Vai al contenuto

Cerca nel Forum

Showing results for tags 'filamento'.



More search options

  • Search By Tags

    Tag separati da virgole.
  • Search By Author

Tipo di contenuto


Forums

  • Benvenuto
    • Presentazioni
    • Nuove idee e progetti
    • Guide della Redazione
    • News sulla stampa 3D e editoriali di Stampa3Dforum.it
    • Off-Topic
  • Stampa 3D
    • La mia prima stampante 3D
    • Stampanti 3D al dettaglio
    • Problemi generici o di qualità di stampa
    • Hardware e componenti
    • Software di slicing, firmware e GCode
    • Materiali di stampa
    • Stampa 3D industriale
  • Modellazione 3D
    • Problemi di modellazione 3D, gestione mesh, esportazione in stl
    • Scanner 3D
  • Guide, recensioni, profili di stampa, esperienze
    • Guide della redazione
    • La mia stampante 3D e il mio laboratorio
    • Le tue stampe - Album fotografico dei migliori modelli 3D
    • Profili di stampa 3D
    • Recensioni e tutorial
    • Servizi di stampa 3D/ Negozi / E-commerce
    • FabLab
  • Eventi e corsi sulla stampa 3D
    • Eventi e fiere
    • Corsi, concorsi, workshop
  • Mercatino
    • In vendita
    • Cerco
    • Offerte di Lavoro
    • Coupon e Codici Sconto
  • Feedback e Regolamento del Forum
    • Regolamento del Forum
    • Feedback o suggerimenti
  • Sharebot NG's Discussioni
  • Printrbot Club's Discussioni

Find results in...

Find results that contain...


Data di creazione

  • Start

    End


Ultimo Aggiornamento

  • Start

    End


Filter by number of...

Iscritto

  • Start

    End


Gruppo


Facebook


Twitter


Website URL


Yahoo


Skype


Location


Interests

Trovato 24 risultati

  1. Stampa con PETG da scheda SD, valori di temperature e velocità ventola (che non riesco a regolare) impostati da Simplify e trasferiti su scheda. I risultati sono visibili in foto fin dall'inizio, quando l'hotend inizia a riscaldarsi vedo che il filamento inizialmente scende e poi sembra bloccarsi, per cui suppongo che la ruota dentata non trascini il filo. Questo succede anche con valori di temperature più bassi. Cosa suggerite? Inviato dal mio Nokia 2 utilizzando Tapatalk
  2. Buonasera, come da titolo ho un problema durante la stesura del filamento nel primo layer. In pratica esce in maniera incostante, cioè a tratti (usavo un nozzle da 0.2 mm di diametro). Ho risolto stampando con un nozzle da 0.6 mm di diametro, ma oltre che la qualità non è come quella che avevo a 0.2 mm, noto slittamento nei layer successivi al primo. Quando stampavo a 0.2 mm notavo che quando stampava a tratti tendeva a stampare a tratti sempre in prossimità degli stessi punti, mentre in prossimità di altri il filamento usciva tutto di un colpo. Quindi inizialmente pensavo che ci fosse irregolarità nella superficie del piano, oppure che fosse andato storto qualcosa nell'auto bed level. Inoltre noto che al centro del piatto il filamento esce senza problemi a 0.2 mm, e vedo anche meno lo slittamento dei layer quando stampo a 0.6 mm. Ah e un altro problema che non ho citato nel titolo è che quando stampo a 0.2 mm anche se metto un infill a 50% il pezzo viene molto debole e la griglia di infill è molto visibile a occhio. Tutti questi problemi a cosa possono essere riconducibili? Ah ho una flsun kossel delta
  3. Qualcuno ha mai provato filamenti in PVA e se sì, qual è la casa produttrice più affidabile? Con calibro alla mano, lo spessore si mantiene sempre costante a 1,75mm? Quali valori di temperature consigliate?
  4. Ciao, sono da poco possessore di una Da Vinci Jr 1.0 pro.

