Vai al contenuto

Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation since 27/08/2014 in all areas

  1. 12 points
    .... stasera ho finalmente finito il progetto su Fusion360 della cnc/laser engraver/disegnatore su cui stavo lavorando da diverse settimane, vorrei un vostro parere ma non siate troppo cattivi.... è il mio primo progetto così complesso.... dimenticavo... le dimensioni sono 700X500
  2. 12 points
    Mi sto rendendo sempre più conto del fatto che tutti i nuovi utenti che vengono a chiedere, giustamente, consiglio qui su quale stampante acquistare come prima in assoluto, di solito hanno le idee... diciamo poco chiare sul che cosa sia effettivamente una stampante 3D e che cosa comporta. Partiamo dal dato di fatto che le stampanti 3D entry level che vanno dai 100€ ai 500€ NON SONO ASSOLUTAMENTE PLUG AND PLAY. Non lo sono nemmeno quelle di medio livello che partono da un budget di oltre 1000€, ma questo è un altro discorso che non verrà affrontato in questo post. Vorrei portare ad esempio la mia esperienza personale di approccio alla stampa 3D, io prima di procedere all'acquisto della stampante, a prescindere dalla marca e modello, mi sono documentato per un anno e mezzo guardando video su youtube, andando a leggere recensioni sulle varie tipologie di stampanti, andando a leggere e vedere video sulle calibrazioni degli assi ma, soprattutto, andando a cercare tutte quelle informazioni che mi facevano capire COME è fatta una stampante 3D, COME fa a muoversi e COME fa a stampare squagliando in modo parziale la plastica, perché alla fine di questo si tratta. Una stampante 3D prende un filo di plastica di un certo diametro, lo scioglie parzialmente per dargli un diametro più piccolo e lo deposita su una superficie muovendo una testina di stampa in due direzioni mediante l'uso di cinghie o viti senza fine. La terza direzione di solito è il piano di deposito della plastica che si muove. Con questo non voglio dire che tutti coloro che desiderano comperare una stampante 3D per uso amatoriale devono documentarsi un anno e più, come ho fatto io che sono un precisino scassapalle, ma per lo meno avere una infarinatura di base su che cosa è una stampante, che programmi si usano per stampare e per disegnare e che cosa si deve fare in caso del problema più comune.... la stampante non stampa come mi aspetterei che faccia. Sto generalizzando parecchio perché questo non vuole essere un post tecnico, vorrei semplicemente fa capire a tutti coloro che si sentono attratti dalla stampa 3D che non è WOW che figo, ci posso stampare tutto quello che voglio mi basta solo attaccarla alla presa elettrica. La stampa 3D, con la tecnologia che abbiamo a disposizione adesso, è principalmente passione ed una buona dose di bestemmie. Una stampante in 3 dimensioni deve essere curata, manutenuta, gestita e a volte coccolata, e questo vuol dire che chi intraprende la strada di questa passione DEVE SAPERE DOVE ANDARE A METTERE LE MANI IN CASO DI PROBLEMI. Che siano problemi meccanici o di firmware o di programma di stampa, certo non si pretende di avere una laurea in ingegneria meccanica o elettronica od essere un programmatore, ma quello che mi aspetto è che l'utilizzatore medio sappia almeno quali sono i pezzi che compongono la sua stampante e come smontarli e rimontarli correttamente, oltre che sapere che tipologia di filamento sta utilizzando e che lo abbia correttamente impostato sul suo programma di "affettamento" (slicer tanto per capirsi meglio). Prendo ad esempio un utente che ha postato oggi il suo problema (non farò nomi e non me ne voglia l'utente in questione, casomai si riconoscesse, non è nulla di personale ma ha dato lo spunto per questa mia riflessione). L'utente in questione lamenta il fatto che la stampa appare inconsistente e spugnosa, fragile al tatto e non bella liscia e pulita come ha visto nelle immagini pubblicitarie di quando ha comperato la stampante. Dopo la richiesta di pubblicare le impostazioni del programma di stampa, ci si accorge che la dimensione del filamento impostato sullo slicer non corrisponde alla dimensione del filamento effettivamente utilizzato, cosa che ha causato una notevole mancanza di materiale depositato durante la stampa. Ed il punto focale è proprio questo, l'utente NON aveva la benchè minima nozione del programma che stava utilizzando, e non si era nemmeno preso la briga di informarsi sulle impostazioni BASILARI da fare nel programma che ha installato. In conclusione, chiunque abbia il desiderio di acquistare una stampante 3D dovrebbe, a mio modestissimo avviso, per lo meno documentarsi PRIMA dell'acquisto, non solo su quale sia il modello migliore e più semplice, le stampanti semplici NON ESISTONO, la stampante migliore del mondo, se impostata male, produrra delle schifezze al pari di una stampante da 200€, ma documentarsi anche su tutte quelle operazioni che sono da fare dopo il montaggio della stampante medesima. Operazioni che tutti gli utenti esperti di questo forum vanno ripetendo in tutti i post di risposta ai problemi consigliando di andare a vedere le guide che il nostro amico @Help3d ha messo a disposizione sul suo canale youtube, guide che riguardano: calibrazione degli assi di stampa calibrazione dell'estrusore livellamento del piano di stampa calibrazione del flusso di stampa e queste sono le operazioni preliminari da fare SEMPRE quando si acquista una nuova stampante. Ringrazio tutti coloro che leggeranno questo post logorroico e spero che possa essere di aiuto a qualcuno.
