Vai al contenuto
[[Template core/front/profile/profileHeader is throwing an error. This theme may be out of date. Run the support tool in the AdminCP to restore the default theme.]]

Carlo Macchiavello last won the day on July 5

Carlo Macchiavello had the most liked content!

Reputazione Forum

20 Excellent

Su Carlo Macchiavello

  • Rank
    Smanettone
  • Compleanno 21/07/1973

Profile Information

  • Gender
    Array
  • Location
    Array

Visite recenti

1.793 visite nel profilo
  1. In un gruppo fb è stato descritto come un pla caricato con percentuale petg per avere una maggior robustezza ma stampabilità del pla, allego una tabella postata sul gruppo come riferimento temperature e rese
  2. risposta lunga, intanto grazie a tutti quelli che mi avete risposto, mi avete dato un po' di spunti varii 😄 faccio 3d dal 91, quando per ottenere determinati risultati dovevi scriverti da solo gli shader, l'ho fatto perchè dovevo farlo, non perchè volevo farlo. Io nasco come artista tradizionale con la creta, stampi e controstampi e iniezioni di resine, schiume etc, e mi affacciai al 3d perchè vedevo li il futuro. Agli inizi del 2000 lavoravo in una azienda che faceva prototipazione con le frese a controllo numerico, allora decisamente costose (intorno ai 50k), e poi dovevi rifinire a mano perchè comunque le finiture su plexiglass scavato non erano da lucidatura perfetta (facevamo prototipi di flaconi di profumo di lusso). Quindi lavorazione manuale, colorazione ad aerografo e finiture tutte manuali. Negli ultimi 6-7 anni si stanno chiudendo i cerchi per tornare dal 3d nel mondo reale a cifre alla portata di tutti e come ho fatto nel mondo del software ho rotto i coglioni agli sviluppatori per poter fare meno il tecnico e tornare a fare l'artista, da qui il motivo delle mie domande e della mia curiosità. 😛 @FoNzY ho già fatto esperienze di montaggio smontaggio e ho qualche centinaio di ore di stampa con una stampante vecchia, che avendo problemi, ho cercato di migliorare ma ho trovato intoppi per la mia ignoranza, che non volevo più colmare (su quella macchina) perchè perdevo più tempo a metter a posto la macchina che stampare i miei oggetti. come shiny3d ha visto (gli ho regalato la mia vecchia stampante), non significa che se devo non mi ci metta, ma se posso evitarlo.. anche perchè non nascendo come tecnico elettronico, posso cercare, leggere tanti manuali e studiare, ma... se posso evitarlo... ho una lista di cose che invece voglio imparare in tanti altri ambiti che non mi basteranno tre vite 😛 Infatti lper scegliere cosa prendere come macchina nuova, e leggendo in giro mi è sorta la curiosità di questo trend, ed essendo una persona a cui piace chiacchierare e capire le scelte degli altri ho posto la domanda. Mi piace capire come pensano gli altri, lo trovo un modo utile per imparare da tutti, da diversi modi di pensare. Non ho il budget per prendermi una Zortrax. Ma se fosse andrei in quella direzione per l'assistenza. Come dico spesso, ad ognuno il suo lavoro, e pur avendolo dovuto fare, e dovendolo fare in tanti miei lavori, non voglio fare il tecnico, quindi cerco di restare lontano da ciò che oltre a non competermi, non voglio fare, lo farei male. @jagger75 (complimenti per l'avatar), se vai di stampante brand da 2000euro prima che si rompa ce ne vuole, ho diversi amici che hanno le zortrax in azione, uno in particolare che stampata da quasi tre anni, tutti i giorni, e tranne la manutenzione ordinaria zero problemi banali. Il prezzo sul brand giusto vuol dire anche affidabilità, che però non posso permettermi 😞 @Shini3D Su quelle a resina, di recente ho fatto le prove su una mars e una anycubic da chi mi ha introdotto alla stampa 3d anni fa. Abbiamo stampato delle cose insieme spiegandomi come fare, ma... no grazie, non è da uso casalingo per me, lui ha una stanza di casa dedicata a quello, io devo ritagliarmi gli spazi, e non posso metter su il laboratorio (non che non vorrei :-P) A parte la qualità migliore per me si hanno una serie di contro non trascurabili, dalla resina che ha possibili danni alla salute se mal gestita, allo smaltimento del materiale speciale (anche quelle lavabili in acqua), perchè i residui non si potrebbero scaricare in water o altro, e anche pulendo con carta, poi essendo elemento speciale non si butta nel secco, ma va smaltito, ai problemi di sunction, adesione, fissaggio, la durata delle resine se non ben fissate, il tipo di "manutenzione" sia della stampante che della stampa 3d. Ripeto, per me, per il mio modo di pensare e/o per le mie esigenze, che poi per ognuno