Vai al contenuto
  • Iscriviti al forum

    Iscriviti al forum per usufruire di tutti i contenuti: la registrazione è gratuita!

Recommended Posts

Salve a tutti, sto stampando una ventola fatta da me per utilizzarla come una ventola di raffreddamento per un pc. Il problema è che la ventola avendo una superficie d'appoggio molto limitata tende a staccarsi dal piatto un po alla volta; ho stampato poi un supporto esterno su cui agganciare la ventola (formato circa da 70 layer), al trentesimo layer circa fino alla fine della stampa ad iniziato a staccarsi lungo i bordi e ci è venuto un po di warping.

Stampante: Anet A8    Filamento: PLA    temperatura estrusore:220 (per ventola), 190 (supporto)   temperatura piatto:65    velocità:45 mm/s

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Boh strano..... Usi qualcosa come adesivo?

Inviato dal mio tablet utilizzando Tapatalk

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

No solo il piatto della Anet. Ogni tanto sento che l'estrusore gratta sulla stampa, ora essendo la mia prima stampante non so se è normale oppure è perchè ho settato qualcosa male io

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Può succedere per esempio con infill incrociate

Inviato dal mio tablet utilizzando Tapatalk

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mmm... La prossima volta controllo ma mi pare che le linee non erano incrociate. Comunque consigli per tenere incollato al piatto la stampa e per evitare il warping?

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
10 ore fa, Mesko dice:

No solo il piatto della Anet. Ogni tanto sento che l'estrusore gratta sulla stampa, ora essendo la mia prima stampante non so se è normale oppure è perchè ho settato qualcosa male io

Una delle prime cose che ho fatto è stato quello di acquistare il vetro da mettere sul bed in modo da non stampare direttamente sull'alluminio. Aderenza migliore e migliore anche la calibrazione del piatto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


I servizi di Stampa 3D forum

Seleziona il servizio che stai cercando:



  • Contenuti simili

    • Da Nicc0lo
      Buonasera ragazzi. Posseggo una stampante 3D Anet A8.
      Dal momento che mi ha sempre portato problemi fin dalle prime stampe, dovuti principalmente alla calibrazione sempre sballata della macchina, dopo la spesa iniziale per la stampante, data la delusione dai risultati ho stampato pochissimo. Ho deciso quindi di vederla a pochissimo prezzo (già assemblata, 50€ più filamento) e il mio potenziale acquirente mi ha chiesto di vedere una stampa di prova. Ho quindi deciso di stampare un Baby Yoda per il figlio di questo signore, quindi ho calibrato il piano, ho dato un ritocco all'asse Z, insomma l'ho settata come meglio potessi. E, di tutta risposta, la macchina mi ha nuovamente dato problemi: dopo la prima metà della stampa andata, devo dire, abbastanza bene, ha iniziato a lasciare dello spazio tra i layer a più riprese. Ho impostato il riempimento al 20%, definizione stampa 0.15, filo in PLA 1,75, piatto riscaldato a 60° ed estrusore a 200°. Come posso fare? Dove ho sbagliato? Sono disperato! 😥😥😥 Devo assolutamente venderla perché vorrei comprarne un'altra! Allego le foto del macello.




    • Da Leo683
      Sono già 5 stampe che mi vengono così, anche di oggetti diversi, ho provato a sostituire l'hotend con uno nuovoma non si è risolta la cosa. Credo sia un problema di temperatura, ma non dipende dall'hotend nè dal file gcode. La mia ipotesi è che la scheda madre non riceva il segnale del sensore di temperatura (termometro) e quindi non attivi la resistenza credendo che la temperatura sia fissa a 200°. C'è qualcuno che ha avuto il mio stesso problema o che mi potrebbe aiutare a risolverlo? Grazie