  3. 12 points
    Ciao a tutti, Finalmente ho termintato il mio nuovo modellino Ironman. E' una versione scalata del 50% dal file scaricato stampato a 0.05 pitturato con acrilico con l'aerografo e con i dettagli in smalto. Le luci purtroppo non gli danno giustizia ma dal vivo mi piace molto 🙂 Dario
  4. 10 points
    dopo aver visto l'ultimo Star Wars.. mi è partita la stampante....😁
  5. 9 points
    Visto che in tanti non sanno che esistono e per cosa usarle ne carico 2 qui per il PLA e per il PETG. Queste sono torri di temperatura, ciò vuol dire che la stampante stampa una torre cambiando la temperatura del nozzle per farvi verificare la temperatura più idonea per un filamento. Queste torri vanno fatte SEMPRE quando cambiate il tipo di filamento con uno che non avete mai usato prima, poco importa se è la stessa marca, basta che cambi il colore e cambia anche la temperatura di stampa. Specifico immediatamente che mi ero scordato.... questi due files sono per una stampante cartesiana, se li caricate su delta o corexy o cos'altro non venite a lamentarvi con me che il gcode non funziona.... 190-230_PLA_Temp_calibration.gcode 220-260PETG_Temp_Tower_.gcode 220-250_ASA_temp_tower.gcode
  6. 9 points
    In questo periodo difficile.. cosa si fa? Io stampo stampo stampo..😂😂 ecco la mia ultima creazione... stampato a 0,25 di layer con Pla Geetech
  7. 9 points
    Lo so... è una stupidaggine ma pazienza...
  8. 9 points
    Questo piccolo tutorial riguarda le cartesiane Stile Prusa Innanzi tutto questo non è un tutorial nel vero senso del termine, non vuole insegnare a stampare o a impostare lo slicer o gli stepmm o livellare il piano di stampa, sto vedendo che molte persone che si registrano al forum non hanno la più pallida idea di come sia fatta fisicamente la propria stampante, nel senso che non sanno che componenti ci sono e a che cosa servono. Da qui la mia idea di questa piccola guida. capitolo 1 Il gruppo di stampa Il gruppo di stampa è formato da tre macro pezzi: il carrello la "gabbia" l'hotend per bowden Il carrello è quel componente che scorre sull'asse X, o più semplicemente da destra a sinistra, su ruote o cuscinetti o guide lineari tirato, per il movimento, da una cinghia dentellata che, in tutte le stampanti che conosco, è larga 6mm ed i suoi "denti" si distanziano fra loro di 2mm. Quando la si deve acquistare cercate la GT2. Al carrello si fissano, con viti, sia l'hotend che la "gabbia". La "gabbia" è composta da un telaietto metallico e, quasi sempre, da due ventole. Le due ventole sono "normale" e "radiale" ed hanno il seguente scopo: quella "normale" serve a raffreddare il dissipatore dell'hotend per fare in modo che il calore generato dalla cartuccia riscaldante non arrivi a fondere il filamento troppo in alto e causare in questo modo intasamenti. Questa ventola in molti modelli di stampante comincia a girare quando si accende la stampante e non è controllabile dall'utente. quella "radiale" è collegata ad un condotto e serve a raffreddare il filamento che viene depositato sul piano di stampa. Questa ventola la si controlla con lo slicer. L'hotend è composto da SETTE parti, partendo dall'alto troviamo: il connettore ad innesto rapido (detto anche pneumatico) il dissipatore la gola il blocco di alluminio il nozzle (ugello) la cartuccia riscaldante il termistore (termometro) Il connettore ad innesto rapido serve ad inserire il tubo in PTFE (teflon), che ha un diametro esterno di 4mm ed un diametro interno di 2mm circa ed ha lo scopo di guidare il filamento dal gruppo spingifilo sino all'ugello. Il dissipatore serve, come si evince dal nome, a dissipare il calore generato per non far fondere il filamento prima che arrivi all'ugello. La gola può essere di tre tipi: bore (con un foro di 4.1mm) full metal PTFE lining (con un piccolo tubicino in PTFE al suo interno). Le differenze sono le seguenti: la gola bore permette il passaggio del tubo PTFE per tutta la sua lunghezza fino ad arrivare a contatto con l'ugello la gola full metal permette il passaggio del tubo PTFE fino all'inizio della "strozzatura" la gola PTFE lining non permette il