Vai al contenuto

Cerca nel Forum

Showing results for tags 'petg'.



More search options

  • Search By Tags

    Tag separati da virgole.
  • Search By Author

Tipo di contenuto


Forums

  • Benvenuto
    • Presentazioni
    • Nuove idee e progetti
    • Guide della Redazione
    • News sulla stampa 3D e editoriali di Stampa3Dforum.it
    • Off-Topic
  • Stampa 3D
    • La mia prima stampante 3D
    • Stampanti 3D al dettaglio
    • Problemi generici o di qualità di stampa
    • Hardware e componenti
    • Software di slicing, firmware e GCode
    • Materiali di stampa
    • Stampa 3D industriale
  • Modellazione 3D
    • Problemi di modellazione 3D, gestione mesh, esportazione in stl
    • Scanner 3D
  • Guide, recensioni, profili di stampa, esperienze
    • Guide della redazione
    • La mia stampante 3D e il mio laboratorio
    • Le tue stampe - Album fotografico dei migliori modelli 3D
    • Profili di stampa 3D
    • Recensioni e tutorial
    • Servizi di stampa 3D/ Negozi / E-commerce
    • FabLab
  • Eventi e corsi sulla stampa 3D
    • Eventi e fiere
    • Corsi, concorsi, workshop
  • Mercatino
    • In vendita
    • Cerco
    • Offerte di Lavoro
    • Coupon e Codici Sconto
  • Feedback e Regolamento del Forum
    • Regolamento del Forum
    • Feedback o suggerimenti
  • Sharebot NG's Discussioni
  • Printrbot Club's Discussioni

Find results in...

Find results that contain...


Data di creazione

  • Start

    End


Ultimo Aggiornamento

  • Start

    End


Filter by number of...

Iscritto

  • Start

    End


Gruppo


Facebook


Twitter


Website URL


Yahoo


Skype


Location


Interests

Trovato 14 risultati

  1. Ciao a tutti, ho acquistato la mia prima stampante 3D (una Alfawise U30 Pro logicamente...) ed ora dovrei acquistare i filamenti, ho sentito un po' di venditori e per l'utilizzo che vorrei farne dei pezzi che stamperò (utilizzo funzionale outdoor in ambienti anche umidi sia d'estate che d'inverno con frequenti urti) mi hanno consigliato PLA tecnico e/o PETG... ho contattato Gearbest per sapere se questa stampante potesse stampare PETG, ma mi è stato detto di no... però mi sembra strano perchè sia come temperature massime di piatto (100°) e uggello ci siamo (250°). Qualcuno ci ha già provato?
  2. Stampa con PETG da scheda SD, valori di temperature e velocità ventola (che non riesco a regolare) impostati da Simplify e trasferiti su scheda. I risultati sono visibili in foto fin dall'inizio, quando l'hotend inizia a riscaldarsi vedo che il filamento inizialmente scende e poi sembra bloccarsi, per cui suppongo che la ruota dentata non trascini il filo. Questo succede anche con valori di temperature più bassi. Cosa suggerite? Inviato dal mio Nokia 2 utilizzando Tapatalk
  3. Ciao, sono da poco possessore di una Da Vinci Jr 1.0 pro.

    Vorrei chiederti dei consigli riguardo i settings della stampante. In pratica, quando ho provato a stampare un cubetto 1x1x1 il risultato è stato che i primi 5 strati alla base risultano più larghi di tutto il resto del cubo.

    Ho provato a stampare abbassando la temperatura da 210 fino a 190 con il PLA in dotazione XYZ Printnge usando il programma di slicing XYZ.

    C'è anche un post in cui chiedevo consigli ed in allegato anche l'immagine del cubetto.