sono differenti, ovviamente. @marcottt "Diciamo che se hai una stampante 3d sei uno che vede un problema (o solo una cosa che ti sembra migliorabile) e la devi risolvere..... Se non sei fatto così o stampi statuine oppure hai sbagliato a comprarla (secondo me)." tra virgolette si, stampo statuine (sono un ex sculture), ingranaggi per le cineprese, mod di altri ambiti dove c'è la mia passione, per questo trovo meno interesse a modificare la stampante, e trovo più interessante trovarne una che anche se mi costa 150-200 euro in più è già a posto per quello che devo fare, perchè il mio obiettivo è la stampa 3d e non la stampante 3d, che penso sia una buona parte degli obiettivi di chi si avvicina alla stampa 3d. quanto a chi ha una stampante 3d... ho un amico che stampa pezzi di ricambio per il tutore del figlio disabile, perchè lui è bravo a progettare in 3d e viviamo in una nazione dove il pezzo di ricambio di plastica da 20 centesimi non lo vendono, ma la asl ti cambia tutta la sedia a rotelle, peccato che devi prima restituire la vecchia e dopo qualche mese ti daranno la nuova, con tutti i disagi del caso. Un altro amico fa strutture per droni autocostruiti. Un altro ancora usa la stampante 3d per fare props per teatro e cinema. Una amica progetta fermagli, un'altra stampa i prototipi per verificare prima di far produrre le sorpresine della ferrero che siano sicure e che non otturino la gola artificiale (test per chi produce giocattoli), un amico produce tappi custom per moto, li stampa in 3d, fa stampo, colata in materiale adatto e via... vedi non conosco nessuno che le modifichi, ma tutti che le usano cosi come sono 😛 Il tuo "sei uno che vede un problema (o solo una cosa che ti sembra migliorabile) e la devi risolvere..... (secondo me)" è perfetto con (il secondo me). Dipende da chi sei, se sei un ingegnere o un tecnico di nascita è ovvio che vorrai migliorare lo strumento, è stata la tua scelta di vita, e ti/vi ammiro perchè è grazie a voi che posso usare questi strumenti, io non li avrei mai creati; se invece sei un utilizzatore, vuoi che gli strumenti che creano i tuoi oggetti funzionino e bon, perchè il tuo obiettivo è l'oggetto stampato, non lo strumento per stamparlo. E' sempre una questione di punti di vista, io conosco più creatori che tecnici, quindi il tecnico viene visto dalla categoria come l'anomalia; premettendo che io vengo messo nella categoria tecnico perchè comunque se posso risolvere senza chiamare l'assistenza, lo faccio e smonto nei miei ambiti tutto quello che uso 😛 Ammiro e ringrazio chi ci smanetta dietro perchè è grazie a tutte quelle persone che io posso comprare una macchina, montare le basi e stampare il modello 3d che mi interessa o costruirmi gli strumenti che voglio con la stampa 3d. Ma andando oltre aggiungere un bl-touch, aggiornare un firmware, non vorrei andare, ma lo posso fare grazie agli smanettoni come voi che vi mettere "sotto il cofano", e avete la pazienza di spiegarmi come "allienare le puntine" per restare nelle analogie motoristiche 😄
  3. Buongiorno a tutti, scegliendo per una nuova stampante sto notando una curiosa tendenza, sia qui che in gruppi vari italiani e internazionali, che ammetto non capire, e quindi chiedo più numi e spiegazioni. Vedo che il prezzo medio di una stampante 3d è sceso notevolmente, quando ho iniziato nel 2014 sotto i 7-800 euro una cartesiana decente si smontava da sola dopo qualche decina di stampe, ed evitavo i kit di montaggio sia perchè non ho una grande propensione per elettronica e montaggio, sia perchè preferivo un prodotto finito e testato. Oggi nei suggerimenti vedo spesso che le persone hanno un budget X, e spesso vengono suggerite stampanti in budget, ma con tot modifiche che faranno salire spesso in modo notevole il prezzo fino a spendere molto di più che acquistare una stampante di livello superiore, e col risultato di avere un frankestein che potrebbe avere più problemi dovuti alla modifica di struttura, differente firmware etc dalla progettazione iniziale. Mi spiegate il senso di comprare una cosa già con l'idea di spendere un 30% in più di modifiche quando con quel 30% in più si avrebbe già spesso una macchina di livello superiore? io nasco come maker nel senso che prima creavo con le mani, stampi, controstampi, colate, etc, poi sono passato al 3d, e con le frese e le stampanti 3d è possibile riportare nel mondo reale, ma il mio obiettivo è creare oggetti, non gli strumenti per crearli e quindi voglio avere meno rogne possibili dagli strumenti che uso. Quale è il vostro punto di vista? Siete più interessati a creare e moddare la macchina o a creare oggetti con essa? sono curioso (è uno dei miei più grandi difetti/pregi).