passaggio del tubo in PTFE perché lo ha già al suo interno. Per mia pesonale esperienza con il sistema bowden meglio utilizzare una gola bore. Il blocco di alluminio ha lo scopo di unire quattro dei componenti dell'hotend: la gola la cartuccia riscaldante il termistore l'ugello non ha altre funzioni. L'ugello è quel componente che definisce, insieme a molti altri parametri non oggetto di questa mini guida, la risoluzione delle nostre stampe, normalmente quasi tutte le stampanti in commercio vengono vendute con un ugello da 0.4mm montato dalla fabbrica. La cartuccia riscaldante serve per l'appunto a riscaldare il filamento affinche esso venga depositato sul piano di stampa. Il termistore serve a tenere sotto costante controllo la temperature generata dalla cartuccia riscaldante. Non voglio entrare ulteriormente nel dettaglio di ogni singolo componente per evitare di confondere le idee al neofita che legge, lo so che ci sono parecchie variazioni sul tema, ma ad una persona che ha acquistato la sua prima stampante 3D senza essersi documentato a priori genererebbe solo confusione, da qui la scelta di scrivere solo per macro categorie. Se gli esperti del forum notano delle inesattezze o delle mancanze, per cortesia lo facciano presente rispondendo a questo post. Però io lo vorrei mantenere pulito il più possibile, è quindi mia intenzione di integrare le parti mancanti o la correzione di inesattezze citando l'utente che ha fatto la correzione od aggiunta e cancellando il relativo post. Per il momento è tutto. Grazie. Precisazioni ad opera di @invernomuto Un paio di precisazioni: Il tubo di PTFE lo hai solo quando hai un bowden, non in una configurazione direct. Potrebbe confondere il neofita che ha un direct, a lui una gola "bore" non serve perché non ha il tubicino in PTFE né il connettore per lo stesso. Il blocco di alluminio ha la funzione principale di trasmettere il calore al nozzle proveniente dalla cartuccia riscaldante. Non a caso si chiama heat block in inglese. Edit: parlerei di cartesiane "prusa style" perché esistono cartesiane con piatto su Z ed estrusore in movimento su X e Y (ender 5 se non erro).
  9. 9 points
    Grazie a questo forum, ed ai vostri preziosi consigli, finalmente ecco un paio di stampe di cui mi ritengo particolarmente soddisfatto. La statua fa la sua bella figura, mentre il motore con l'elica beh, utilissimo per imparare i trucchetti riguardanti slicing, materiali ecc, ma non lo rifarei un'altra volta!
  10. 9 points
    un'avventura iniziata il 28 maggio 2019... oggi finalmente conclusa. https://photos.app.goo.gl/finpcW37GWmWwKmp6 il nero opaco purtroppo in foto non rende, si mangia tutti i dettagli
  11. 9 points
    Ciao raga in questi giorni ho fatto un piccolo upgrade alla mia anycubic i3 mega rendendo possibile la creazione di questi con la stampante
  12. 9 points
    Ho visto un documentario sul Falcon 9 e mi sono messo a stamparne uno... nozzle 0.3 layer 0.2 pla bianco Ice tempo totale 30h che ve ne pare? IMG_8189.MOV
  13. 9 points
    Dopo Palazzo Vecchio ho azzardato modellazione e stampa del Pantheon in spaccato, perchè la cupola a cassettoni è probabilmente l'apice dell'architettura del genere umano e non potevo non cogliere l'occasione di riprodurla. Sono 6 pezzi in scala 1:1000, ma meglio stamparli 2x (raddoppiare le dimensioni) per avere dettagli decenti. https://www.thingiverse.com/thing:4264901
  14. 9 points
    Palazzo Vecchio in scala 1:1000 (ma conviene stamparlo con 2x di scala per avere tutti i dettagli). Sono 7 pezzi disegnati per essere stampati separatamente ed assemblati, il tutto per avere tempi di stampa al massimo di un paio di ore per pezzo. I 4 pezzi più in basso da stampare a testa in giù. https://www.thingiverse.com/thing:4179387
  15. 8 points
    Ciao a tutti, allego foto del mio progetto con parti assemblate. Oltre alla stampa ho colorato le plastiche per renderle piu' realistiche. Il tutto e' stato realizzato con ABS colore rosso da 1.75mm temperatura 245/110, riempimento 35% passo 0.15mm. Ore totali di stampa 74h, di cui 60 consecutive per la parte posteriore del casco. Buona giornata.