    Grazie

  4. Ho disegnato in AutoCAD e stampato una piccola prolunga su cui poggiare le mani, e da agganciare tramite due morsetti con vite al tipico manubrio da mountain bike. Negli strati iniziali e in quelli subito all'inizio della parte curva sembrava non ci fossero problemi, nelle parti più curve del "morsetto", quelle che dovrebbero andare a contatto del manubrio, il materiale era diventato poco compatto. Ho pensato a un problema di ritrazione o di temperatura (che comunque ho impostato costanti per tutta la stampa), però poi ho pensato che il materiale non si fosse compattato per la debolezza dei supporti. Nelle schermate ci sono i valori delle impostazioni dei supporti stessi: dovrei dare altri valori di percentuale di riempimento, di risoluzione del pilastro di supporto o di altro?
  5. Salve a tutti, ho acquistato da circa una settimana una creality cr10s. Ho iniziato a stampare da subito il pla economico cinessissimo che viene fornito come campione e dopo un paio di errori di temperature sono riuscito ad ottenere gia dalle prime stampe dei risultati invidiabili.. Ho acquistato successivamente una bobina da un kg di petg (3DMYD white 195/220 gradi c) per poter realizzare pezzi piu robusti e coesi. E qui è iniziato il calvario e dopo giorni di prove, settaggi, materiale buttato, pagine e pagine lette su forum e siti vari e varie crisi isteriche, avendo finito gli spigoli dove battere la testa, ad oggi mi trovo a scrivere qui per cercare di capire dove sta il problema.. I problemi che riscontro sono fondamentalmente tre: Le stampe risultano fragili, ho risolto parzialmente il problema lavorando a temperature piu basse ( sono partito dai 240 consigliati un po dappertutto fino ad arrivare ai 200) la temperatura migliore sembra stare sui 215.. Le stampe si spaccano a metà mentre stampo, anche qui il problema sembra diminuito da quando ho avvolto la stampante con un muro di carta stagnola ma ancora in qualche stampa compare qualche piccolo segno di distaccamento dei layer Terzo ma non per importanza (anzi) Il primo layer o i primi comunque vengono immacolati, ma salendo l'ugello accumula grumi di materiale che si trascina dietro rovinando le stampe e creando una ragnatela di fili anche abbastanza rigidi e difficili da rimuovere.. Inoltre l'infill viene stampato male e risulta un ammasso di baveil che compromette l'integrita strutturale delle stampe... Spero che qualcuno abbia un minuto da spendere per dare una mano a un niubbo! Grazie tante in anticipo Michele Allego alcune foto e scrivo a mano altri due settaggi: Distanza di ritrazione 6.5 mm Velocita di ritrazione 150 mm/s Piatto 70 gradi
  6. Qualcuno sa darmi i valori massimi di trazione (o se ci sono della tabelle di riferimento in rete), a cui resistono rispettivamente il PLA, il PETG e l'ABS? Ho realizzato dei prototipi di morsetti reggisella per bici in PLA, e dovrei realizzarne altri in PETG (più in là vorrei prendere anche l'ABS). Vorrei rivestirli anche con uno o più strati di carbonio per aumentarne la resistenza a trazione, da qui l'esigenza di conoscere quei valori.
  7. Salve a tutti ragazzi, mi chiamo Tony e ho da qualche settimana acquistato la mia prima stampante Anycubic Prusa i3 MEGA. Dopo aver provato vari PLA ho deciso di provare il PETG+ della Sunlu. Sto facendo molte prove ancora sulla giusta configurazione, magari dopo posto la mia configurazione di stampa, e' ho molti dubbi. Quello principale e' la temperatura. Il produttore, i forum, i conoscenti, insomma tutti consigliano di usare una temperatura dai 235 ai 250 gradi. Come mai io riesco a stampare il PETG anche a 180 gradi? Capisco che da stampante a stampante, da estrusore a estrusore puo cambiare la temperatura, ma 180 sono davvero pochi secondo me. Comunque sia in questo momento sto stampando a 200 gradi, ho stampato la torre da 235 a 180 gradi ma non sono ancora esperto da capire quale sia la temperatura migliore. Questi sono i miei risultati attuali con 200 gradi: Grazie in anticipo e buona giornata.
