Vai al contenuto
[[Template core/front/profile/profileHeader is throwing an error. This theme may be out of date. Run the support tool in the AdminCP to restore the default theme.]]

Reputazione Forum

280 Excellent

Su Carsco

Profile Information

  • Gender
    Array

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. Stai facendo esattamente lo stesso percorso mentale che ho fatto io 🙂 C'e' il post da qualche parte. Alla fine mi sono svegliato ho preso la gola in titanio 🤭
  2. Ci avevo gia' pensato con l'ottone, ma mi hanno fatto capire che era una strada senza uscita in quanto l'ottone conduce estremamente bene il calore (l'alluminio conduce il DOPPIO dell'ottone). Tantovale usare una gola in titanio da 5-6 euro come consigliato da Killrob.
  3. Carsco

    Inviato

    Salve. In cima ad ogni post compare la dicitura "Inviato" seguito dalla data in cui e' stato inviato il messaggio. Tutto cio' e' anche un URL che puo' essere usato per linkare direttamente il post. In alcuni post, credo in quelli recenti, compare solamente "Inviato" (senza data). A cosa puo' essere dovuto? A volte e' necessario capire se il post e' davvero recente oppure ha qualche giorno.
  4. Anche quello della Ender, appena comprato, e' perfetto. Ed e' cosi' per tutti. Pero' anche la parte terminale del tuo Capricorn pagato il triplo di un comune tubo in teflon durera' fin quando si ammoscera' e perdera' la forma causando ostruzioni, esattamente come tutti gli altri. E' sempre PTFE appoggiato direttamente al nozzle. Inoltre, il tubo della Ender 3 Pro e' inserito con un collante intorno che, dopo un bel po' di tempo, si scioglie rendendo tutto "gommoso". A risentirci fra un anno, col tuo Capricorn. 🙂
  5. Secondo me ti stai facendo influenzare troppo. La stanza in cui userai la stampante ha una porta e una finestra? Se le ha puoi tenerle aperte mentre stampi? Hai gia' abbattuto una buona percentuale di tutto quello che c'e' di "tossico". Conosco persone che usano acetoni e candeggine e poi non aprono le finestre respirando tutto per ore. Pensi che queste persone siano piu' al sicuro di me con la stampante sulla scrivania in una stanza 3x2? Se poi metti la stampante nello sgabuzzino senza finestra e ci dormi pure dentro, allora te le cerchi 🙂. Capisco che l'inverno puo' essere un problema ma basta non soggiornare mentre stampi materiale ad alta temperatura come l'ABS. Questo inverno ho stampato qualcosa in ASA ed entravo in stanza ogni 15-20 minuti solo per vedere se il pezzo era ancora attaccato al piano. Finestra aperta e nessun problema. Il PLA lo stampo anche se sono in stanza ma naturalmente mai con tutto quanto chiuso. Insomma, un minimo di precauzione. Non devi abbandonare l'idea di avere una stampante. Fra l'altro, mica stamperai h24... Forse i primi giorni sara' completamente al centro della tua attenzione ma dopo un po' la userai come si usa qualsiasi elettrodometico: quando serve.
  6. Non basta, perche' il suo inverter potrebbe essere scarso. Anzi, molto probabilmente il suo e' proprio online perche' la stampante sbarella mentre c'e' la luce e non quando manca. Quindi molto probabilmente e' online ma con un inverter a "onda inventata" 🙂, il che cozza con l'alimentatore della stampante. Ad ogni modo, visto che la stampante funziona in CC a 24V, io opterei per due belle batterie da 12V in serie e lo stesso alimentatore della stampante (alzato di tensione dal trimmer) in funzione di caricabatteria. In questa configurazione sarebbe perennemente alimentato con una CC "vera" e avrebbe ore e ore di autonomia se andasse via la corrente. Quando la corrente ritorna l'alimentatore funge da caricabatterie (regolato bene con una pinza amperometrica in CC). Non e' complicato, ma difficile per chi non mastica, lo capisco. Oppure ci si compra un UPS vero, di marca, a onda sinusoidale.