  16. 8 points
    Ciao a tutti, vi posto la foto della mia ultima stampa Alien Spero vi piaccia, a me moltissimo, è veramente terrificante 😄
  17. 8 points
    Vi presento la seconda Titan 3D in direct e la sua prima stampa, che ha impressionato anche me per come è venuta bene in PLA+ nero di Sunlu, tranne qualche filetto, ma sono aggiustamenti che devo ancora fare.
  18. 8 points
    Bene, lo scafo è ultimato. Adesso passeremo alla fase di impermeabilizzazione
  19. 8 points
    Geeetech A20 - tutto 0.20 - Geeetech PLA arancione https://www.thingiverse.com/thing:4152101 semplicemente spettacolare, ma che ne sapete voi possessori di stampanti a resina
  20. 8 points
    E' un po che non pubblico foto.... Ecco un bel bestione, poco più di 90cm di lunghezza, scalato al 150% rispetto il modello su thingiverse. E' spettacolare, non perchè sia stato stampato da me, ma perchè è oggettivamente spettacolare. PLA+ Sunlu bianco puro (che bianco puro non è), layer 0.20 tutto. Niente supporti. Moooooooooooooooooooooooooooooooooolto tempo di stampa, stampato poi a pezzetti quindi ho impiegato ancora più tempo. La base è un filamento marmo di marca sconosciuta, "Ziro", ma complice il fatto che abbia effetto marmo, è probabilmente il miglior filamento che abbia mai usato. Geeetech A20M, una quantità spropositata di attack per incollare i pezzi Le foto fanno abbastanza schifo, sopratutto quella davanti al muro bianco.
  21. 8 points
    Avevo promesso il video ed è arrivato... 🙂 :=)
  22. 7 points
    Come da titolo vorrei fare un post con tutti i vari passaggi della costruzione di una stampante home made che nasce con l'idea di andare a sostituire due m200 ed una tronxy x5s. La stampante avra' un area di stampa di circa 70x70x65?cm(79x79x150) e quindi per questioni "di budget" ma piu' che altro "di buonsenso"(per come la vedo io) la soluzione piu' economica e sicuramente con meno compressi è quella di crearla secondo il mio progetto e le mie esigenze. Oltre ad "appiccicare" qualche foto, quando potro' vorrei anche parlare dei componenti(alcuni dubbi) che mi sono ritrovato per le mani e se qualcuno vorra' potra anche scaricare la lista dlla spesa e i piani di taglio per costruire una stampante gemella. P.s. a differenza dei miei soliti post qui provero' a scrivere con calma e magari riusciro' anche a scrivere 5 righe senza mangiarmi le lettere 😅. GIORNO 1. in realta' è gia gorno 40, molti pezzi sono arrivati,alcuni mancano....aspettando il postino.... ELETTRONICA. La scheda madre della stampante è un "Ultratronics Pro" il Pro sta a significare che ha la possibilita' di essere connessa a internet. parlando della scheda che sicuramente non è economica ho subito trovato due " bestialita' ", la prima è che le connessioni usb sulla scheda sono entrambe "Micro Usb" che credo (come molti) sia l'esempio piu' indecente di connettore usb mai concepito. la seconda bestialita' e ben piu' grave della prima è che il manuale della scheda lascia intendere che puo' essere alimentata sia a 12 che a 24 volt intervenendo su un apposito jumperino.....peccato che poi non sia vero😥....la scheda ha un alimentazione a 12 volt(quindi con i 24 probabilmente si frigge) e la possibilita' di alimentare gli estrusori ed il bed a 24 volt rimuovendo il jumperino e connettendo un secondo alimentatore all'apposito ingresso (che comunque non alimenterebbe la scheda) MA!😨 questo fa si che tutte le uscite sulla scheda segnate 12v diventino 24volt 💥(5\3,3 v non cambiano) il display della stampante è un nextion touch da 3,5" (piu' grande non lo ho trovato per il momento) scheda testata,firmware installato,il touch funziona... non c'è molto da dire a riguardo....per ora? una piccola parentesi riguardo al "lcd nextion"... le istruzioni dicono che nel firmware (kimbra marlin) avrei trovato il file di configurazione per il touch che poi avrei dovuto mettere nella sd.... io questo file non l'ho trovato...ho dovuto disturbare un tizio che sta dall'altra parte del mondo per farmelo mandare...fortunatamente è stato facile.... non avevo mai smanettato con i touch su arduino quindi...boh...magari mi sono perso un passaggio...non penso che il file di configurazione vada cercato in giro nel web da tizi a caso..... PRIMI INTOPPI...😭 prima di realizzare il taglio su lamiera per le parti strutturali ho pensato fosse una buona idea tagliarmi le piastre in legno in modo da avere un idea piu' chiara.... quindi ho iniziato.... ma poi ho... (rotto la fresa) e quindi ho...(stampato per 8 ore) .