    Vorrei chiederti dei consigli riguardo i settings della stampante. In pratica, quando ho provato a stampare un cubetto 1x1x1 il risultato è stato che i primi 5 strati alla base risultano più larghi di tutto il resto del cubo.

    Ho provato a stampare abbassando la temperatura da 210 fino a 190 con il PLA in dotazione XYZ Printnge usando il programma di slicing XYZ.

    C'è anche un post in cui chiedevo consigli ed in allegato anche l'immagine del cubetto.

    Grazie

  5. Buonasera a tutti, innanzitutto mi presento, sono Gigimix e sono un possessore di una Geeetech i3 pro b ed ho il seguente problema. Dopo qualche stampa la mia cara stampante ha deciso improvvisamente di non estrudere più; premetto che ho già smontato più volte il corpo estrusore e pulito l'hotend, ma non riesco comunque a stampare un tubo. Spero che con il vostro supporto posso superare questo problema. Grazie mille in anticipo a tutti e buone stampe (per chi può)
  6. Chiedo consiglio su un estrusore per il riciclo di stampe non utilizzate o scarti. Vorrei riciclarle in filamento. Quale prodotto potete consigliarmi per un utilizzo domestico senza spendere troppo? Insomma Filabot lo scarto a priori perché fuori dalle mie possibilità.
  7. Salve a tutti, questa è la mia prima discussione su questo forum. Recentemente ho acquistato una Da Vinci Pro 1.0, ho scelto questa stampante per vari motivi, e personalmente non mi trovo male essendo alle prime armi, però al momento di caricare un filamento non originale mi ha dato qualche segnale strano: Rimuovendo la cartuccia di Abs e volendo caricare un filamento diverso la stampante non mi da più la scelta se caricare una cartuccia xyz o un filamento non originale, mi sono accorto che inserendo di nuovo la cartuccia mi si ridava la possibilità di scelta, credevo che fosse una cosa normale, così ho selezionato no alla domanda usa filamento xyz e ho caricato il Pla. Faccio un po' di stampe e mi accorgo che la stampante sta contando il filamento rimante, come se stesse utilizzando l'abs della cartuccia. Ora la mia domanda è questa: cosa succederà se arriva a zero? sta tutto nella norma, o è un bug di sistema? Sarebbe il colmo se per utilizzare un altro filamento dovessi resettare la cartuccia, che ho utilizzato solo per realizzare il gancio porta bobina. Grazie in anticipo a chi mi darà un chiarimento, a chi non lo farà o mi metterà ancor più confusine in testa.
  8. mga

