo diventare tale. NON serve uno spessimetro per le prime stampe, come metterei pure da parte il calibro digitale. Se uno è all'inizio dovrebbe puntare ad avere un assemblaggio "solido" e in quadro (nei limiti del non impazzire) e un piatto livellato: già se il nozzle non ti va ad arare il piatto o non ti stampa nell'aria a 2cm dal piatto è un successo.

Concordo in toto ed è il mio obiettivo

Cita

Anche perché se non ti estrude interi layer (esempio generico, non riferito al tuo caso che non conosco) 

Questo è il mio caso, l'ho descritto qui: https://www.stampa3d-forum.it/forum/topic/11120-geeetech-a20-la-mia-stampante-è-umorale/.

Non cerco la perfezione ma esattamente quello che dici tu, una stampa "solida".

Nel cercare una soluzione ad una stampa non dico perfetta, ma, appunto, solida, le risposte che si trovato puntano a controllare calibrazioni, diametri, spessori etc... e il cerchio quindi si richiude alla domanda che lasciato qui.

Non so se mi spiego...

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, Meldro dice:

Nel cercare una soluzione ad una stampa non dico perfetta, ma, appunto, solida, le risposte che si trovato puntano a controllare calibrazioni, diametri, spessori etc... e il cerchio quindi si richiude alla domanda che lasciato qui.

L'estrusore che scatta sicuramente non è un problema di flusso o step per mm, a meno che tu non abbia fatto casino con le impostazioni andando a mettere parametri completamente folli.
Nel tuo caso hai un motore che non riesce a spingere il filo nel nozzle: trova forte resistenza e perde passi (da qui il "TAC"): cosa vuoi che incidano pochi decimi di mm di materiale in più o in meno in questa situazione? E infatti in quella discussione ti hanno detto che il problema è quasi sicuramente hardware, sull'estrusore. Le cause possono essere diverse, ma se inserisco tot materiale tot materiale deve uscire, sennò hai un problema: parti dalla ruota godronata, magari l'estrusore non "pinza" il filo con sufficiente forza per permettere la spinta alla ruota godronata, oppure hai un tubo in PTFE rovinato che non fa scorrere il filamento, oppure hai un occlusione che non vedi nel nozzle o nella gola. Può anche essere un filamento difettoso, ma fai in fretta a verificarlo, basta cambiare con un altro...

Purtroppo in questi casi vai per tentativi, a volte si risolve solo in modo drastico cambiando il pezzo. 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
22 minuti fa, invernomuto dice:

E infatti in quella discussione ti hanno detto che il problema è quasi sicuramente hardware, sull'estrusore. 

Ok..

Cita

...oppure hai un tubo in PTFE rovinato che non fa scorrere il filamento, oppure hai un occlusione che non vedi nel nozzle o nella gola. Può anche essere un filamento difettoso, ma fai in fretta a verificarlo, basta cambiare con un altro..

Scusa, sto cercando di capire...

fin quando mi dici che la ruota godronata non fa presa ok per l'estrusore ma poi se mi parli di tubo PTFE, occlusione etc... non è più l'estrusore (che sta facendo il suo cioè spingere il filamento) ma è qualcosa che sta a valle (come mi hai scritto).


Visto che ho fatto tutte le pulizie più e più volte... la cosa che mi rimane è il filamento. Se ha un diametro diverso da quello atteso, potrebbe fare maggior attrito nel PTFE fino a non scorrere (o scorrere con difficoltà) ed è ciò che mi porta a questo post: sostanzialmente capire, se possibile, qual'è il limite entro il quale il filamento, per difetto/eccesso di diametro, può creare questi problemi (e stabilito il limite, come misurarlo).

Non credo d'aver detto un'eresia fin qui, corretto?

Cita

Purtroppo in questi casi vai per tentativi, a volte si risolve solo in modo drastico cambiando il pezzo. 

Si, questa è l'amara constatazione... solo che ogni tentativo costa tempo e soldi. 🙂

 




 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, Meldro dice:

fin quando mi dici che la ruota godronata non fa presa ok per l'estrusore ma poi se mi parli di tubo PTFE, occlusione etc... non è più l'estrusore (che sta facendo il suo cioè spingere il filamento) ma è qualcosa che sta a valle (come mi hai scritto).

Visto che ho fatto tutte le pulizie più e più volte... la cosa che mi rimane è il filamento. Se ha un diametro diverso da quello atteso, potrebbe fare maggior attrito nel PTFE fino a non scorrere (o scorrere con difficoltà) ed è ciò che mi porta a questo post: sostanzialmente capire, se possibile, qual'è il limite entro il quale il filamento, per difetto di diametro, può creare questi problemi.

Perdonami ma tu hai scritto:

Cita

 d'altro lato però tutto le guide sulle calibrazioni etc ti dicono di verificare il diametro del filamento ed eventualmente correggerlo nello slicer...