  23. 7 points
    Ultima creazione... jeep e figure stampati a 0.08 con pla+ nozzle 0.3 e dipinti ... 😁😁
  24. 7 points
    Niente è una stupidaggine. Essere soddisfatti del risultato, questo è importante
  25. 7 points
    Ciao a tutti, finalmente ho finito di stampare e pitturare il martello di Thor (formato penna da scrivania 😁😁) .... altro che le Montblanc tse 😄 😄 Circa 23 ore di stampa totale Dario
  26. 7 points
    assembliamo l'hotend una immagine vale più di mille parole il primo esempio ha la gola full metal, qui solo la gola tocca il nozzle il ptfe deve andare in battuta con la parte iniziale della gola il secondo esempio ha la gola con già al suo interno un piccolo tubo ptfe e si chiama PTFE lining ed anche in questo caso il ptfe deve andare in battuta con la parte iniziale della gola il terzo esempio ha la gola bore che vuol dire che è passante e cioè il ptfe arriva fino a toccare il nozzle. il tutti gli esempi la procedura per il corretto assemblaggio è: avvitare il nozzle al blocco di alluminio fino in fondo in caso di hotend tipo Ender 3 (MK8) svitare il nozzle di UN giro, in caso di hotend tipo E3D (j-head) svitare il nozzle di UN QUARTO di giro Se l'avete e lo ritenete necessario, applicate della pasta termica sulla gola nella parte che andrà dentro al dissipatore in modo da favorire lo scambio termico tenendo fermo il nozzle svitato precedentemente avvitare la gola che vada in battuta con il nozzle stringere il nozzle rimontare tutto e scaldare a 200° stringere ulteriormente il nozzle inserire il ptfe tutto fino in fondo hotend Ender 3/ CR-10 hotend E3D gole Pulizia hotend Bowden Portare l'ugello a 200°, spegnere la stampante e svitare l'ugello con cautela. Ogni stampante ha il suo metodo di attacco dell'hotend al carrello di X e quindi non mi dilungherò qui a spiegare come si smonta. Estrarre il tubo PTFE premendo l'anello superiore del connettore ad innesto rapido, controllare che l'estremità del tubo non sia deformata o presenti dei residui, in tal caso tagliare 5mm. Scaldare la gola con una pistola termica. Se la gola è di tipo Bore, con una punta da trapano del 4 effettuare una pulizia interna delicatamente per non andare a rovinare le pareti. Se la gola è di tipo PTFE lining meglio effettuare la sostituzione. Se la gola è di tipo Full metal, con una punta da trapano del 1.5 effettuare una pulizian interna delicatamente per non andare a rovinare le pareti. L'heater block, se non è particolarmente rovinato, si può pulire riscandandolo con una pistola termica e con una spatola si possono eliminare eventuali residui sulle pareti esterne. Per la pulizia della parti filettate io consiglio l'acquisto di questa atterzzatura https://www.amazon.it/gp/product/B07QPXFC7M/ref=ppx_yo_dt_b_search_asin_title?ie=UTF8&psc=1 Il rimontaggio è spiegato sopra Pulizia hotend Direct In pratica ha le stesse problematiche e si agisce nello stesso modo di un hotend Bowden senza avere il tubo PTFE. In entrambi i casi la sostituzione dell'ugello è d'obbligo
  27. 7 points
    Segnalo questo negozio italiano che sta facendo un preordine sul PLA/PETG a marchio suo (Printologist). E' in preordine fino al 10 maggio a prezzi molto interessanti (14 euro 1kg di PLA e 16€ 1kg di PETG). Le spedizioni avverranno dal 10 maggio in avanti e sopra i 39 euro spesi la spedizione è gratuita. Non ho ovviamente alcuna affiliazione con il titolare del negozio né ho idea di come siano i filamenti in questione ma ci ho comprato in passato e il negozio è affidabile. Vista la scarsità dei filamenti su Amazon mi sembra doveroso segnalare l'offerta a chi, come me, deve "fare rifornimento" di bobine. Segnalo comunque il post @marcottt nel caso fosse contrario al regolamento per eventuale cancellazione. https://www.silver3d.eu/shop