    triturazione PLA

    Buon giorno. Per il riciclo mi sto interessando su un prodotto che mi consenta di rigenerare i filamenti senza spendere troppo. Il primo ostacolo è la triturazione della plastica. Non vorrei spendere troppo per ora. Mi hanno consigliato di usare un "normale" frullatore. Ho scritto normale perché mi deve consentire di sminuzzare le stampe... ma non si rompe? Qualcuno ha provato o può darmi consigli sia sul tipo di frullatore che su eventuali risultati o modalità di utilizzo? Certamente conviene un trituratore specifico quanto ai risultati, ma io sto iniziando e magari non è nacora il momento per quello se posso provare con un prodotto meno impegnativo.
  9. Dopo avere fatto prove di calibrazione con cubo XYZ, con Repetier e slicer Cura ho creato un portaborraccia per bici, da usare come stampo per i componenti in carbonio che realizzo, con valori visibili sotto. Impostazioni personalizzate: Bed 30°, estrusore 190°, spessore involucro 2, motivo infill automatico, spessore top/bottom 2, z-hop 0.2, distanza ritrazione 4, velocità ritrazione 4. I risultati sono a dir poco deludenti, il filamento (PLA Geeetech), non risulta per niente compatto, tanto che non penso proprio di potere usare il porta borraccia come stampo (dovrei lavorarci a -1 bar in sottovuoto), anzi, al momento di staccarlo dal piatto, sia le parti laterali che quella centrale tendevano a delaminarsi. Il fatto che gli strati non risultano aderenti, potrebbe dipendere anche dalla velocità di stampa (impostata a 50mm/sec) o dall'estrusore, visto che durante la stampa sentivo un "toc-toc" come se il flusso del filamento non fosse continuo? Potrei ridurre il flusso dal 100% a una percentuale minore? Giusto per dare un'idea, le ultime due foto sono del porta borraccia che avevo fatto stampare tempo fa, prima di prendere la stampante, in un service 3D-negozio qui a Palermo (il colore blu è dovuto al distaccante polivinilico che uso per le lavorazioni in carbonio). P.S. Vista la mezza delusione, in previsione di prendere prossimanente un altro tipo di PLA, quale marca consigliate? Per quello che dovrei fare, consigliate anche altro materiale oltre il PLA? Grazie.
  10. Oltre ai filamenti "ufficiali" per Prusa i3 Pro B (PLA e ABS), qualcuno ne ha provato altri, per esempio PET-G o Laywood? Se sì, e sono stati ottenuti buoni risultati, quali risultano le marche di filamento più affidabili?
  11. Ciao a tutti. Ho creato un file AutoCAD (.dwg) ed esportato in .stl per fare lo stampo di un tappo per attacco manubrio per bici,con il nuovo filamento bianco. Non mi sembra di avere cambiato i settaggi delle precedenti stampe (fatte con il filamento blu fornito da Geeetech come campione), e ho stampato con slicer Cura in Repetier, mantenendo le stesse temperature di estrusore (190°) e piatto (30°), con infill al 20% (nell'ultima schermata si vede il valore al 48% che ho cambiato successivamente, senza che abbia fatto la stampa). Nelle foto ci sono le prime stampe in blu a confronto con l'ultimo risultato in bianco: gli strati di filamento sono tra loro distanziati, tanto da vedere la luce attraverso. Il problema può essere risolto con una percentuale di infill maggiore del 30%, o anche più? Posso anche diminuire la velocità di stampa e di Infill? Grazie per l'aiuto.
  12. Ciao a tutti, ho fatto un'ulterioriore prova di stampa come stress test, con la classica barchetta presa da Thingiverse, tra l'altro sostituendo in corso d'opera il filamento blu fornito da Geeetech come campione, con quello bianco comprato insieme alla stampante. A parte le piccole fuoriuscite a mò di bolle di materiale fuso sulle parti laterali alte (perché l'estrusore probabilmente non aveva tirato bene il nuovo filamento), la stampa mi risulta abbastanza buona, ci sono solo da segnalare delle altre piccole bolle che si notano sulla prua. Queste ultime erano comparse anche su precedenti stampe del filamento blu ma non le ho viste su quello nuovo bianco. Se dovessero ripresentarsi, potrebbero dipendere dal flusso che invece che al 100% può essere regolato ad una percentuale minore (94-95%)? Per il resto mi sembra che vada tutto bene (piano lavoro a 30° e estrusore a 190°), compreso anche il primo strato. Si accettano ulteriori consigli, grazie.