Quella è una regolazione di fino che con il tuo problema non c'entra nulla. Se il problema è un filamento con diametro talmente sballato da non entrare nel tubo in PTFE è una cosa che rilevi abbastanza velocemente, senza prendersi calibri giapponesi da 200 euro. Un tubo di PTFE ha un diametro interno sui 2mm, fai tu.

Non fai prima a provare con un altro filamento? Personalmente mai avuto necessità di misurare ogni filamento per verificare le tolleranze al micron, stampo dal 2016, uso filamenti di tutti i tipi presi su amazon al minor prezzo possibile, ne avrò passati al calibro 1 o 2. Non ho mai avuto particolari problemi manco con filamenti cinesi dati in omaggio con la stampante.

Ma poi non puoi smontare il tubo PTFE  e inserire un pezzo di filamento per vedere se scorre? Se scorre il problema non è quello e passi ad altro. A meno di filamento uscito male di fabbrica dubito che il diametro c'entri qualcosa nel tuo caso. Sicuramente non c'entra nulla l'inserire un parametro diverso dallo slicer...

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, invernomuto dice:

Quella è una regolazione di fino che con il tuo problema non c'entra nulla. Se il problema è un filamento con diametro talmente sballato da non entrare nel tubo in PTFE è una cosa che rilevi abbastanza velocemente, senza prendersi calibri giapponesi da 200 euro. Un tubo di PTFE ha un diametro interno sui 2mm, fai tu.

Ok, hai ragione, quella era una considerazione generale sulla quale credo concordiamo (da quello che hai scritto prima)

Cita

Non fai prima a provare con un altro filamento?

Al momento non ce l'ho sottomano ma l'ho ordinato ed è in arrivo (solo che spendere 20/30 euro per fare una prova mi scoccia 🙂 ).
 

Cita

Personalmente mai avuto necessità di misurare ogni filamento per verificare le tolleranze al micron, stampo dal 2016, uso filamenti di tutti i tipi presi su amazon al minor prezzo possibile, ne avrò passati al calibro 1 o 2.

Sono alla prima esperienza e sto appunto cercando di capire cosa non va. Non cerco la perfezione, i limiti li accetto, ma vorrei lanciare una stampa avendo un possibilità che si concluda più alta del 50% attuale :).
 

Cita

Ma poi non puoi smontare il tubo PTFE  e inserire un pezzo di filamento per vedere se scorre? Se scorre il problema non è quello e passi ad altro. 

Questo l'ho già fatto più volte, il filamento nel PTFE scorre, la gola è pulita e il nozzle pure poi l'estrusore spinge... ma ad un certo punto (dopo un tot ore/filamento) scatta e sto cercando di capire.

L'unica cosa certa... è che si va per prove. 🙂

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, Meldro dice:

Al momento non ce l'ho sottomano ma l'ho ordinato ed è in arrivo (solo che spendere 20/30 euro per fare una prova mi scoccia 🙂 ).

Eh, se pensi di spendere costo stampante in kit + filo con la stampa 3d mi sa che hai sbagliato hobby. Lo diciamo sempre, NON sono prodotti plug&play, devi prevedere spesa per prove, tarature e manutenzione ordinaria della macchina. 
Fai già che prendere nozzle di ricambio, termistori, cartucce, hotend, ecc perché prima o poi ti serviranno.

1 ora fa, Meldro dice:

Questo l'ho già fatto più volte, il filamento nel PTFE scorre,

Ok, quindi non è il diametro del filo il problema.

1 ora fa, Meldro dice:

la gola è pulita e il nozzle pure poi l'estrusore spinge... ma ad un certo punto (dopo un tot ore/filamento) scatta e sto cercando di capire.

Alzando la temperatura di 10-15° te lo fa ancora? Che filamento è? Se - come affermi - non ci sono problemi meccanici e la gola è pulita o è un problema di temperatura oppure hai un estrusore difettoso che non sta lavorando bene. Ripeto, se spingi 10cm di filo, 10cm di filo devono essere fusi ed uscire dal nozzle. A che velocità stampi? Non è che stai esagerando con qualche parametro, tipo ritrazione o altro? Prova ad alzare la temperatura e stampare qualcosa con ritrazione ridotta al minimo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, invernomuto dice:

Eh, se pensi di spendere costo stampante in kit + filo con la stampa 3d mi sa che hai sbagliato hobby. Lo diciamo sempre, NON sono prodotti plug&play, devi prevedere spesa per prove, tarature e manutenzione ordinaria della macchina. 
Fai già che prendere nozzle di ricambio, termistori, cartucce, hotend, ecc perché prima o poi ti serviranno.

E si... l'ho capito. 🙂

Sto stampando un PLA GIANTARM già a 215° (posso anche aumentarla ma mi sembra già eccessiva, visto che lo danno per 190/200°).
La velocità è relativamente bassa 45 mm/s.
Ho anche provato a disabilitarla la ritrazione ma nulla.

Farò altro prove.

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


I servizi di Stampa 3D forum

Seleziona il servizio che stai cercando:



×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.