  28. 7 points
    non che non funzionasse prima, così come era ma si sa, chi è smanettone nell'anima non puo' farsi andar bene la macchina come tirata da dentro la scatola... quindi, dopo averla modificata a livello funzionale, cambiando l'estrusore diretto con un bowden (si lo so che teoricamente sarebbe un downgrade, ma tutto quel peso in movimento su una macchina così leggera non mi convinceva troppo), dopo aver "appeso" il motore dell'estrusore perchè da vincolato mi tirava il braccetto dell'estrusore, dopo aver rifatto alcuni pezzi meccanici è arrivo ora il momento della livrea. in realta' non è proprio per vezzo che nasce la cosa, il display era infatti finito dietro il motore e quind ho colto la palla al balzo e ho letteralmente ricablato tutte le connessioni levando quelle ragnatele di cavo fatte all'inizio, ho levato la spiralina in plastica che a mio parere irrigidisce il fascio di cavi eccessivamente ed in fine, ho giocato un po' con il cad e ho fatto un box per il display da montare sul frontale della stampante ecco a voi il risultato
  29. 7 points
    Salve a tutti sicuramente questo post è prematuro in quanto avendo la stampante da meno di 10 giorni, i miei lavori non sono assolutamente paragonabili a quelli di praticamente tutti voi pero', dopo tanti sbattimenti di testa, affinamenti dei parametri e qualche modifica fisica della macchina mi son cimentato nello stampare quello che sara' un regalo per la mia ragazza di fatto, a breve prendera' il dottorato e la sua discossione verte su una molecola particolare ebbene, nelle foto ecco la molecola! la cosa che piu' mi preoccupava era l'importante massa di materiale di sostegno, temevo sarebbe venuto tutto un blocco, invece con la modifica alla ventola di raffreddamento dell'estrusore i risultati son stati nettamente migliori delle prime prove, non dico che si è staccata a mano, ma con poco sforzo e una pinzetta ho pulito tutto in modo molto preciso, anche dei sottosquadra e in posti molto stretti, non c'è stata fusione non voluta e ho potuto quindi separe il modello dal supporto senza che il modello rimanesse danneggiato ecco a voi quella che per adesso è la stampa che piu' mi rende fiero unica nota, la parte centrale è fisicamente separata (non me ne sono accorto senno' nel modello avrei aggiunto un paio di piccoli ponti, alla fine ho risolto mettendo a mano dei filamenti trasparenti al fine di mantenerla posizionata
  30. 7 points
    Ciao ragazzi , devo essere sincero non credevo di riuscir a ottenere questo risultato dopo 4 tentativi , materiale e ore di stampa buttate!(all'alba del quinto giorno ce l'ho fatta) alla fine sono riuscito a tirare fuori un "buon" risultato. Ho usato QUESTO filo , nozzle .4 mm , layer da .12 . Non ricordo il riempimento ma era abbastanza alto , credo oltre al 35% con una velocità tra i 35 e i 40 mm/s. Il vero problema di tutto questo sono stati i DANNATI supporti mannaggia . Alcuni rotti , altri staccati dal piano ecc. al punto di portarsi dietro il filo stampato a "vuoto" dove spesso dovevo stoppare e pulire per evitare ulteriori danni . Al punto che come si vede in foto all'altezza del naso,si è spostato qualcosa e ho dovuto abbassare il piano di stampa in movimento perchè l'ugello risultava talmente tanto basso da spalmare tutto il materiale verso l'esterno e scavando anche un poco il pezzo. MA fortunatamente sono riuscito a sistemare e terminare la stampa. Infine la parte dolente : rimuovere i supporti ! erano talmente duri che ho leggermente rovinato il modello, soprattutto nella zona del viso , perchè anche dentro al cappuccio, sotto al mento e intorno alla "collana" era un supporto unico (infatti forse si notano dei buchi che sembra sotto estruso ma li ho fatti io facendo un po leva da quanto erano rigidi!). Tutto questo ci ha messo 3 giorni a stamparlo in toto Conclusione : poteva venire molto meglio , devo studiare bene i supporti in generale (dopotutto sono alle prime armi). In ogni caso sono molto soddisfatto della qualità finale del pezzo anche perchè quelle imperfezioni possono essere "nascoste" con una picccola post produzione del modello e via. Comunque soddisfatto direi all 85% perchè sarei curioso di prova a rifare qualcosa di simile con nozzle piu piccoli e vedere cosa ne esce fuori ! Consigli per il futuro ? Scusate il poema ! 🤪 LOK'TAR OGAR
