Vai al contenuto
[[Template core/front/profile/profileHeader is throwing an error. This theme may be out of date. Run the support tool in the AdminCP to restore the default theme.]]

Reputazione Forum

12 Good

Su giovannire

  • Rank
    Matricola
  • Compleanno 04/02/1965

Profile Information

  • Gender
    Array
  • Location
    Array
  • Interests
    Array

Contact Methods

  • Skype
    Array
  1. La nostra resina al momento non è calcinabile e la cosa peggiore è che la chimica di altre resine non è detto che funzioni con la nostra stampante. Il processo di fotopolimerizzazione avviene sono su determinate frequenze luminose e i prametri di tempo di esposizione, pur essendo modificabili, non sempre danno i risultati sperati. Questo è un argomento che dovrebbe essere trattato a parte in quanto apre un sacco di temi molto interessanti per la community.
  2. Grande Carlo! È da tanto che non ci incontriamo! Fatti vivo a Viscom, ti aspetto,
  3. È una domanda che sento spesso e per rispondere al meglio ho finito di scrivere un post che avevo in bozza da tempo dove ho raccolto 10 belle ed utili oggetti da stampare in 3D con i relativi link dei file stl. http://giovannire.blogspot.it/2014/10/10-utilissimi-oggetti-da-stampare-in-3d.html Continuerò ad aggiungerne altri su questo post.
  4. Ragazzi è stato bellissimo conoscervi dal vivo. Avete energia e passione che vi porteranno molto lontano. Molto utile ed interessante la nostra chiacchierata su forum, community e contenuti. Sono sicuro che insieme faremo grandi cose. Per chi non c'era eccovi la foto (in 3D) di questo magnifico trio (manca il terzo) insieme al sottoscritto!
  5. Hai perfettamente ragione. Ci sono molte cose da analizzare per ottimizzare costi e tempi di lavorazione. Una, che hai citato, è l'ottimizzazione dello spessore interno, o meglio, lo svuotamento del modello stesso. Meshmixer ha una funzione che consente di velocizzare questa operazione anche se una buona mano associata a un buon cervello è quello che ci vuole veramente. Per quanto riguarda i tempi di produzione, la tecnica DLP sposta la Z in alto a prescindere dal numero di oggetti e dalla complessità del modello. Viene proiettato lo slicing che solidificherà la resina. Sia esso un pixel che tutta la superficie. In base alla risoluzione adottata la ARM-10 produce da 1 a 0.5 cm l'ora. Ci sono tanti tempi morti dovuti all'alzata del materiale e la relativa esposizione. Se mettevo lo stesso modello di torre alta 7 cm. in orizzontale ci sarebbe voluto un terzo del tempo di produzione ma in questo caso avrei dovuto generare dei supporti.
  6. Le macchine saranno entrambi a Maker Faire a vostra disposizione nell'area Roland (parcheggio secondo piano). Insieme potete metterci le mani, testare il software, analizzare i modelli, ecc. per quanto riguarda l'altezza dei gradini o meglio, la definizione di particolari, tutto è relativo al parametro di alzata in "Z" che applicheremo in fase di stampa. In questo caso era settato a 0,15. Per il prezzo stiamo allineando la nostra rete vendita in questi giorni, in quanto siamo soliti fornire insieme al prodotto anche un corso di formazione, accessori ed altro. Rimanente in linea, ve lo comunicherò prestissimo su queste pagine.
  7. Ciao Marcolino, ecco innanzi tutto un link dove puoi approfondire le informazioni sulla nostra nuova stampante 3D DLP. Siccome mi piace raccontare cose fatte in prima persona, vi faccio vedere il processo per realizzare una stampa 3D con la ARM-10. Il file STL è quello che conoscete tutti, potete realizzarlo da soli, scaricarlo da qualche repositorio o configuratore online. Il file STL si importa nel software ARM Player che viene dato in dotazione con la macchina Il software ha anche una funzione di riparazione del modello STL, e anche la funzione di creazione di supporti con diversi parametri personalizzabili. Dal momento in cui avete definito i modelli da stampare potete previsualizzare uno slicing dell'insieme ed anche un anteprima con la reale consistenza del valore Z che avete settato per la stampa. Il software indica anche la quantità di resina necessaria per completare la lavorazione. Resina che si metterà nella vaschetta trasparente. A questo punto inizia la fase di stampa e nel monitor potete leggere il tempo necessario per la stampa. Queste 16 torri, un classico esempio, sono state stampate in due ore. Gli oggetti sono stampati dall'alto verso il basso in quanto la resina si fotopolimerizza strato dopo strato. A questo punto, aiutati da una spatola distacchiamo i pezzi e li laviamo con alcool isopropilico per eliminare eventuali residui di resina. Altra operazione importante è una sorta di Curing della resina che si effettua con la luce solare lasciando i modelli al sole per 5 minuti. Nel caso di giornate senza sole potete usare una qualsiasi lampada UV come quella delle unghie o come questa lampada dei nostri plotter da stampa UV. Il modello è completo nella sua trasparenza e completezza di particolari anche all'interno del modello stesso. o questo bel torrone In ogni caso se volete sapere qualcosa di più sono a vostra disposizione.
  8. Grazie mille. Visto che siete tutti molto simpatici vi faccio un primo regalino. Un vecchio documento (del 2008) dove iniziavo a spiegare alcuni concetti su come passare dalla grafica 2D al 3D. http://issuu.com/artigianotecnologico/docs/chi_ha_paura_del_3d-a4
  9. E' un piacere entrare in relazione con una community basata su una delle mie più grandi passioni: il 3D. Mi chiamo Giovanni Re e mi definisco un maker spacciatore di Wow. Con alcuni di voi ci saremo sicuramente incontrati a Maker Faire o in altri eventi dove c'era presenza dei FabLab o delle tecnologie Roland. Lavoro in Roland da più di dieci anni. Precedentemente ho lavorato per la Corel ed ancor prima creavo comunicazione visiva. Se volete scoprire qualcosa in più su di me, sulle mie passioni e su quello che faccio a lavoro redigo (a tempo perso) un blog dove appunto cose simpatiche http://giovannire.blogspot.it/ Se volete parlare delle tecnologie Roland, in particolar modo della nuova stampante 3D o della nuova fresa sono a vostra completa disposizione.
×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.