  4. c'è un bel file di faq sul sito artillery per i problemi principali dei neofiti c'è una bella community sia internazionale che italiana una volta messe le barre per bloccare l'asse Z, stampati dei supportini per ottimizzare i cavi flat, e se vuoi metti il bltouch per l'autoregolazione del piano, ho visto stampe di grandi dimensioni eccezionali come qualità e rifiniture, ovviamente devi avere pazienza e andar piano se vuoi una buona pulizia di superficie.
  5. in questa pagina trovi un sacco di informazioni utili e confronto https://www.simplify3d.com/support/materials-guide/properties-table/?filas=abs,pla,petg,asa,polycarbonate sono gli sviluppatori di un software di stampa3d e hanno una buona esperienza mista
  6. Figurati, ci mancherebbe, mi rendo conto che è una macchina e elettronica datata, è clone diretto di una macchina del 2012, con tutti i suoi limiti e avere anche esperienza su quella non è facile. Ammetto di aver provato di tutto, tanto essendo chiuso a casa avevo il tempo per fare ulteriori prove. però ammetto di essere scoraggiato, anche perchè vedo che mi mancano delle nozioni per smontare ulteriormente, e preferisco prenderne una nuova e dedicarmi alla stampa che alla modifica di questa dove temo incontrerei (per mia ignoranza) ulteriori problemi. grazie ancora 😄
  7. ulteriore aggiornamento: ho recuperato i firmware originali della makerbot "The replicator 1" di cui questa macchina è un clone, li ho provati tutti quelli sviluppati nel tempo, ma niente, continua ad esserci lo stesso problema. Sono pragmatico, non ho modo di risolvere la problematica, quindi farò un post in cui regalo la macchina a chi ne saprà far buon uso, o risolvere il problema, o aggiornare con altra motherboard, o cannibalizzare, o sostituire tutto. Io sono un 3d artist, uno sculture, non un meccanico, ho fatto tanti tentativi e nel frattempo ho perso molto tempo e ho investito soldi che non sono tornati. pazienza, esperienze. per cui andrò a vedere per comprare una macchina nuova e spero di trovare qualcuno a cui donarla che le sappia ridare vita con maggior esperienza. grazie a tutti per i post, i tentativi e l'aiuto fornito.
  8. Aggiornamento 😄 provando altre combinazioni di versioni del firmware i motori degli estrusori reagiscono. Usando repetitierG per mandare segnale di rotazione i motori sembrano scattare, ovvero girano in una direzione o nell'altra (come indicato nel programma) di un grado o due e poi scatta indietro. Ho smontato il motore dal blocco per controllare che non ci sia un qualche tipo di blocco meccanico, ma non sembra esser bloccato da nulla. Stessa cosa fa se provo da pannello di controllo il caricamento del filamento, stesso errore chiamiamolo. da informazioni che ho letto in giro potrebbe essere che nel firmware venga indicato di mandare un impulso (valore) per la rotazione del motore passo passo errato o basso? E' qualcosa che posso gestire anche fuori dal firmware o riprogrammare in qualche modo senza dover rifare il firmware (mi sono reso conto che non ho più le competenze per metter mano alla compilazione del firmware, ho dato un occhio ai sorgenti a disposizione, ma ci sono troppi elementi che non conosco e non saprei come gestirli). riassumendo ho provato a collegare : - motore nuovo estrusore - motore originale estrusore - motori (vecchio/nuovo) collegati a connettori estrusore - motori collegati a connettori a ognuno dei tre assi, che funzionano correttamente con i motori dei tre assi ma non con il motore vecchio o nuovo di estrusore, che sono esattamente identici. Quindi escludo : - connessione (sia il vecchio che il nuovo danno lo stesso errore, il vecchio avendo piedinatura originale dovrebbe funzionare nella condizione originale) - chip di controllo (almeno il vecchio motore identico a motori assi) dovrebbe reagire connesso agli altri connettori come i motori degli assi - i motori, perchè sia i vecchi che i nuovi messi sia nei loro connettori che negli altri alloggiamenti danno la stessa risposta. non so più cosa fare... 😢 Qualche suggerimento ulteriore? grazie in anticipo
  9. TI ringrazio, si ho trovato indicazioni discordanti e non mi arrischio con un altro firmware, continuo a cercare e studiare per customizzarlo per introdurre il parametro che mi hai indicato. Grazie 😄