  13. FoNzY Questa è la seconda prova di stampa (su ogni foto, a sx c'è la prima prova, a dx la seconda) che ho fatto seguendo i tuoi consigli: estrusore a 190° piatto a 30°. Ho anche portato lo z-hop a 0,2. Tutto sommato va bene, ho notato solo all'inizio della fusione del filamento un notevole accumulo di materiale fuso attorno all'hot-end, che poi si è trascinato all'interno del pezzo. Posso modificare questo accumulo variando i valori dello skirt (se non sbaglio è questo il parametro di "pulizia flamento" da considerare)?
  14. Buongiorno a tutti e grazie mille per l'aiuto che saprete darmi, Ho un bambino che da sempre mi chiede di fare e costruirgli cose... e affascinato dal mondo della stampa 3d comprato una Anet A8 sia per il prezzo basso che per la voglia di cimentarmi nel montaggio... informandomi sulla rete per capire quale filamento potessi usare, mi sono imbattuto nel PETG, che essendo utilizzabile anche per gli alimenti, ho ritenuto il più sicuro. Il montaggio della stampante è andato alla grande... nessun intoppo, cominciato e finito in un fiato, di notte, per evitare "intrusioni" ed "interventi" esterni. Il problema è stato quando ho pensato di stampare... Superata la delusione legata al filamento che mi hanno mandato in dotazione (era tutto spezzato... e quindi a mio parere inutilizzabile... ) ho aperto il mio PETG Nero (1Kg). Ho seguito tutti i tutorial possibili... ed ho pensato di cominciare a stampare sul piano in alluminio, piatto caldo 75° estrusore a 245°... ma non c'è verso di far aderire il filamento al piano... Ho provato con la colla vinilica, con il biadesivo, ma non con la lacca (non ne avevo a casa, mia moglie usa la schiuma... ç@#@##), poi sconfortato ho messo un foglio di carta sotto l'ugello... e per magia il filamento ha cominciato ad attaccarsi... ma non avendolo incollato uniformemente al piano, ma solo ai lati col nastro carta, la stampa dopo un pò ha cominciato a muoversi... ho riprovato e riprovato sul piano... niente... Il mio dubbio è che io sbagli completamente la calibrazione del piatto, o la distanza minima che l'ugello deve avere dal piatto per stampare correttamente. Sono riuscito anche a fare un paio di stampe... ma i primi strati praticamente non uscivano dall'ugello, perchè sfregava sul piano... però queste sono le uniche volte che sono riuscito a stampare... Lo so che qualcuno di Voi avrà la pelle d'oca o, come si dice dalle mie parti, "il pelo canino", ma io non riesco a fare di meglio... ho bisogno del Vs aiuto. Ho letto che bisogna allontanare di 0.2 l'estrusore dal piano perchè col PETG è meglio... ma ho la sensazione che il filamento non si attacchi. Ho anche comprato i tappetini per la stampa in nastro blu, ma ancora non mi sono arrivati. Riproverò con quelli, ma sono sicuro che il mio errore è nella distanza tra Ugello e Piatto... ogni volta che parte la stampa il filamento che esce dall'estrusore si attorciglia all'estrusore e non si attacca al piano... Ho pensato anche che l'estrusore sia sporco, ma quando provo a spingere il filo nell'estrusore scorre dritto... non so... Ormai sono DISPERATO... salvate questo povero papà...
  15. Buonasera ragazzi, ho finalmente a casa la mia kossel delta plus, l'ho montata e ho fatto il test per l'autolivellamento. Ora vorrei stampare. Seguendo il manuale vado su "prepare-> preheat pla". La temperatura da raggiungere la segna a 180°, ma è ferma da un pò a 143-144. E' solo questione di tempo o devo ipotizzare che qualcosa non vada?
  16. Buonasera ragazzi, ho finalmente a casa la mia kossel delta plus, l'ho montata e ho fatto il test per l'autolivellamento. Ora vorrei stampare. Seguendo il manuale vado su "prepare-> preheat pla". La temperatura da raggiungere la segna a 180°, ma è ferma da un pò a 143-144. E' solo questione di tempo o devo ipotizzare che qualcosa non vada?