  8. Buongiorno a tutti e grazie mille per l'aiuto che saprete darmi, Ho un bambino che da sempre mi chiede di fare e costruirgli cose... e affascinato dal mondo della stampa 3d comprato una Anet A8 sia per il prezzo basso che per la voglia di cimentarmi nel montaggio... informandomi sulla rete per capire quale filamento potessi usare, mi sono imbattuto nel PETG, che essendo utilizzabile anche per gli alimenti, ho ritenuto il più sicuro. Il montaggio della stampante è andato alla grande... nessun intoppo, cominciato e finito in un fiato, di notte, per evitare "intrusioni" ed "interventi" esterni. Il problema è stato quando ho pensato di stampare... Superata la delusione legata al filamento che mi hanno mandato in dotazione (era tutto spezzato... e quindi a mio parere inutilizzabile... ) ho aperto il mio PETG Nero (1Kg). Ho seguito tutti i tutorial possibili... ed ho pensato di cominciare a stampare sul piano in alluminio, piatto caldo 75° estrusore a 245°... ma non c'è verso di far aderire il filamento al piano... Ho provato con la colla vinilica, con il biadesivo, ma non con la lacca (non ne avevo a casa, mia moglie usa la schiuma... ç@#@##), poi sconfortato ho messo un foglio di carta sotto l'ugello... e per magia il filamento ha cominciato ad attaccarsi... ma non avendolo incollato uniformemente al piano, ma solo ai lati col nastro carta, la stampa dopo un pò ha cominciato a muoversi... ho riprovato e riprovato sul piano... niente... Il mio dubbio è che io sbagli completamente la calibrazione del piatto, o la distanza minima che l'ugello deve avere dal piatto per stampare correttamente. Sono riuscito anche a fare un paio di stampe... ma i primi strati praticamente non uscivano dall'ugello, perchè sfregava sul piano... però queste sono le uniche volte che sono riuscito a stampare... Lo so che qualcuno di Voi avrà la pelle d'oca o, come si dice dalle mie parti, "il pelo canino", ma io non riesco a fare di meglio... ho bisogno del Vs aiuto. Ho letto che bisogna allontanare di 0.2 l'estrusore dal piano perchè col PETG è meglio... ma ho la sensazione che il filamento non si attacchi. Ho anche comprato i tappetini per la stampa in nastro blu, ma ancora non mi sono arrivati. Riproverò con quelli, ma sono sicuro che il mio errore è nella distanza tra Ugello e Piatto... ogni volta che parte la stampa il filamento che esce dall'estrusore si attorciglia all'estrusore e non si attacca al piano... Ho pensato anche che l'estrusore sia sporco, ma quando provo a spingere il filo nell'estrusore scorre dritto... non so... Ormai sono DISPERATO... salvate questo povero papà...
  9. Buongiorno a tutti e grazie mille per l'aiuto che saprete darmi, Ho un bambino che da sempre mi chiede di fare e costruirgli cose... e affascinato dal mondo della stampa 3d comprato una Anet A8 sia per il prezzo basso che per la voglia di cimentarmi nel montaggio... informandomi sulla rete per capire quale filamento potessi usare, mi sono imbattuto nel PETG, che essendo utilizzabile anche per gli alimenti, ho ritenuto il più sicuro. Il montaggio della stampante è andato alla grande... nessun intoppo, cominciato e finito in un fiato, di notte, per evitare "intrusioni" ed "interventi" esterni. Il problema è stato quando ho pensato di stampare... Superata la delusione legata al filamento che mi hanno mandato in dotazione (era tutto spezzato... e quindi a mio parere inutilizzabile... ) ho aperto il mio PETG Nero (1Kg). Ho seguito tutti i tutorial possibili... ed ho pensato di cominciare a stampare sul piano in alluminio, piatto caldo 75° estrusore a 245°... ma