  10. uhm, ok, diciamo che comprendo quello che dici, non sono estraneo alla programmazione e alla compilazione software, ma non lo faccio da 20 anni e in altri ambienti, non sono sicuro di saperlo fare. quindi dovrei "ricompilare" il firmware cambiando nelle opzioni e abilitando quella voce. Ora io ho fatto le varie operazione seguendo un tutorial passo passo su replicatorG, ho visto che scaricava degli elementi quando selezionavo le voci, e quindi potrei supporre che in funzione di quello che seleziono lui prende il sorgente, lo compila e mi permette di fare l'upload sulla piastra madre della stampante, corretto? quindi devo guardare nei meandri del programma dove ci sono tutti i file e correggere la voce da te indicata. Anche se da un prmo esame non trovo più che xml di configurazione ma nessun sorgente tu mi parli di usare un altro firmware, io ho usato questo perchè semplicemente ho visto dal link postato che era compatibile con la mia stampante, infatti le voci etc sono come quelle precedenti già viste, per me un firmware vale l'altro, ma non essendo esperto non volevo rischiare di fare l'upload di un firmware che poi non gestisce la mia motherboard o simili e rischiare di brikkare la stampante, come accade con altri dispositivi quando hai probkemi di firmware. se hai da suggerire altro, ma non troppo complesso da mettere, non mi tiro indietro 😄
  11. per driver intendi i motori passo passo? abbi pazienza non ho dimestichezza con tutti i termini se si, esatto, dopo l'aggiornamento del firmware i motori degli estrusori, solo quelli, non si muovono più. Confermo che i motori sono tutti e 5 uguali (XYZ e Estrusore 1 e 2). Infatti se sposto il connettore del motore da estrusore a asse z lo posso controllora con il jog mode della stampante.
  12. grazie, già verificato anche quello. E comunque se fosse un problema di piedinatura i vecchi motori dovrebbero andare, invece i vecchi motori collegati ai due connettori degli estrusori non vanno, mentre se li provo collegati ad uno qualunque dei connettori per muovere gli assi vanno. diciamo che identifico due problemi diversi : 1) sui connettori dei motori estrusori non vanno nè i vecchi nè i nuovi 2) sui connettori degli assi, i motori vecchi vanno, i motori nuovi provando ogni combinazione possibile, non vanno 😞
  13. Si, ho provato a diverse temperature tra i 190 e 240 gradi, ma niente. Temo che il problema sia diverso, perchè i vecchi motori collegati ad uno degli assi (z) con jog mode si muovono, mentre quelli nuovi no. però avere due motori su due nuovi fallati mi sembra troppo.
  14. Buongiorno a tutti la prendo alla lunga, per spiegare bene la situazione. ho dal 2014 una wongwall migce cuble, clone cinese di una vecchia replicator, a tempi alterni riesco ad usarla (per lavoro sono sempre fuori casa, e solo ora sono giocoforza fermo a casa). la macchina ha due estrusori mk8, nuovi perchè ho avuto diverse peripezie con i vecchi, ho cambiato tutto il blocco di estrusione, quindi tutto nuovo. Ho cambiato tutto il blocco e ne ho approfittato per rinnovare il firmware (il vecchio non mi vedeva i sensore di temperatura), ho seguito la procedura per aggiornare al sailfish 7.7 https://www.thingiverse.com/make:41276 dentro replicatorG40r34 ho selezionato replicator single come driver, sailfish 7.7 (r1432), come motherboard replicator 1 sigle/dual (Makerbot 1.5), finita l'operazione la macchina torna a funziona come sempre, vedo che ha una ATmega1280, la macchina monta un Arduino Uno; perdonate se ci sono inesattezze ma non sono esperto di queste cose, procedo per tutorial e indicazioni che trovo in giro, il mio campo è la modellazione e l'animazione 3d, con l'hardware sono meno esperto. ora risultato: motori guida xyz funzionano, sistema di riscaldamento piatto e estrusori tutto ok, sia da firmware che da software se provo a far girare il motore degli estrusori niente se provo a collegare i vecchi estrusori il motore non gira Se provo a collegare il vecchio motore al canale asse Z (per testare se è un problema di motore) gira Se provo a collegare il nuovo motore estrusore a canale asse Z non funziona la piedinatura è la stessa dei vecchi motori, quindi suppongo di non aver sbagliato a collegare i fili, ma non si sa mai. non trovando codici o altro sui motori vedo che la struttura è la stessa, cambiano le ghiere di trascinamento cosa sto sbagliando? sapete indicarmi dove sbattere la testa? da un po sto meditando di prenderne una nuova, tecnologie migliori, più precisione e magari area di stampa maggiore, ma da buon genovese, lasciare questa in un angolo mi brucia non poco e vorrei renderla funzionante anche per stampe di prove e/o cose più grezze. grazie in anticipo per chi leggerà
×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.