Vai al contenuto
[[Template core/front/profile/profileHeader is throwing an error. This theme may be out of date. Run the support tool in the AdminCP to restore the default theme.]]

alessino last won the day on September 20 2015

alessino had the most liked content!

Su alessino

  • Rank
    3D print Expert

Profile Information

  • Gender
    Array
  • Location
    Array
  • Interests
    Array

Contact Methods

  • Website URL
    Array

Visite recenti

1.304 visite nel profilo
  1. Se ti servono altri chiarimenti fammi sapere!
  2. Ciao @pulce, io ho uno ScanInABox e lo uso pesantemente per il mio lavoro. Non ho provato l'Einscan, ma riguardo a ScanInABox posso dirti che è un prodotto estremamente solido. E per solido intendo sia come performance e stabilità dell'hardware che di Idea, il software in dotazione. Io lo uso per acquisire parti meccaniche, fare il reverse engineering con Fusion 360 e integrarle con disegni nuovi. La precisione metrica dei pezzi acquisiti permette di utilizzarli direttamente una volta esportati, senza ulteriori lavorazioni. Il fatto di poter riconfigurare il campo di acquisizione permette di passare da oggetti molto piccoli (delle dimensioni di un dado) fino a parti grosse come porzioni di figura umana. Per altro poi, in caso di oggetti anche più grandi puoi combinare le singole acquisizioni all'interno di Idea. Comunque non mi dilungo troppo, ti lascio il link alla discussione in cui facevo una prova approfondita e se dovessi avere dubbi e posso aiutarti, dimmelo. http://www.stampa3d-forum.it/scan-in-a-box-scanner-3d-a-luce-strutturata/ Ciao, Alessio
  3. Purtroppo il Sense non lo conosco, io uso uno Scan in a Box e mi trovo benissimo. Il software di scansione è una bomba.
  4. Puoi farlo tranquillamente con Blender, che è gratuito. Io ho fatto cose molto simili per creare degli alloggiamenti per delle pistole.
  5. Ciao, grazie per le segnalazioni! Tu hai già comprato da qualcuno di loro?
  6. Ciao, non si parla di filamenti, ma di fogli (o come vengono chiamate "lastre"). Qualcuno sa dove poter acquistare fogli di ABS o HIPS per termoformatura, spessore 1mm o 2mm? Grazie!
  7. Ciao, c'è un articolo sul sito con due esempi reali di integrazione tra di cui è stata fatta la scansione e stampe 3D: http://www.stampa3d-forum.it/scan-in-a-box-scanner-3d-a-luce-strutturata/
  8. Ciao omonimo, penso che i tuoi dubbi siano quelli condivisi dalla maggioranza delle persone che approcciano il primo acquisto. Per la mia esperienza posso dirti che il nodo della questione risiede in una coppia magica di parole: aspettative&budget. Se le aspettative sono alte, altrettanto deve esserlo il budget, se le aspettative sono basse, puoi partire con un budget basso. I kit come quelli di cui parli vanno benissimo se vuoi davvero iniziare da zero, capire come funziona una stampante 3D, quali sono le problematiche, tutto quello che può andare storto e/o rompersi (e al 99% parecchie cose faranno una o entrambe le cose) per arrivare alla fine ad avere un oggetto stampato che rappresenta più o meno quello che avevi in mente. Il fatto di essere smanettone, pratico e disposto a lavorarci dietro, sicuramente aiuta, nel senso che ti permetterà di arrivare alla fine ad avere una macchina che "funziona" nel senso generale del termine, ma per avere una macchina con delle prestazioni invece bisogna proprio partire da una base ed un architettura che non è quella dei kit. Ti dico questo perchè io faccio lo smanettone di mestiere, per capirci e ho fatto diversi corsi dove insegnavo come montare un kit prusa... ma per me in laboratorio, per stampare i pezzi che uso per me, ho preso una macchina commerciale già assemblata. Ciao!