non c'è verso di far aderire il filamento al piano... Ho provato con la colla vinilica, con il biadesivo, ma non con la lacca (non ne avevo a casa, mia moglie usa la schiuma... ç@#@##), poi sconfortato ho messo un foglio di carta sotto l'ugello... e per magia il filamento ha cominciato ad attaccarsi... ma non avendolo incollato uniformemente al piano, ma solo ai lati col nastro carta, la stampa dopo un pò ha cominciato a muoversi... ho riprovato e riprovato sul piano... niente... Il mio dubbio è che io sbagli completamente la calibrazione del piatto, o la distanza minima che l'ugello deve avere dal piatto per stampare correttamente. Sono riuscito anche a fare un paio di stampe... ma i primi strati praticamente non uscivano dall'ugello, perchè sfregava sul piano... però queste sono le uniche volte che sono riuscito a stampare... Lo so che qualcuno di Voi avrà la pelle d'oca o, come si dice dalle mie parti, "il pelo canino", ma io non riesco a fare di meglio... ho bisogno del Vs aiuto. Ho letto che bisogna allontanare di 0.2 l'estrusore dal piano perchè col PETG è meglio... ma ho la sensazione che il filamento non si attacchi. Ho anche comprato i tappetini per la stampa in nastro blu, ma ancora non mi sono arrivati. Riproverò con quelli, ma sono sicuro che il mio errore è nella distanza tra Ugello e Piatto... ogni volta che parte la stampa il filamento che esce dall'estrusore si attorciglia all'estrusore e non si attacca al piano... Ho pensato anche che l'estrusore sia sporco, ma quando provo a spingere il filo nell'estrusore scorre dritto... non so... Ormai sono DISPERATO... salvate questo povero papà...
  10. Buongiorno a tutti e grazie mille per l'aiuto che saprete darmi, Ho un bambino che da sempre mi chiede di fare e costruirgli cose... e affascinato dal mondo della stampa 3d comprato una Anet A8 sia per il prezzo basso che per la voglia di cimentarmi nel montaggio... informandomi sulla rete per capire quale filamento potessi usare, mi sono imbattuto nel PETG, che essendo utilizzabile anche per gli alimenti, ho ritenuto il più sicuro. Il montaggio della stampante è andato alla grande... nessun intoppo, cominciato e finito in un fiato, di notte, per evitare "intrusioni" ed "interventi" esterni. Il problema è stato quando ho pensato di stampare... Superata la delusione legata al filamento che mi hanno mandato in dotazione (era tutto spezzato... e quindi a mio parere inutilizzabile... ) ho aperto il mio PETG Nero (1Kg). Ho seguito tutti i tutorial possibili... ed ho pensato di cominciare a stampare sul piano in alluminio, piatto caldo 75° estrusore a 245°... ma non c'è verso di far aderire il filamento al piano... Ho provato con la colla vinilica, con il biadesivo, ma non con la lacca (non ne avevo a casa, mia moglie usa la schiuma... ç@#@##), poi sconfortato ho messo un foglio di carta sotto l'ugello... e per magia il filamento ha cominciato ad attaccarsi... ma non avendolo incollato uniformemente al piano, ma solo ai lati col nastro carta, la stampa dopo un pò ha cominciato a muoversi... ho riprovato e riprovato sul piano... niente... Il mio dubbio è che io sbagli completamente la calibrazione del piatto, o la distanza minima che l'ugello deve avere dal piatto per stampare correttamente. Sono riuscito anche a fare un paio di stampe... ma i primi strati praticamente non uscivano dall'ugello, perchè sfregava sul piano... però queste sono le uniche volte che sono riuscito a stampare... Lo so che qualcuno di Voi avrà la pelle d'oca o, come si dice dalle mie parti, "il pelo canino", ma io non riesco a fare di meglio... ho bisogno del Vs aiuto. Ho letto che bisogna allontanare di 0.2 l'estrusore dal piano perchè col PETG è meglio... ma ho la sensazione che il filamento non si attacchi. Ho anche comprato i tappetini per la stampa in nastro blu, ma ancora non mi sono arrivati. Riproverò con quelli, ma sono sicuro che il mio errore è nella distanza tra Ugello e Piatto... ogni volta che parte la stampa il filamento che esce dall'estrusore si attorciglia all'estrusore e non si attacca al piano... Ho pensato anche che l'estrusore sia sporco, ma quando provo a spingere il filo nell'estrusore scorre dritto... non so... Ormai sono DISPERATO... salvate questo povero papà...