  31. 7 points
    ... ero a corto di spazio per la minuteria e quindi.... Cassettiere a volontà... Il piccolo è stato scaricato da internet il grande è una mia rivisitazione personale del piccolo... Tutto fatto in pla plus sunlu
  32. 7 points
    era un po' che non stampavo in fdm ed ho deciso di sperimentare il "vase mode" . la quasi totalita' dell'aereo è un singolo perimetro, pesa circa 450gr ed ha richiesto 100 ore di stampa realizzato per il 98% in pla (in petg solo 4 pezzi che saranno a contatto con l'elettronica) in bianco è PLA filoalfa che ha richiesto una ritrazione di 7.5mm*75mm\s mentre il PLa verde è sunlu ed è stato stampato con un piu' "normale" valore di 5mm in ritrazione temperature 220\240
  33. 7 points
    quindi ti interessa la stampa 3D oppure no? da questo tuo intervento non si capisce... ma qui fai capire che non ne sei particolarmente entusiasta... devi capire principalmente una cosa, la stampa 3D è appena agli inizi del suo cammino, le macchine che abbiamo a disposizione noi le facciamo funzionare a suon di bestemmie e manutenzione e pulizia e cura e impostazione dei parametri che variano ad ogni alito di vento, NON sono sicuramente degli apparecchi ai quali attacchi la corrente avvii la stampa e te ne dimentichi fino a quando la stampa non è pronta... non funziona così, non ancora, e nemmeno le stampanti super professionali da 15 mila Euro e passa sono così, chiedi a chi ti pare in questo forum, ti diranno tutti la stessa cosa. Serve passione, un calendario bello lungo e fornito di tutti i santi e tanta ma tanta ma tanta pazienza....
  34. 7 points
    Ecco a voi la Titan 3D Mentre sua sorella è ancora in scatola...
  35. 7 points
    Pla bianco Eluteng - nozzle 0.4 - layer 0.1
  36. 7 points
    Test AM8 MGN12 rimessa in funzione, devo lavorare sui supporti e altri piccoli tuning ma i risultati sono per me soddisfacenti. Inviato dal mio SM-G965F utilizzando Tapatalk
  37. 7 points
    Geeetech A20, PLA+ Sunlu Bianco Puro, layer 0.20, 15-20 giorni di stampa (a pezzi ovviamente, contando anche rifacimenti ecc ecc) https://www.thingiverse.com/thing:600093
  38. 7 points
    Niente di cui scusarsi anzi è un piacere dare suggerimenti a qualcuno che poi si sbatte un minimo e risolve. Purtroppo a volte capita chi cerca la pappa pronta ma le stampanti 3d casalinghe non sono ancora pronte per la massa. Anycubic kossel linear plus, Inviato utilizzando Tapatalk
  39. 7 points
  40. 6 points
    https://youtu.be/foO6ZAyPoUk spero sia pubblico @Eddy72 @hokuro @Killrob
  41. 6 points
    Salve a tutti. Diciamo che ho un po' di anni. Sì sono un Over, però le nuove tecnologie mi hanno sempre appassionato. E' da un po' di tempo che mi informo e leggo pubblicazioni sulla stampa 3D e due settimane fa ho acquistato una stampante Longer lk4 pro.( leggendo la recensione dovrebbe essere buona come prima stampante). Ho fatto qualche stampa però penso che avrò bisogno del Vostro aiuto per ottenere buoni risultati. Vi ringrazio anticipatamente
  42. 6 points
    Avevo del profilato buttato in giardino e mi son detto visto che ho il frame tutto rattoppato causa caduta della stampante perché non farlo nuovamente? Misurato, troncato, lavato.... Ho sostituito anche il bed mettendone uno da 300, ho modificato il sottopiatto ma non mi piace, balla troppo e ne ho ordinato uno nuovo. Nuove barre in acciaio sia per X che per Y. Stampato tutti gli accessori adattandoli con F360 al profilo 3232. Comunque un bel casino anche per l'elettronica coi cavi allungati....
