Vai al contenuto
[[Template core/front/profile/profileHeader is throwing an error. This theme may be out of date. Run the support tool in the AdminCP to restore the default theme.]]

Su Pieroim

  • Rank
    Matricola

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. Ho voluto testare le recenti versioni di S3D, Cura 4.3, PrusaSlicer 2.1.0 stampando un piccolo oggetto con la mia Alfawise 30 Pro e Sunlu PLA +. In realtà ho fatto questo test perché dal punto di vista della usabilità mi piace molto PrusaSlicer.. ma non riesco ad ottenere risultati confrontabili con gli altri 2 slicer.. magari discutendone assieme riesco a trovare i parametri giusti.. ho cercato cmq di uniformare i parametri dei 3 slicers. Tutto stampato senza supporti. Di seguito i risultati: a sinistra PrusaSlicer, centro Cura, destra S3D Tempo di stampa identico, quella complessivamente piú pulita, soprattutto per i ponti, mi sembra la S3D, ha anche generato pochissimi fili.. anche la faccia alta della base e le facce alte dei ponti mi sembrano piú puliti. Con Cura le facce verticali ovali sono senz'altro le migliori, si vede molto bene in foto, il fondo dei ponti lasciano molto a desiderare, ha generato pochissimi fili. PrusaSlicer.. un disastro.. tantissimi fili sospesi, alcuni son venuti via staccando il pezzo dal piatto, la cucitura centrale ben in vista.. bho.. ho sempre risultati modesti rispetto agli altri 2.. Inoltre, pur avendo impostato per tutti e 3 gli slicers la funzione Posizione giunzioni: casuale (proprio per non vedersi la cucitura), PrusaSlicer ha fatto un pessimo lavoro, mi sembra..
  2. Da dove si scaricano i plugins? trovato..
  3. Onshape, cad 3D parametrico da usare direttamente da web, su browser o, se hai un iPad, installando l’app gratuita. È gratuito per noi maker squattrinati. E’ più semplice ed intuitivo di Solidworks tra i parametrici. Altrimenti il già suggerito Fusion360.. ma a quel punto farei un piccolo sforzo in più disegnando con un vero CAD parametrico quale è Onshape. Freecad, tra i parametrici, l’ho usato un po’ ma è più macchinoso, lento e meno intuitivo dei 2 citati.
  4. Pistola Colla a Caldo, Elekin Kit pistola colla con 20-Pezzi-Stick,Temperatura Regolabile(100W) https://www.amazon.it/dp/B07TBFMP5X/ref=cm_sw_r_cp_tai_dZ5CDbYMT5BBS
  5. Mi è arrivata la pistola, x ora la sto usando a 180 gradi e funziona bene. La temperatura alta della colla sembra la faccia aderire meglio; rispetto all’uso della stessa su superfici diverse (vetro, metallo, ecc) l’adesione sul PLA è migliore. Proverò a portarla a 220 gradi, il massimo.
  6. Ho acquistato un isolante termico, una sorta di piano con adesivo da un lato e materiale isolante dall’altro, da applicare sotto il piano riscaldante. Prima di applicarlo mi son venuti alcuni dubbi. In particolare se devo ritagliare la zona dove ci sono i contatti elettrici al lato del piatto ed al centro del piatto, per lasciarli liberi. E’ del tutto indifferente o conviene lasciarli liberi?
  7. In effetti il dubbio sulla temperatura l’ho anch’io.. poi vedo i link che mi hai inviato.
  8. Come da titolo sto pensando di acquistare una pistola x colla a caldo x incollare le varie componenti che stampo in PLA. Prima di acquistarla mi chiedo se come soluzione è efficace e se ci sono delle caratteristiche da considerare. Io sto pensando di acquistare una pistola x colle con fusione ad alta temperatura, attorno ai 200 gradi, x una maggior tenuta. Che ne pensate?
  9. Magari quando lo provi facci sapere come va, potrebbe andar bene nel mio caso dove x lo più stampo componenti basse.
  10. Ho stampato altre componenti “toste” usando la base “Raft” e va alla grande, consuma un po’ di materiale ma poi si stacca facendo leva con una lama su di un bordo della zattera. Ora sto variando la percentuale di riempimento del Raft, sono passato dal 100% di default (maggior materiale e tempo) ad un 60%.. e già così va alla grande, ma credo si possa snellire ulteriormente riducendo anche il numero di layer che stampa. Comunque gran bella cosa questa funzione che uso in Simplify3D, non so, magari è presente anche in altri slicers.
  11. Sto stampando un mio piccolo progetto meccanico e ci sono parti piuttosto basse e larghe. Ieri ho stampato un ingranaggio tondo largo 10 cm e alto meno di 1 cm.. non c’era verso di staccarlo senza danneggiarlo o danneggiare il piano con adesivo, Alfawise U30 Pro. Alla fine ho portato il piano a 100 gradi e lentamente, aiutandomi con un coltello, l’ho staccato.. ma un po’ si è deformato x il calore.. tecnica che non va bene. Poiché è questo l’uso maggiore che farò della stampante, c’é un procedimento, un piano di appoggio, più efficace per questo genere di stampe? Sto pensando di usare il Raft, quella sorta di zattera che costruisce sotto l’oggetto Simplify3D..
  12. Io son passato a Simplify3D.. tutto un altro pianeta.. ma costa. Mi hanno detto molto bene del nuovo slicer Prusa 2.0, free e ben fatto... magari potreste provarlo
  13. Proverò con la lacca, allo stesso tempo mi piacerebbe sostituire il piano adesivo, dove lo hai trovato? Per la sostituzione immagino si debba riscaldare il piano per quindi staccare l’adesivo attuale, immagino.
  14. ok, ruotando il piano é di vetro, posso usare lo stesso piano. Con lacca immagino. Voi come lo usate? uno spruzzo leggero di lacca e via?
×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.