  9. Ciao, l'oggetto acquisito ed esportato è una mesh (salvata in formato STL). A questo punto l'oggetto è modificabile con un qualunque software di grafica 3D in grado di gestire una mesh, con tutte le operazioni solitamente disponibili: modifica vertici, aree, operazioni booleane, etc... Riguardo alla domanda sulla dimensione, se parliamo di "dimensione massima della singola range image" vale il discorso di cui sopra, se si parla di massima dimensione di un oggetto acquisibile il discorso cambia sensibilmente. La procedura di scansione non è una operazione "one shot", in cui inquadri l'oggetto e questo viene acquisito, ma devi riprendere lo stesso oggetto sotto diversi punti di vista. A questo punto, se oltre ad idealmente girare attorno ti sposti anche lungo l'oggetto, il problema della dimensione non sussiste più. Diventa un mosaico di singole immagini, che poi il software dello scanner ricostruisce assieme.
  10. Se l'oggetto è fisso e puoi spostare lo scanner per girarci attorno, direi grande quanto vuoi, poi in IDEA, il software di gestione, ricomponi le singole scansioni...
  11. Ciao, Sharebot e Wasp sono italiane, una con meccanica cartesiana e l'altra delta. Altrimenti non italiana ma con assistenza qualificata italiana c'è Zortrax, ma li forse sei un pelo più chiuso come specifiche sui materiali (anche se la qualità è notevole). Io personalmente ho preso una Sharebot NG, fa il suo dovere, ogni tanto ho avuto qualche problema, ma è una macchina che lavora tanto e direi che sono stati tutti interventi di manutenzione più che difetti della macchina. Vista dal vivo e che mi è piaciuta tantissimo c'è la Fa)(a 3D (www.falla3d.com), è un kit ma secondo me conviene dargli un'occhiata, il team che la produce è italiano. Altri ti sapranno dire sicuramente di altri produttori italiani che meritano. Ciao!
  12. @MaxFiorani solidarietà, io sarei già andato alla neuro. Per quanto riguarda il PlastInk, io posso dirti che l'unica bobina che ho provato io (PLA verde acido) è andato via liscio come la seta, con una costanza dimensionale eccellente e nessun problema di intasamento (bobina di circa 12 mesi fa). Ciao!
  13. Il problema non è la risoluzione dei layers, che tanto per quello che dovrai fare tu sarà sempre da sistemare a mano, ma il rapporto tra il tempo impiegato per far funzionare la macchina e quello in cui la macchina produce. Alcune macchina sono pensate per essere accese e iniziare a funzionare, altre richiedono una serie continua di aggiustamenti, prove, adeguamenti, etc. Se il tuo obiettivo è quello di fare esperienza nel campo allora le seconde vanno bene, ma se vuoi semplicemente che quando lanci una stampa l'oggetto esca ti conviene andare su un prodotto diverso, tipo la mia (o altre stampanti pronte per l'uso tipo la zortrax o la wasp). Capisco che sembra un discorso un po' drammatico, ma ti consiglio di fare semplicemente un giro sul forum e leggere i messaggi nelle varie aree, vedrai che per alcune stampanti il problema tipo è sul fine tuning mentre in altre è "aiuto la macchina non si accende" o "la stampa dopo 5 minuti si interrompe".
  14. Allora, visto che hai già un'ottima manualità, ti sconsiglio di andare su stampanti che non ti garantiscano già un risultato buono (o ottimo) perchè altrimenti finiresti per continuare a fare tutto a mano, in preda alla frustrazione data dai risultati disastrosi. Un ragazzo con cui collaboro ogni tanto ha una prusa in kit, ma nonostante sia un ottima stampante per capire come funziona la stampa e per familiarizzare con i processi, non è adatta per produrre pezzi con la qualità che hai in mente tu. E' ovvio che in post produzione poi i pezzi sono adattabili, ma se lo stesso monte ore che impiegheresti per rifinire un pezzo lo useresti per farlo da zero (più i tempi ed i costi di stampa) non so quanto convenga. In pratica: se vuoi prendere una stampante 3D perchè vuoi capire come funziona ok, se hai intenzione di produrci qualcosa per il tuo lavoro valuta una stampante di qualità, altrimenti tieni da parte i soldi e rimanda l'acquisto.
×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.