  17. Buongiorno a tutti e grazie mille per l'aiuto che saprete darmi, Ho un bambino che da sempre mi chiede di fare e costruirgli cose... e affascinato dal mondo della stampa 3d comprato una Anet A8 sia per il prezzo basso che per la voglia di cimentarmi nel montaggio... informandomi sulla rete per capire quale filamento potessi usare, mi sono imbattuto nel PETG, che essendo utilizzabile anche per gli alimenti, ho ritenuto il più sicuro. Il montaggio della stampante è andato alla grande... nessun intoppo, cominciato e finito in un fiato, di notte, per evitare "intrusioni" ed "interventi" esterni. Il problema è stato quando ho pensato di stampare... Superata la delusione legata al filamento che mi hanno mandato in dotazione (era tutto spezzato... e quindi a mio parere inutilizzabile... ) ho aperto il mio PETG Nero (1Kg). Ho seguito tutti i tutorial possibili... ed ho pensato di cominciare a stampare sul piano in alluminio, piatto caldo 75° estrusore a 245°... ma non c'è verso di far aderire il filamento al piano... Ho provato con la colla vinilica, con il biadesivo, ma non con la lacca (non ne avevo a casa, mia moglie usa la schiuma... ç@#@##), poi sconfortato ho messo un foglio di carta sotto l'ugello... e per magia il filamento ha cominciato ad attaccarsi... ma non avendolo incollato uniformemente al piano, ma solo ai lati col nastro carta, la stampa dopo un pò ha cominciato a muoversi... ho riprovato e riprovato sul piano... niente... Il mio dubbio è che io sbagli completamente la calibrazione del piatto, o la distanza minima che l'ugello deve avere dal piatto per stampare correttamente. Sono riuscito anche a fare un paio di stampe... ma i primi strati praticamente non uscivano dall'ugello, perchè sfregava sul piano... però queste sono le uniche volte che sono riuscito a stampare... Lo so che qualcuno di Voi avrà la pelle d'oca o, come si dice dalle mie parti, "il pelo canino", ma io non riesco a fare di meglio... ho bisogno del Vs aiuto. Ho letto che bisogna allontanare di 0.2 l'estrusore dal piano perchè col PETG è meglio... ma ho la sensazione che il filamento non si attacchi. Ho anche comprato i tappetini per la stampa in nastro blu, ma ancora non mi sono arrivati. Riproverò con quelli, ma sono sicuro che il mio errore è nella distanza tra Ugello e Piatto... ogni volta che parte la stampa il filamento che esce dall'estrusore si attorciglia all'estrusore e non si attacca al piano... Ho pensato anche che l'estrusore sia sporco, ma quando provo a spingere il filo nell'estrusore scorre dritto... non so... Ormai sono DISPERATO... salvate questo povero papà...
  18. Buongiorno a tutti e grazie mille per l'aiuto che saprete darmi, Ho un bambino che da sempre mi chiede di fare e costruirgli cose... e affascinato dal mondo della stampa 3d comprato una Anet A8 sia per il prezzo basso che per la voglia di cimentarmi nel montaggio... informandomi sulla rete per capire quale filamento potessi usare, mi sono imbattuto nel PETG, che essendo utilizzabile anche per gli alimenti, ho ritenuto il più sicuro. Il montaggio della stampante è andato alla grande... nessun intoppo, cominciato e finito in un fiato, di notte, per evitare "intrusioni" ed "interventi" esterni. Il problema è stato quando ho pensato di stampare... Superata la delusione legata al filamento che mi hanno mandato in dotazione (era tutto spezzato... e quindi a mio parere inutilizzabile... ) ho aperto il mio PETG Nero (1Kg). Ho seguito tutti i tutorial possibili... ed ho pensato di cominciare a stampare sul piano in alluminio, piatto caldo 75° estrusore a 245°... ma non c'è verso di far aderire il filamento al piano... Ho provato con la colla vinilica, con il biadesivo, ma non con la lacca (non ne avevo a casa, mia moglie usa la schiuma... ç@#@##), poi sconfortato ho messo un foglio di carta sotto l'ugello... e per magia il filamento ha cominciato ad attaccarsi... ma non avendolo incollato uniformemente al piano, ma solo ai lati col nastro carta, la stampa