Vai al contenuto
[[Template core/front/profile/profileHeader is throwing an error. This theme may be out of date. Run the support tool in the AdminCP to restore the default theme.]]

Alep last won the day on March 12

Alep had the most liked content!

Su Alep

  • Rank
    Evangelista
  • Compleanno 17/01/1952

Profile Information

  • Gender
    Array
  • Location
    Array

Contact Methods

  • Website URL
    Array

Visite recenti

4.343 visite nel profilo
  1. Se è sincronizzato con la cinghia non serve a niente logicamente, Paravo nel caso non volessi utilizzare la cinghia. Il sistema a due motori dovrebbe avere più precisione di uno a cinghia ma parliamo di misure infinitesimali data la demoltiplica che produce la vite senza fine.
  2. Il sistema a doppio motore è di fatto il sistema che usano praticamente tutte le certesiane e anche quando sembra che la scheda supporti i due motori in realtà (vedi la gt2560) semplicemente utiizza un solo driver e lo sdoppiamento avviene nella scheda invece che con un cavetto esterno. Il bello dei motori passo passo è che se regolati bene non sgarrano di niente per cui una volta che li tari all'origine poi potrai fare mille stampe e rimarranno perfettamente sincronizzati. Se il comportamento dei motori passo passo non fosse cosi preciso le nostre stampanti non potrebbero stampare niente. 😉
  3. Secondo me il lubrificante più adatto a queste stampanti è la vasellina tecnica, che tra i tanti vantaggi ha quello di accumulare nel tempo l'eventuale sporco ai limiti della corsa degli assi, mentre per il problema dell'asse z che non sale io controllerei il gioco che hanno le barre filettate nei fori di guida in alto, In ambiente Geeetech spesso i fori sono troppo giusti e frenano la rotazione delle barre filettate e vanno allargati in pelino con un pò di carta abrasiva fine e pazienza a mano. In discesa riesce a lavorare perchè aiutato dal peso mentre in salita tra la resistenza della barra nel foro filettato ed il peso non ce la fa. Questa naturalmente è una ipotesi tra le possibili cause da verificare sul campo controllando a mano se l'asse incriminato gira liberamente nel foro in alto o se fa resistenza. Altra cosa è abbastanza importante è che le barre filettate in basso nei giunti di alluminio flessibili non arrivino in contatto con l'albero ma rimanga almeno un po di spazio tra i due. Se con questi accorgimenti non risolvi allora bisogna che controlli la vref che per la tua stampante dovrebbe essere intorno ai 0.85 volt. Per sapere come controllare la vref segui questo post
  4. Anche io ho preso la stampante 3d per gli stessi motivi tuoi, avevo da sviluppare un involucro per un sensore sperimentale ed essendo davvero sperimentale sarebbe stato soggetto ad un infinità di modifiche e lo strumento che mi permetteva questo accorciando anche i tempi di produzione e sperimentazione era proprio questo tipo di stampanti. E per me la robustezza del pezzo è sempre stato un elemento dominante sulle rifiniture estetiche. Anche la mia stampante ha subito le modifiche e migliorie più comuni più o meno come tutte quelle prese in kit e non che hanno gli abitanti del forum Ben arrivato 😉
  5. Dall' alimentatore partono quattro cavi, due sono per il piatto e gli altri per tutto il resto. L'unica possibilità è che i cavi che danno la corrente al piatto abbiano qualche problema. Se non è così contatta il fornitore.
  6. Alep

    Mi presento

    La tua in ogni caso è un modello molto diffuso qui nel forum ma la sigla che dai è insufficiente, quella stampante esiste in diverse versioni con diversi telai e problemi differenti , può essere W che sta per wood, A che sta per Alluminium e altre lettere che in genere stanno per Acrylic I problemi più frequenti al montaggio di questa stampante sono: Un motore che si muove nella direzione errata Per le acriliche fori di passaggio alti delle barre filettate asse z troppo giusti Se monta l'estrusore col gruppo di trascinamento in acrilico è molto facile che abbia necessità di un upgrade Non monta la ventola di raffreddamento del pezzo. Scomodità nella regolazione del livellamento del piatto. Spesso viene fornita con le barre trapezie (asse z) ma l'elettronica regolata per le barre normali. In dotazione danno una infinità di rondelle, usale. Ogni problema ha una soluzione oramai codificata e a costo zero o poco più per cui non ti preoccupare nel caso dovessi trovare uno o più di questi problemi E comunque ben arrivato.
  7. Suppongo che con Arduino intenda una scheda di controllo basata su Arduino. Per poter aggiungere senza cambiare la scheda elettronica occorre che questa abbia già prevista la possibilità di montare/usare uno stepper driver in più rispetto a quelli attualmente utilizzato, Gli stepper driver sono facilmente individuabili perchè montano dei mini dissipatori quadrati di meno di un cm di lato. In genere una stampante normale (ossia col piatto 20X20) monta uno stepper driver per ogni asse ed uno per ogni estrusore, quindi avendo la stampante 3 assi ed un estrusore utilizza 4 stepper driver. Se nella scheda è presente un quinto stepper driver non utilizzato o prevede la possibilità di montarlo allora puoi aggiungerlo ma non basta questo, naturalmente al quinto stepper driver si accompagna un quinto connettore per i cavi del motore. Siccome gli alimentatori in genere sono dimensionati proprio al minimo per poter aggiungere un estrusore che richiede 5 ampere per il riscaldamento occorre anche che l'alimentatore sia in grado di reggere questa aggiunta. Se invece intendi chiedere se aggiungendo un Arduino si possa controllare un ulteriore estrusore la risposta è che è possibile se sei un esperto programmatore ed un mediocre progettista di circuiti elettronici, ossia nel tuo caso penso di no. In questa immagine una scheda con 4 stepper driver riquadrati in giallo Bisogna anche dire che alcune schede (relativamente poco diffuse) prevedono il quinto stepper driver ma non montano/saldano tutti i relativi componenti.
  8. In Windows 10 Microsoft sta rendendo disponibile un visualizzatore 3d che funziona abbastanza bene e lo si trova premendo il tasto start nella lista dei programmi alla voce "Visualizzatore 3d". Basta trascinarci sopra l'oggetto STL ed il visualizzatore permette di vederlo come hai visto nei siti da ogni angolazione.
  9. Alep