  11. Buongiorno a tutti e grazie mille per l'aiuto che saprete darmi, Ho un bambino che da sempre mi chiede di fare e costruirgli cose... e affascinato dal mondo della stampa 3d comprato una Anet A8 sia per il prezzo basso che per la voglia di cimentarmi nel montaggio... informandomi sulla rete per capire quale filamento potessi usare, mi sono imbattuto nel PETG, che essendo utilizzabile anche per gli alimenti, ho ritenuto il più sicuro. Il montaggio della stampante è andato alla grande... nessun intoppo, cominciato e finito in un fiato, di notte, per evitare "intrusioni" ed "interventi" esterni. Il problema è stato quando ho pensato di stampare... Superata la delusione legata al filamento che mi hanno mandato in dotazione (era tutto spezzato... e quindi a mio parere inutilizzabile... ) ho aperto il mio PETG Nero (1Kg). Ho seguito tutti i tutorial possibili... ed ho pensato di cominciare a stampare sul piano in alluminio, piatto caldo 75° estrusore a 245°... ma non c'è verso di far aderire il filamento al piano... Ho provato con la colla vinilica, con il biadesivo, ma non con la lacca (non ne avevo a casa, mia moglie usa la schiuma... ç@#@##), poi sconfortato ho messo un foglio di carta sotto l'ugello... e per magia il filamento ha cominciato ad attaccarsi... ma non avendolo incollato uniformemente al piano, ma solo ai lati col nastro carta, la stampa dopo un pò ha cominciato a muoversi... ho riprovato e riprovato sul piano... niente... Il mio dubbio è che io sbagli completamente la calibrazione del piatto, o la distanza minima che l'ugello deve avere dal piatto per stampare correttamente. Sono riuscito anche a fare un paio di stampe... ma i primi strati praticamente non uscivano dall'ugello, perchè sfregava sul piano... però queste sono le uniche volte che sono riuscito a stampare... Lo so che qualcuno di Voi avrà la pelle d'oca o, come si dice dalle mie parti, "il pelo canino", ma io non riesco a fare di meglio... ho bisogno del Vs aiuto. Ho letto che bisogna allontanare di 0.2 l'estrusore dal piano perchè col PETG è meglio... ma ho la sensazione che il filamento non si attacchi. Ho anche comprato i tappetini per la stampa in nastro blu, ma ancora non mi sono arrivati. Riproverò con quelli, ma sono sicuro che il mio errore è nella distanza tra Ugello e Piatto... ogni volta che parte la stampa il filamento che esce dall'estrusore si attorciglia all'estrusore e non si attacca al piano... Ho pensato anche che l'estrusore sia sporco, ma quando provo a spingere il filo nell'estrusore scorre dritto... non so... Ormai sono DISPERATO... salvate questo povero papà...
  12. Ciao a tutti, Ieri mi è arrivata la M200, ho preso un paio di bobine Z-Ultrat Z-ABS e una di Z-PETG, ma volevo prendere anche del PETG colorato, e visto che Zortrax non lo fa, ho navigato un po in rete; nella moltitudine dei shop, ho trovato questi tre, che mi sembrano equipaggiate bene come tipi di filo (non si sa mai che ci scappi altro nel carrello) colori PETG otre al classico trasparente anche il NON trasparente che cerco io. https://www.filoprint.it/cerca?controller=search&orderby=position&orderway=desc&search_query=petg&submit_search= https://www.filoalfa3d.com/it/12-filo-175mm#/categorie-petg https://www.3djake.it/filamenti-per-stampanti-3d/pet-petg Qualcuno di Voi ha fatto esperienza e potrebbe indicarmi la marca di PETG più idonea per la M200, intendo oltre ad una stampa corretta anche problemi di attaccamento piatto (si stacca o addirittura dopo stampa problemi per staccare il pezzo), se poi avete anche dei riferimenti di setup sarebbe l'ideale. Vi ringrazio in anticipo per l'aiuto.