dopo un pò ha cominciato a muoversi... ho riprovato e riprovato sul piano... niente... Il mio dubbio è che io sbagli completamente la calibrazione del piatto, o la distanza minima che l'ugello deve avere dal piatto per stampare correttamente. Sono riuscito anche a fare un paio di stampe... ma i primi strati praticamente non uscivano dall'ugello, perchè sfregava sul piano... però queste sono le uniche volte che sono riuscito a stampare... Lo so che qualcuno di Voi avrà la pelle d'oca o, come si dice dalle mie parti, "il pelo canino", ma io non riesco a fare di meglio... ho bisogno del Vs aiuto. Ho letto che bisogna allontanare di 0.2 l'estrusore dal piano perchè col PETG è meglio... ma ho la sensazione che il filamento non si attacchi. Ho anche comprato i tappetini per la stampa in nastro blu, ma ancora non mi sono arrivati. Riproverò con quelli, ma sono sicuro che il mio errore è nella distanza tra Ugello e Piatto... ogni volta che parte la stampa il filamento che esce dall'estrusore si attorciglia all'estrusore e non si attacca al piano... Ho pensato anche che l'estrusore sia sporco, ma quando provo a spingere il filo nell'estrusore scorre dritto... non so... Ormai sono DISPERATO... salvate questo povero papà...
  19. Buongiorno a tutti e grazie mille per l'aiuto che saprete darmi, Ho un bambino che da sempre mi chiede di fare e costruirgli cose... e affascinato dal mondo della stampa 3d comprato una Anet A8 sia per il prezzo basso che per la voglia di cimentarmi nel montaggio... informandomi sulla rete per capire quale filamento potessi usare, mi sono imbattuto nel PETG, che essendo utilizzabile anche per gli alimenti, ho ritenuto il più sicuro. Il montaggio della stampante è andato alla grande... nessun intoppo, cominciato e finito in un fiato, di notte, per evitare "intrusioni" ed "interventi" esterni. Il problema è stato quando ho pensato di stampare... Superata la delusione legata al filamento che mi hanno mandato in dotazione (era tutto spezzato... e quindi a mio parere inutilizzabile... ) ho aperto il mio PETG Nero (1Kg). Ho seguito tutti i tutorial possibili... ed ho pensato di cominciare a stampare sul piano in alluminio, piatto caldo 75° estrusore a 245°... ma non c'è verso di far aderire il filamento al piano... Ho provato con la colla vinilica, con il biadesivo, ma non con la lacca (non ne avevo a casa, mia moglie usa la schiuma... ç@#@##), poi sconfortato ho messo un foglio di carta sotto l'ugello... e per magia il filamento ha cominciato ad attaccarsi... ma non avendolo incollato uniformemente al piano, ma solo ai lati col nastro carta, la stampa dopo un pò ha cominciato a muoversi... ho riprovato e riprovato sul piano... niente... Il mio dubbio è che io sbagli completamente la calibrazione del piatto, o la distanza minima che l'ugello deve avere dal piatto per stampare correttamente. Sono riuscito anche a fare un paio di stampe... ma i primi strati praticamente non uscivano dall'ugello, perchè sfregava sul piano... però queste sono le uniche volte che sono riuscito a stampare... Lo so che qualcuno di Voi avrà la pelle d'oca o, come si dice dalle mie parti, "il pelo canino", ma io non riesco a fare di meglio... ho bisogno del Vs aiuto. Ho letto che bisogna allontanare di 0.2 l'estrusore dal piano perchè col PETG è meglio... ma ho la sensazione che il filamento non si attacchi. Ho anche comprato i tappetini per la stampa in nastro blu, ma ancora non mi sono arrivati. Riproverò con quelli, ma sono sicuro che il mio errore è nella distanza tra Ugello e Piatto... ogni volta che parte la stampa il filamento che esce dall'estrusore si attorciglia all'estrusore e non si attacca al piano... Ho pensato anche che l'estrusore sia sporco, ma quando provo a spingere il filo nell'estrusore scorre dritto... non so... Ormai sono DISPERATO... salvate questo povero papà...
