Vai al contenuto
[[Template core/front/profile/profileHeader is throwing an error. This theme may be out of date. Run the support tool in the AdminCP to restore the default theme.]]

Su Carsco

  • Rank
    Stampatore

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. Provato anche con l'altro di scorta, che avra' si e no 2 ore di utilizzo. Fidati: si puo' stampare 0.4 con 0.4. Ho anche una serie cinese da 0.1 a 1mm e ne ho usato lo 0.4: si stampa tranquillamente con layer di 0.4.
  2. Si', e' cosi'. Pero' resetta tutto il resto. Il flusso al 70% e' la causa di tutto. Non metterlo al 100%: resetta tutto! Magari c'e' qualcos'altro che hai toccato e non ricordi.
  3. Io ho consigliato di resettare le impostazioni ma vedo che non e' stato fatto. Ripeto: vai su cura, torna in modalita' Wizard (la piu semplice, quella dove puoi impostare solo ugello, layer e riempimento) e stampa la benchy con layer da 0.12 e ugello 0.2. Vedrai che verra' benissimo. Poi trasla questi valori sui valori personalizzati e se vuoi imposti numero pareti etc... ma non toccare cio' che prima non hai compreso bene. Ma non ne capisco il motivo... Allora se stampi con lo 0.6 che fai, metti 130%? Appurato che hai impostato davvero 0.2, resetta tutto e stampa con i valori di default.
  4. Vorrei andare un po' controcorrente, pero' coi fatti. Io ho sempre stampato con nozzle da 0.4 e layer di 0.4. Lo faccio sempre, se si tratta di bozze, perche' mi scoccia aspettare il doppio del tempo solo per vedere come viene. Ovviamente devono esserci almeno 3 pareti e mi assicuro che non ci siano pareti inferiori (ovviamente) a 1.2mm, cioe' 0.4 x3. Non tocco niente altro: flusso etc mai toccati. Ho appena stampato un muro 20x10x 1.2mm. Il muro e' solido, ne' piu' ne' meno se stampato a 0.2. Mi ci devo mettere di impegno per spezzarlo lungo i layer (PLA banalissimo). Considerate che e' soltanto una parete banale, senza tetti ne' incroci ne' altro. Riesco a fare il muro persino con due pareti (solido 20x10x 0.8mm) ma e' chiaramente piu' fragile. FRAGILE, non decomposto. Di sicuro non si sbriciola se lo tocco ma devo proprio piegarlo per spezzarlo. Ottimo per test ma ovviamente con pareti di almeno 0.8mm di spessore. E' chiaro che il minimo sindacale, per stampare con nozzle uguale all'altezza layer, sono 3 pareti. Con nozzle 0.2 quindi il minimo della parete e' 0.6mm per stampare con layer di 0.2. I miei scarsi 2 centesimi.
  5. Mi viene proprio difficile solo immaginare come il filo sia potuto diventare piu' grosso dentro il tubo. Secondo me e' stato tentato di tirarlo fuori mentre era ancora freddo o non abbastanza sciolto, con la punta a forma di gola o di ugello (quindi piu' grosso). Ma e' un tentativo che va fatto deliberatamente con molta forza. Se e' davvero nel tubo ed e' PLA, basta una soffiata di phon ben diretta sulla parte interessata, fino a rendere piu' pastoso il filamento. Gia' a 70° il PLA diventa pappa. Certo, cambiando tubo e gola si "risolve" lo stesso, ma se l'OP non ha dimestichezza con queste cose (anche io la prima volta ho pasticciato perche' c'era la colla fra tubo e gola) allora...
  6. Ma ostruito in che senso? Come fa a ostruirsi? Il filamento termina direttamente nella gola in maniera perfettamente cilindrica. Puo' spezzarsi, ok, ma sempre trasversalmente. Basta spingere dall'altro lato, magari alzando un po' la temperatura. Posso capire che l'ugello e' sporco, pieno di residui, ma da non impedirebbe mai la fuoriuscita. Certo, se uno sta usando uno 0.1... Certo che senza foto e' difficile da dirsi...
  7. Sicuri sicuri che hai detto allo slicer che ora hai un ugello da 0.2? Resetta comunque tutti i parametri e inizia da zero, da un preset.