    Geeetech A10M/A20M

    Il problema dei fili non è un grande problema perchè con l'aiuto di in ago si spostano facilmente di posto nel connettore, provarli con i fili sbagliati non può produrre danni né al motore ne all elettronica, al massimo non gira o gira male, tenete presente che non è infrequente che venga consegnata una stampante con qualche motore che gira nel senso sbagliato ed uno dei sistemi per risolvere è proprio quello di invertire i fili. Per la potenza esiste sempre il sistema di verificare anche artigianalmente quanto scalda il motore e quindi anche se non si hanno dati con un po' di pazienza si può trovare anche sperimentalmente il giusto equilibrio tra potenza e temperatura. Quando il motore fa bene il suo lavoro non occorre spingerlo oltre Il cliccare infine non dipende solo dalla potenza dell' estrusore, può dipendere anche da altri fattori, da una eccessiva estrusione a una meccanica che preme troppo o troppo poco il filamento, ce ne è per tutti i gusti.
  10. @elsuperhombre prego e di niente, è stato davvero un piacere, ma proprio non ho idea di per cosa mi ringrazi, ma questo non è un problema, ti assicuro che questo dubbio non mi ha assolutamente tolto il sonno 😁 ma un pò di curiosità certo la ha suscitata in me 😉
  11. Anche io accetto viveri e liquori via mail, volevo solo dire che il software è l'ultimo dei problemi. in questo settore trovi (sopratutto in ambiente windows ma non solo) ottimi software open source e quindi gratis con prestazioni davvero notevoli. Confermo la valutazione asa abs e l'abs lascialo da parte, io ho ancora metà di una delle due prime bobine di abs (comperate quasi 3 anni fa) e la uso solo per fare le scritte colorate nei miei oggetti in asa come da foto. Penso che tra 5 anni starò ancora usando questa mezza bobina.
  12. Alla stampante, è sempre lei che ha ragione 😁
  13. Il foglio di carta deve la sua fortuna al fatto che spesso la prima stampa viene fatta dopo lunghe ore di montaggio e spesso a notte inoltrata e quale è lo strumento magico di taratura che si trova di certo in ogni casa? Non credo sia lo spessimetro ma certamente lo è il foglio di carta. Quindi da strumento di fortuna è diventato lo strumento ufficiale, certo che lo spessimetro è sicuramente molto più preciso.
  14. Dai una occhiata a questo post ma tieni presente che devi installare per Arduino le librerie U8glib e stai attento che alcuni produttori di display invertono i cavi di 180 gradi come quello venduto da bigtree-tech.com
  15. Bisogna distinguere tra gli intasamenti dell'ugello e quelli del gruppo estrusore (in genere riguardano la gola) Gli intasamento dell'ugello possono dipendere da scorie presenti nel materiale, o che entrano nel circuito tramite il gruppo di trascinamento, da materiale che degrada per troppa temperatura o troppo tempo che viene tenuto ai limiti della temperatura che sopporta. Possono derivare anche dal cambio di materiale con un materiale con altre caratteristiche, io per esempio ho sempre avuto grossi problemi passando da asa ad abs e non viceversa, tenendo per altro presente che l'asa è un abs modificato ed utilizza le stesse temperature e quindi sembra davvero strano che capiti ma mi è successo molte volte. Per gli altri intasamenti in genere possono essere legati ad una eccessiva temperatura della gola (il responsabile di questo problema è la ventola che in genere a vederla sembra che raffreddi il motore mentre il suo vero compito è raffreddare la gola). Oppure spesso è dovuta ad un errata estrazione del filamento dell'estrusore, Il filamento va estratto portando l'estrusore alla temperatura corretta di estrusione, attendere qualche minuto che il tutto entri bene in temperatura e poi il filamento va estratto con un movimento deciso, Per esempio in Repetier utilizzando l'apposito tasto di ritrazione veloce. Questo perchè all'attacco dell'ugello il filamento ha a disposizione uno spazio superiore a quello del tubetto in ptfe per cui quando lo si ritira deve essere sufficientemente morbido per poter essere compresso e riportato al diametro del tubetto ptfe della gola. Il tutto poi va fatto velocemente in modo da evitare che si raffreddi troppo e quindi il filamento si indurisca troppo fino a che è nelle gola. Il tubetto in ptfe nella gola non può cedere leggermente e allargarsi se occorre proprio perchè è dentro il tubo di metallo (gola). In questi casi conviene scaldare bene l'ugello e spingere anche a mano il filamento verso l'ugello fino a farne uscire un pò. Dopo di che si può ripetere la procedura di estrazione. Intestardisi a tirare per estratte in questi casi non fa altro che peggiorare la situazione. Ricordiamo che a meno che non si pensi di non dover stampare per molto tempo o non si voglia cambiare filamento non occorre rimuovere il filamento a fine stampa,.
×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.