  20. Ciao a tutti, sono nuovo su questo forum e prima di tutto vi saluto! Ho un problema da sottoporvi: Ho una Wanhao Duplicator i3 plus e utilizzo Cura con il plugin Pause at height per sostituire il filamento. L'estrusore si posiziona correttamente nella posizione di riposo (che ho impostato) ma appena ci arriva riparte subito a stampare non permettendomi di sostituire il filo. Precedentemente a questa stampante ho avuto l'occasione di utilizzare una Hephestos i3 e il plugin funzionava correttamente dandomi l'opportunità di continuare la stampa una volta sostituito il filo. Qualcuno ha riscontrato lo stesso problema? Se sì c'è un modo per risolverlo? Vi ringrazio e buona serata a tutti. Giovanni
  21. Ciao a tutti, da qualche tempo sto avendo problemi di discontinuità di estrusione. Quando ad esempio la stampante sta eseguendo i primi layer senza infill, l'erogazione del materiale si interrompe a tratti per poi riprendere. Poggiando il dito sul filo all'imbocco del tubo di guida si sente come il filo smetta di avanzare nonostante la ruota dell'estrusore continui a girare. Lo fa sia con ABS che PLA a diverse temperature. Ho provato a pulire la ruota dentata, a pulire l'ugello in acetone e fiammandolo, ho verificato che il passaggio nell'hot end fosse libero, ho verificato e sostituito i drive del motorino di estrusione...non so che altro fare. Alcune caratteristiche della stampante: Mendelmax xl, filo 1.75 ugello 04 singolo estrusione NON bowden tipo E3dv6 Qui https://drive.google.com/open?id=0BwS-P3JiGvQ5aW83bzhEYlVrSDg alcune immagini per spiegare meglio cosa intendo. E' come se ogni "n" gradi della ruota il filo non uscisse pe poi riprendere appena superato il punto critico. Grazie fin d'ora per l'aiuto!
  22. Carissimi stampatori, avrei un piccolo quesito su cui mi sto arrovellando da qualche giorno. Ho praticamente esaurito il filo di ABS che avevo a disposizione e vorrei comprarne dell'altro. E qui arrivano i miei dubbi. L'ABS dovrebbe essere meccanicamente migliore del PLA però sulla carta sembra essere più "delicato" nella fase di stampa, soprattutto perchè ha dei coefficienti di ritiro più elevati. Vorrei capire anzitutto se mi potete consigliare un fornitore di qualità, sempre che ciò non violi ovviamente qualche regola del forum (e nel qual caso perdonatemi admins ed ignorate questo quesito). Ed infine "il domandone"... Posseggo una RepRap Aurora Z605, arrivata con filo in ABS da 3 mm (che mi pare di qualità piuttosto infima, visto che spesso si rompe e per estruderlo devo salire abbastanza con la temperatura). Vista la scarsità di informazioni sulle istruzioni dei cinesi, non capisco se devo per forza continuare con questo diametro per mantenere la compatibilità con l'estrusore oppure se posso scegliere altri diametri (mi consigliavano il 2,85 e il 1,75 mm) a mio gusto personale. Presumo che un filo più sottile permetta una risoluzione migliore, ma ovviamente è una mia supposizione. Fatemi sapere se potete e grazie! Giulio
  23. Ciao amici! Sono sicuro che ne avrete sentito parlare, come d'altra parte è successo a me, di persone che pretendono usare filamenti da 1,75 mm con stampanti che invece sono state progettate per "mangiare" filamenti da 3 mm. Da qualche giorno ho a mano una PowerWasp con ugello da 0.4 mm, pronta per filamenti da 3 mm. Attualmente sono lontano, potrò metterci le mani solo tra qualche giorno, ma potrei decidere di portare con me del filo da 1,75 visto che ho delle rimanenze. Qualcuno ha mai provato a fare questa cosa?
  24. Domanda easy easy... Ma è vero che anche i filamenti MakerBot hanno spesso dei problemi di attorcigliamento del filo? Ne parlavo ieri con alcuni amici che appunto mi segnalavano questo problema. Mi chiedo come sia possibile che un'azienda di questo tipo che si produce filamenti da sé incorra ancora in questi problemi. Il filamento MakerBot costa caro rispetto tanti altri, quindi dovrebbe anche assicurare una certa qualità, sia nelle componenti chimiche sia - passatemi il termine - nell'arrotolamento della bobina! Voi mi confermate queste voci? Sapreste dirmi come potrebbero fare i produttori per risolvere questo problema?
×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.