  13. Ciao con lo stimolo di Adryzz sto provando a stampare il petg, ma dopo un inizio incoraggiante mi sono piantato ( premetto materiale filoalfa ) ho stampato un cubo di 20 a 240 ° ed è venuto bene , poi dopo altri lavori con pla ho riprovato ma niente da fare, mi vengono delle superfici irregolari e sporche ho provato a cambiare temperature ( da 220 a 255) e calare la velocità il.primo strato con il brim è perfetto, lucido e steso bene il cilindro nero è di pla per avere un confronto qualche suggerimento?
  14. Salve a tutti, sono ormai giunto alla conclusione del mio secondo rotolo di materiale; Il primo rotolo che ho provato ed esaurito era in PLA, che sinceramente non mi ha soddisfato pienamente, il secondo rotolo era in ABS (era ovvio i piu comuni) e devo dire che una volta capito i trucchetti per stamparlo bene (e senza raft) non mi è affatto dispiaciuto, come resistenza era decisamente meglio ma il punto che veramente me lo ha fatto preferire dimenticando la fatica di chiudere la stampante in una scatole per l odore(e il resto) è la lavorabilità. Infatti per me la possibilità di rifinire un pezzo è molto importante, visto che qualche bavetta la stampante la fa, o quando devi usare supporti toglierne i segni lo reputo fondamentale. Quindi la possibilità di "scartavetrare" è il discriminante. Dopo questa introduzione dove chiunque avrà detto " e quindi?", passo al punto focale della discussione: devo comprarmi dei nuovi rotoli (visto che me ne rimane solo uno in pla vecchio che mi fa imbestialire) e leggendo un po e informandomi ho trovato questo materiale che pare sia ormai comune il PETG che da quanto ho capito si caratterizza rispetto al PLA e ABS come più resistente più flessibile con una maggiore coesione tra strati (ottimo per pezzi "meccanici") e la possibilità di una certa trasparenza e lucidità.In particolare rispetto all'ABS si caraterrizza per temperature del piatto decisamente inferiori 80/90°C contro 100/110°C. Non rilascia fumi tossici (ormai la scatola è fatta quindi , frega nulla).E' super resistente a sostanze chimiche.(questo mi preoccupa per alcune lavorazioni) Bene tutto estremamente interessante per me, ma la lavorabilità? non ho trovato alcun opinione in merito.Quello che mi interessa particolarmente è: è "scartavetrabile"? è lucidabile con pasta abrasiva per togliere eventuali difetti prodotti dalla lavorazione precedente? ha un supercollante/ riparatore , come lo erano gli intrugli di acetone e scarti di abs sull abs? (non so neanche quanti pezzi delicati ho rotto nella loro ripulitura e riparato in modo piu che soddisfacente) E' vernciabile?(vernici di che base , nel caso) Visto che mi aspetto che le risposte vengano date da chi ha esperienza nel uso di questo materiale, mi permetto di porgere due domande: 1) Eventuali Contro che avete riscontrato oltre alla classica bavetta che con un po di ritrazione si può evitare? 2) Visto il mio discorso prolisso, vi sentireste di consigliare un materiale alternativo da provare considerando ciò di cui sopra e l'economicità come fattori preponderanti? La mia idea era al posto di prendere due rotoli prenderne 4 da 0.5kg, 1 per l'abs 2 per il petg (1 colorato e 1trasparente che mi intriga molto) e 1 materiale a caso da provare, tuttavia faccio una fatica immensa a trovarli da 0.5kg dallo stesso venditore quindi se mi dite che ne vale la pena posso escludere l'abs per prendere 1 kg di quello da voi consigliato. Vi ringrazio per l'attenzione.
×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.