Vai al contenuto
[[Template core/front/profile/profileHeader is throwing an error. This theme may be out of date. Run the support tool in the AdminCP to restore the default theme.]]
  1. Come si chiama l'opzione? Così magari cerco qualcosa di simile su Simplify3D
  2. Al momento ho stampato solo con il PLA (a dire il vero PLAplus). Mi trovo molto bene e infatti facile da stampare e il risultato è buono. Ho tuttavia qualche problemi con la resistenza dei pezzi stampati. Stampando un pezzo con il 25% di riempimento mi capita che nelle zone più snelle, dove quindi all'interno c'è poco materiale, si rompano facilmente. Mi chiedevo se esistesse un modo nello slicer (io uso Simplify3D) di impostare un riempimento "variabile" ovvero dire al programma che deve tenere in considerazione la singola porzione del pezzo e aumentare il riempimento dove ci sono zone più snelle e fragili. Aumentare il rimepimento in tutto il pezzo sarebbe infatti un inutile preco di tempo e materiale. Non so se mi sono spiegato riport quindi un esempio. Ho stampato la tartaruga che si trova qui: https://www.thingiverse.com/thing:220596 La coda è "piccola" quindi di fatto impostando il 25% di riempimento viene quasi vuota, cadendo si è subito rotta.
  3. Riporto la mia esperienza magari può servire a qualcuno. Effettivamente alcune schede sono spedite senza bootloader, in questi casi prima di poter caricare il firmware deve essere caricato il bootloader. Per caricare il bootloader c'è bisogno di un ISP, ho provato sia a usare un clone di un Arduino Nano che un UBSasp ma con scarsi risultati. Usando invece un Arduino Uno sono riuscito sia a caricare il bootloader che Marlin. Sembra funzionare tutto bene ho solo un bug sullo schermo della stampante, a volte durante la stampa invece delle classiche informazioni (temperature, tempo, ...) sono mostrati simboli strani senza senso. La cosa succede di rado e non inficia la stampa anche se impedisce di usare il menu della stampante.
  4. Qualcuno mi potrebbe consigliare un supporto che permetta il montaggio sia dell'estrusore E3Dv6 che del sensore BLtouch su una Anet A8, cerco qualcosa di semplice e che mi permetta di riutilizzare quante più parti possibile dei componenti originali, cuscinetti dell'asse X inclusi. Voglio montare il motore dell'estrusore sul telaio della stampante. Ho trovato diverse soluzioni su Thingiverse ma sono per lo più cose futuristiche e inutilmente complicate a mio avviso. Grazie
  5. Io nel forum non trovo nulla per lo specifico problema. Ci sono diversi post su Marlin e problemi di installazione ma non sono simili al mio caso. Per il momento ho provato a usare Arduino Nano come ISP ma non sono riuscito a caricare il firmware. Ho ordinato quindi un USBAsp, sperando che con questo fili tutto liscio. Sul discorso della dimensione del firmware invariata non sono sicuro, andando ad abilitare (decommentando) alcune funzioni penso che venga di fatto compilato più codice. In situazioni normali non è un problema ma qui si parla di quantità di memoria piccole. Boh, speriamo. Intanto mi piacerebbe poter installare il bootloader e Marlin "base"
  6. Si sembra che sia quello il problema, insomma sono stato fortunato. Mi pare di capire che posso usare un Arduino Nano come ISP per caricare il bootloader sulla scheda a quel punto dovrebbe essere possibile caricare il firmware. Mi chiedo solo se lo spazio nella scheda ci sia anche in previsione di installare un e3Dv6 e un sensore 3D touch che probabilmente richiederanno di flashare di nuovo il firmware ma con dimensioni maggiori. Già adesso Arduino mi dice che solo Marlin (base senza nulla) mi occuperebbe l'82% della memoria.