    • Da Gress
      Buonasera,
      come scritto in presentazione, ho diversi problemi con la anet A8, parto dal principio. Non ho trovato discussioni che usino la scheda madre che ho acquistato.
      Acquistata su amazon come Anet aM8, in realtà anet con telaio normale, ma doppio estrusore. Monto e calibro grazie al video di un cinese, inizio a stampare. Ben presto la scheda madre originale mi saluta quasi subito, assieme a uno dei 2 estrusori. Provo tutte le possibili procedure di reset, ma nulla, scheda fritta, non comunica più con nulla.
      Causa casini vari e disparati, mollo per qualche mese. Poi ci rimetto mano, compro una scheda madre MSK gen 1,4, nuovo alimentatore, mosfet per piatto e estrusore, quest'ultimo attualmente non attivo per problemi con i cavi e il robo bloccapin della scheda madre, che per ventole e estrusore non permette di fare contatto corretto col sottilissimo cavo fornito con i mosfet. 
      Aggiungo qualche miglioria che mi faccio stampare da conoscente:
      tendicinghia asse X, tendicinghia asse Y, quelle specie di bulloni cavi per inserire le barre filettate dell'asse Z e almeno limitare l'impressionante gioco che hanno.Compro delle viti per sistemare meglio il livellamento del piatto, comprando comunque anche un piatto di vetro, in quanto l'originale presentava classica concavità. Cambio anche le cinghie con modello in gomma.
      Mantengo per ora i driver originali, ma possiedo i drv 8825, anche se la scheda non permette di sfruttarli fino in fondo, spero di migliorare la silenziosità del sistema.
      Programmi che uso:
      Arduino (ovviamente), ultima versione Kisslicer licenza pro Repetier Host Qui nasce il mio problema:
      scarico arduino, scarico Marlin 2.0 bugfix (NON incollo subito la configurazione per anet A), metto 1 estrusore (perchè al momento 1 ne monto) e cambio la board sul file configuration H. Imposto at mega 2560, la com per  il collegamento della scheda.
      Carico sulla scheda senza problema o errori, avvio repetier host. Funziona tutto, ventola, estrusore, piatto e relativo mosfet, movimenti. Tuttavia, non funzionano gli endstop e se faccio home dell'asse Z, l'estrusore si sposta in alto e non in basso. Ho letto che dipende dalla configurazione degli endstop. quindi vI scrivo cosa ho provato:
      Cliccando mentre si muove non fermano la macchina. Prima cosa che ho provato è vedere se gli endstop sono collegati correttamente. Da video su youtube, sembra di si. Lancio M 119 su repetier Host, tutti e 3 gli assi TRIGGERED, cliccando restavano TRIGGERED. Vado su arduino, entro un marlin, inverto il funzionamento degli endstop.  Torno su Repetier Host, lancio comando M 119, li dà tutti e 3 OPEN premendoli uno a uno e rilanciando il comando, quello cliccato passa da OPEN a TRIGGERED. Dico funziona, ma se muovo la macchina e schiaccio gli endstop, non si ferma. Deve essere il software ho pensato.😩 prendo il configuration H e Adh apposito per anet A8, lo copio su quello marlin. Modifico la scheda madre all'interno del configuration H, lancio la verifica, gira per qualche minuto, ma continua a darmi errore perchè non riconosce la scheda madre ATMEga 2560 Qui mi fermo perchè non riesco ad andare oltre, continua a dare errore. A me sembra corretto quello che faccio, evidentemente non è così. Se avete bisogno del file di errore, lo giro quanto prima.
       
      Ringrazio chiunque abbia voglia di darmi una mano e farmi capire qualcosa di più di questo mondo e di questa macchina che in oltre un anno ha stampato 4 pezzi per il passacavi😥.
    • Da Franco_64
      Ciao a tutti!

      finalmente, dopo essere incappato in un errore di allineamento dovuto a una imprecisione di montaggio, sono riuscito a fare la prima prova di stampa: un cubo di test con 2 cm di lato, stampato in 31 minuti con le impostazioni di default di Cura per la Creality Ender 3 usata con PLA. Direi che sono abbatsanza soddisfatto!

      L'unica cosa che non mi piace è stata la base del cubetto, che come potete vedere soprattutto da una delle due foto, si è "slargata" parecchio. Ne hanno risentito anche le dimensioni: se gli alttri lati misurati col caibro sono esattamente di 2 cm, l'altezza è 1,97-1,98 cm. La temperatura del piatto secondo le impostazioni della stampante era di 45 gradi, secondo quelle di Cura 50.

      Forse la soluzione è abbassare la temperatura del piatto? Ma lo devo fare tramite Cura o tramite il menù della stampante? Quale delle due scelte ha la priorità? Immagino Cura, ma ditemi voi. Metto tutto a 35? Il cubo era assolutamente ben attaccato al piano, nessun problema di aderenza anzi: ho fatto un minimo di fatica per staccarlo.

      (comunque bello, mi sto divertendo un casino 🙂 )


    • Da Saponaccio
      Buonasera ho un problema a cui non riesco trovare una risposta forse per la mia poca esperienza. Sto stampando 2 pezzi abbastanza grandi, per 7 ore tutto ok. Controllo nuovamente dopo mezz'ora e vedo il pezzo rovinato e la linea di temperatura hotend (simplify 3D) che mi segna degli sbalzi a 90 gradi poi torna corretto e sbalzi a 150 gradi. Ovviamente mi si rovina il pezzo e butto via un sacco di tempo, corrente e materiale. Aiutatemi a capire perché dopo tante ore si presenta questo problema perfavore. Grazie a chi mi risponderà.



  • Discussioni

  • Collaboratori più popolari

  • Chi sta navigando

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.