  7. A parte tutto quello che ti hanno detto sui dati di targa degli UPS, dimentichi che c'e' UPS e UPS. Molti UPS economici hanno una forma d'onda che gia' chiamarla "onda" e' un complimento. Tutto questo lerciume che i produttori chiamano "onda pseudosinusoidale" o "sinusoide ricostruita" etc... cozza con la tipologia dei moderni alimentatori che si aspettano una buona sorgente di alimentazione proprio perche' funzionano con lo stesso principio (non forniscono una "vera" corrente continua). Hai mai provato a collegare un banale frigorifero ad un UPS di questo genere? 🙂 Eppure sono solo 150-200W... Quindi, evidentemente, l'UPS del PC genera una forma d'onda migliore e piu' pulita di quello di Amazon, e quindi l'alimentatore della stampante non sbarella. Taglia la testa al topo e metti l'UPS Amazon al PC: se funziona significa che l'alimentatore del PC e' fatto meglio (e spesso lo e', se costano e hanno una marca). Ne so qualcosa perche', da radioamatore, non possiamo usare alimentatori "qualsiasi" in PWM per alimentare le radio, e spesso usiamo proprio quelli giganti anni 80 a trasformatore dal peso di 20-30kg. Nemmeno se fosse costruito con la tecnologia di due secoli fa potrebbe avere questa bassa efficienza (16%!!!). C'e' qualcosa che non va coi dati. Dove leggi 2A a 220VAC? Se lo leggi su una targhetta non e' il consumo, ma la protezione interna al primario. Prendi un misuratore di potenza, collegalo e ti accorgerai che non si avvicinera' nemmeno ai 440W. 🙂
  8. Spiegati meglio. Lo fa sempre o solo all'inizio della stampa? (parli di homing...) Se lo fa solo all'inizio della stampa puoi usare uno "skirt" per mettere il tubo bowden in pressione. Serve apposta per iniare correttamente una stampa quando si hanno di questi problemi. Oppure non ho capito il quesito, quindi ti chiedo di spiegarlo meglio.
  9. Fidate... quella e' una ventola da 12V. L'adesivo "24V" e' messo dalla Creality ma la ventola (non ricordo adesso marca e modello, mi pare Sunon) e' 12V.
  10. Si, la Ender 3 e' la piu' gettonata e troverai di tutto per essa: informazioni, ricambi, tutorial... La Ender ha uno stupido "difetto": hanno alimentato a 24V una ventola da 12V perche' gli costava troppo fare diversamente. Quindi la ventola dell'hotend fa un rumore da jet perche' e' overvoltata del 100%, ed e' perennemente accesa anche se non stai stampando! Io ho risolto con un downconverter 24V > 12V posto direttamente dentro la scatolina dell'hotend. Era un rumore pazzesco, da infilarsi proprio nel cervello. Chi non ha dimestichezza e manualita' con queste cose puo' mettere il convertitore dove gli pare e far passare un altro filo nel fascio che arriva all'hotend, con cui alimentare solo la ventolina. Non e' cosi' complicato. Non so se nella Ender 3 V2 abbiano risolto questo problema. Lo dico perche' vedo che la scatolina ha forma diversa. Un altro difetto dell'alimentatore Meanwell (splendidi alimentatori che uso da 20 anni!) e' che per farlo cosi' sottile e' stata usata una ventola troppo vicina al circuito e quindi genera un rumore assordante perche' sta funzionando fuori specifiche. Basta stampare un nuovo guscio dell'alimentatore e spostare la ventola al di sopra di esso: rumore sparito. In inverno e' possibile persino spegnere la ventola (e' un Meanwell!). Questo problema riguarda solo la Ender 3 Pro, non la Ender 3 classica con l'alimentatore cinese piu' cicciotto. Cosi' facendo puoi usare la stampante a 2-3m senza problemi. Io ce l'ho a meno di 1m da dove passo ore seduto al PC. E' quasi rilassante. Rimane solo il "rumore" dei movimenti che e' dovuto ai driver della scheda, ma definirlo rumore credo sia troppo. Comunque la nuova versione della scheda costa circa 40 euro e puo' cambiarla chiunque. Anzi, credo che la nuova Ender 3 V2 abbia gia' la scheda di serie. A questo punto non sentirai piu' nulla se non il leggero soffio della ventola laterale, quasi inudibile. Per avere meno rumore di questo devi avere la stampante in un'altra stanza. Di un altro appartamento 🙂 Puoi trovare la Ender 3 V2 direttamente nello store Europeo gia' corredata di tutti gli optional di cui ti parlo (e altri ancora che potresti comunque stampare da te).
  11. Siamo alle solite, con al Ender 🙂 La manutenzione della parte terminale del tubo e' indispensabile dopo un bel po' di stampe. Si accorcia, si pulisce la gola e si ricomincia. Magari anche una bella pulita al nozzle male non fa.
  12. Il brim aiuta eccome! Fallo 10-15mm e vedrai come funziona.
  13. Benvenuta. Qui troverai gente pronta ad aiutare ma soprattutto a mettere a disposizione le proprie esperienze. La stampa 3d non e' proprio una scienza esatta, ed e' una delle cose con cui fare i conti prima o poi 🙂
×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.