  8. Io infilerei un altro filamento fino a raggiungere quello bloccato e poi contiuerei a stampare. Dove sta il problema? Mesi fa ho avuto un problema con un filamento che si era incollato sulla bobina. Ho potuto staccarlo via solo a pezzetti di 10cm ma l'ho usato quasi tutto, inserendoli a mano mentre la stampa era in corso.
  9. All'inizio avevo voglia di costruirmi la solita spazzola su cui far transitare l'ugello, poi ho sperimentato quanto segue nel video. Nella sua banalita', funziona. Video
  10. Allora, chiariamo: non e' che fa puzza, fa male "e allora" si muore tipo cianuro alla prima poppata. :) Si', certo, fa un po' di cattivo odore stile plastica bruciata, e chiaramente non ci puoi dormire nella stanza mentre stampi per ore perche' non sara' sicuramente salutare. Io oggi ho stampato delle prove per un paio d'ore e mi e' bastato tenere la finestra socchiusa, badando a non tenere la porta aperta per non far andare il cattivo odore nel resto dell'appartamento. Non ho sofferto per nulla ed entrando nella stanza non si sentiva quasi per nulla l'odore. E il pezzo non ha nemmeno sofferto il fatto che ho 18° in camera e che ogni tanto arrivava qualche spiffero da fuori. Non e' l'ABS: e' meglio. Rispondendo a marcottt, CERTO che adesso non mi metto a stampare tutto in ASA, ci mancherebbe. Ho solo detto che nel caso in cui serva un materiale "come" l'ABS ma meno rognoso allora l'ASA e' proprio la soluzione. Fra l'altro leggo che e' perfetto per oggetti da esporre alle intemperie e agli UV quindi l'ABS cessa proprio di avere un utilizzo, a parte quello di distruggere gli hotend. ;) Per esempio: qualche giorno fa ho stampato alcuni supporti microfonici per un amico. Il solo microfono costa oltre 1000 euro, il supporto ne vale meno di 1. Si rompe sempre, costa 50 euro e si ri-rompe: e' un difetto progettuale e sono sicuro che lo sanno. Gli ho creato 8 supporti in PLA, l'unico che avevo nero. Perfetti. Indistruttibili. Pero' sono quasi sicuro che prima o poi si scioglieranno come neve al sole :) e la domanda iniziale (PET o PETG) era riferita proprio a questo caso. Se glieli ristampo con l'ASA non avra' nessun problema finche' campa. Ecco l'uso che devo farne. Non ci stampero' ogni cosa che mi viene in mente :) Anche perche' costicchia. Fatevi un favore: compratene una rulla e provatelo, se avete necessita' di quel genere. E' da un bel pezzo che ti ringrazio e ti cito, ma non te ne sei accorto 🙂
  11. ASA! Sto parlando di ASA da mo'.
  12. Altro update: ho preso una tazza con acqua e l'ho portata all'ebollizione nel microonde. Ho preso il cubo (con tutto il brim) e gliel'ho buttato dentro. Non e' successo praticamente niente! Allora ho richiuso il forno e ho fatto "cuocere" per altri 2 minuti. L'unica cosa che si e' un po' rammollita e piegata e' il brim ma il cubo ne e' uscito indenne. Nemmeno si e' rammollito. L'ho potuto picchiare sui vertici sentendo ancora una perfetta rigidita'. Alla fine il cubo non ha subìto alcun danno dimensionale, come se non ci fosse nemmeno stato dentro. Ottimo, sul serio. Ancora grazie a chi mi ha fatto conoscere questo materiale.
  13. Sul serio, niente male. 70° primo strato e 60° i successivi. Ventola spenta.
  14. Sto affinando un po' la cosa. Sono a 70° primo strato e 60° gli altri, ma sempre col brim. Se devo scegliere fra 90° di bed e 70° con brim, meglio la seconda. Il primo strato e' sempre grumoso, ma gia' dal terzo va molto meglio. Almeno stresso di meno il tappetino, a patto che il primo strato non sia molto schiacciato. In questo caso il filamento si insidia nei micropori e non viene piu' via. Meglio un primo strato grumoso che l'impossibilita' di rimuovere i residui.
×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.