  7. Sto cercando di installare Marlin sulla mia Anet A8. Ho seguito per passo passo questa guida: http://claudioferru.altervista.org/aggiornamento-firmware-scheda-anet-a8/ (una delle tante in rete). Conosco Arduino IDE in quanto l'ho già usato in passato per alcuni progetti con UNO, Nano e NodeMCU quindi non sono proprio al buio. Il codice di Marlin viene compilato correttamente ma non trasferito alla stampante, di seguito riporto gli errori: Lo sketch usa 104550 byte (82%) dello spazio disponibile per i programmi. Il massimo è 126976 byte. Le variabili globali usano 4085 byte di memoria dinamica. avrdude: stk500_getsync() attempt 1 of 10: not in sync: resp=0xd6 avrdude: stk500_getsync() attempt 2 of 10: not in sync: resp=0x6f avrdude: stk500_getsync() attempt 3 of 10: not in sync: resp=0x80 avrdude: stk500_getsync() attempt 4 of 10: not in sync: resp=0xbf avrdude: stk500_getsync() attempt 5 of 10: not in sync: resp=0xae avrdude: stk500_getsync() attempt 6 of 10: not in sync: resp=0xd6 avrdude: stk500_getsync() attempt 7 of 10: not in sync: resp=0x02 avrdude: stk500_getsync() attempt 8 of 10: not in sync: resp=0x21 avrdude: stk500_getsync() attempt 9 of 10: not in sync: resp=0xcc avrdude: stk500_getsync() attempt 10 of 10: not in sync: resp=0xd6 Errore durante il caricamento dello sketch Ovviamente ho controllato che la porta COM fosse quella giusta (tra l'altro è l'unica). Cercando in rete ho letto un paio di messaggi di utenti che affermavano che alcune schede vengano inviate prive di bootloader (non so come sia possibile) e che in questo caso è impossibile caricare il firmware se prima non si carica un bootloader, peccato che poi nessuno dica come fare: https://sudomod.com/forum/viewtopic.php?t=4968 (esempio) Qualcuno ha suggerimenti in merito? Questa cosa delle schede senza bootloader è vera?
  8. Sto pensando di apportare un paio di upgrade alla mia Anet A8. Vorrei installare sicuramente un sensore di auto-livellamento (per evitare la procedura manuale) e probabilmente l'estrusore E3DV6 (per velocizzare un pochino la stampa). Mi pare di capire che l'installazione del E3DV6 implichi di suo l'installazione del firmware Marlin cosa necessaria tra l'altro anche per il sensore di auto-livellamento. In merito al sensore di auto-livellamento ho un paio di dubbi: premesso che ho un piano di vetro e che ho quindi scartato il sensore di tipo induttivo, ho letto da qualche parte che per il vetro il tipo 3d touch è più preciso del capacitivo, la cosa è vera? quando ancora non conoscevo 3d touch e quindi stavo cercando materiale per capire come funzionasse quello capacitivo mi sono imbattuto in una bella guida dedicata alla Anet A6 (la mia come detto è una A8) nella quale si diceva che a causa dei limiti di memoria della scheda per installare Marlin con abilitato il supporto al sensore capacitivo era necessario rimuove il supporto alla scheda SD. Vorrei conferme che sulla Anet A8 (scheda v1.5) si possa installare il sensore 3d touch o capacitivo e possibilmente l'E3DV6 senza poi andare ad eliminare funzioni importati come l'SD dal firmware.
  9. Allora, ieri sera ho smontato tutto l'estrusore. Come detto l'ho dovuto scaldare a mi sono aiutato con un paio di pinze per non scottarmi. L'ho ripulito tutto dal materiale che vi si era incollato, ho messo il teflon come suggerito da @Hinokami (grazie della dritta) e ho rimontato il tutto. Ho quindi fatto una prova di stampa e ha funzionato tutto alla perfezione, stringendo il nozzle alla gola non ho avuto alcuna fuoriuscita di materiale. Inoltre ora è tutto ben solido e saldo. Ora che sembra funzionare il tutto passerò agli upgrade, mofset in primis. Grazie a tutti per il supporto. Prima di chiudere una domanda, ma c'è un modo agevole di sostituire il filamento? Io sono riuscito a toglierlo solo mentre avevo di fatto fatto a pezzi l'estrusore. In condizioni ordinarie semplicemente tirando il filamento (a caldo) non mi pare che venga.
  10. Un minimo lo devo per forza scaldare dato che attualmente il materiale raffreddato di fatto lo "incolla" e mi è impossibile fare qualsiasi cosa. Il tutto cercando di non scottarmi. Qualcuno ha un disegno in sezione di come è fatto sto benedetto estrusore perchè mi riesce difficile capirne il funzionamento. Non avendo una vite di controbattuta nella parte superiore come fa si può bloccare il tutto semplicemente stringendo il nozzle. @Hinokami il teflon lo fai messo tra la gola e hot block in modo da fargli da tappo, giusto? Dovrei quindi svitare del tutto il nozzle, rimuovere l'hot block mettere il teflon e rimontare il tutto. Ma il materiale che è già uscito e che a questo punto sporca tutti i filetti della gola come lo rimuovo?
  11. Io nel montare l'estrusore ho avvitato la vite superiore presente nella barra filettata (gola) in modo da renderlo solidale al supporto di metallo ma non ho mai avvitato il nozzle perchè ho dat per contato che fosse già stretto al hot block, cosa che a questo punto probabilmente non era. Quindi, fermo restando che la gola è ancorata superiormente per rendere i 3 pezzi solidali tra loro devo solo avvitare il nozzle che dovrebbe attualmente non essere stretto e nelfarlo devo non esagerare per non spezzare la gola che è cava. In serata ci provo, grazie per il momento.
  12. Devo provare a stringere la punta di ottone, giusto? Ma é normale che il parallelepipedo di metallo (non so come si chiama) ruoti intorno alla vite filettata oppure il problema ha la stessa causa?
  13. Ho l'impressione che il mio estrusore abbia qualche problema. Intanto il parallelepipedo grigio (quello su cui arrivano i cavi) tende a ruotare intorno alla vite di ancoraggio quando penserei con dovrebbe essere fisso. Inoltre in fase di stampa del filamento esce dalla parte alta del parallelepipedo grigio in corrispondenza della vite (vedere freccia rossa foto) e questo non penso sia normale anche perchè durante una stampa (che può durare diverso tempo) immagino che il materiale potrebbe cadere sul piatto o imbrattare tutti i cavi. Come dovrebbe funzionare?
  14. Penso di aver capito il problema. A partire dal modello scaricato da Thingiverse ho usato CURA 4 con un profilo scaricato da internet per Anet A8. Non conoscendo CURA mi sono limitato a importare il modello e generare il GCODE ma evidentemente o il profilo della stampate è sbagliato o si deve settare qualcosa perchè ho provato a stampare uno dei GCODE di test presenti nella SD fornita nella stampante e sembra funzionare.
  15. Non ho ancora installato un firmware custom anche se mi pare di capire che sia "obbligatorio". Pensavo a Marlin visto che mi pare di capire essere il più diffuso e supporta anche il sensore di prossimità capacitivo che vorrei installare non appena mi riesce farla funzionare. Lo Z-Offset accetta solo valori positivi, ovvero alza l'estrusore che in basso è limitato dal fine corsa, posso ripetere il livellamento e abbassare l'estrusore in modo da avere più attrito con il foglio (ora effettivamente l'attrito e molto poco). Mi spieghi meglio la cosa del test dell'estrusore, perchè ho come la sensazione che possa essere li il problema. Osservando lavorare la stampante mi pare il materiale non esca in maniera uniforme. Devo rimuovere il filo? (cosa che ancora non ho capito come fare tra l'altro) Poi misuro 10cm e con un pennarello indelebile ci faccio 2 segni quindi? Per estrusione a mano intendi letteralmente a mano o c'è modo dal firmware di fargli estrudere un certo numero di cm di filo? Grazie
×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.