  43. 6 points
    Dopo innumerevoli modifiche ho pensato di testare la stampante con qualcosa di un po’ più difficile... e ho scelto questo droide... layer 0,1 nozzle 0,3 pla+ Sonlu cosa ve ne pare?
  44. 6 points
    ma non ti stare a fasciare la testa senza motivo, questo "problema" che non è affatto un problema, penso proprio che lo abbiamo tutti, me lo sta facendo in questo momento proprio in una stampa di un box per elettronica. E' per questo che si stampano più strati, perché il primo strato che fa sopra ad un riempimento fa sempre questo "difetto". Se non ho ragione @marcottt @invernomuto @Joker78 @FoNzY @iLMario @jagger75 @devilman @gregorio56sm e tutti gli altri, scusandomi fin d'ora con chi ho tralasciato, mi smentiranno e mi/ci diranno come fare per ovviare.
  45. 6 points
    ma quando uno diventa DIO dell estrusione poi come zeus con i fulmini basta che punta il dito sul piatto ed esce il filamento dalla punta del dito e crea la stampa? e se esce dal dito da dove si infila il filamento dalla bobina? ma se poi ha il tremore alle mani come fa a tarare bene la distanza dal piatto? come diceva topolino MUMBLE MUMBLE 🤔
  46. 6 points
    salve a tutti. quando si ha stampato poco è facile dire questa è la mia stampa migliore 🤣 bando alle ciance....vi presento il mio fantasmino. si tratta di un file trovato nel periodo appena succesivo ad halloween che però ho stampato 15 giorni dopo aver ricevuto la mia anycubic i3 mega S. la stampa è stata eseguita con layer a 0.2; con velocità (generale) di 45 mm/s; il "coso" è alto circa 7,5 cm e ci son volute circa sette ore. il filamento è un normalissimo pla arrivatomi con la stampante...anycubic. il fantasma faceva parte di un giocattolo per la festa americana ed il disegnatore lo ha messo su una base girevole motorizzata ma io ho stampato solo il "coso" per fare un primo giocattolino per il mio bimbo di 15 mesi....che adesso grida uhuuuuuu quando lo afferra ed inizia a correre per casa. vi lascio il link: https://www.myminifactory.com/object/3d-print-motorized-halloween-ghost-nightlight-30972
  47. 6 points
    prova a prendere un gcode di una stampa, aprirlo come file di testo e poi lancia gli stessi comandi del gcode una riga alla volta. Quando arrivi allo ululato stati attento...... non provare stasera che mi sa c'è la luna piena.....
  48. 6 points
    Un mezzo busto di neanche 40 mm.....si vedono le pupille! Purtroppo il mio telefono fa foto di mer.. la stampa ha qualche residuo di supporto che andrebbe carteggiato...ma non mi interessa più di tanto. Sto ancora facendo stampe di prova per ottenere i giusti settaggi con un solo 2 tipi di resina (senza prendere colori diversi) . Un pò come ho fatto con la fdm...una volta standardizzato il tutto le stampe partono senza problemi (però come ben sappiamo con le cinesi ci vuole tempo ..)
  49. 6 points
    @iLMario scusa detto educatamente logicamente MA COME CA--O TOCCA FARE CON TE? ma puo essere che per colpa della tua mania di precisione riesci a rompere ,o meglio,a portare ogni pezzo meccanico al limite della sopportazione meccanica ahahha 🤣 pero il lato positivo è che sei il miglior collaudatore ahahahh tu fai i danni e noi li evitiamo ahhahah sei unico sei il sindaco ormai di questo forum di quanto fuorisquadro stiamo parlando ? 🙂 cmq i pezzi in policarbonato o plaxyglass te li faccio no problem mandami misure o progetto o dimensioni ,materiale che preferisci e spessore. ma se li rompi........................ 😂 io però voglio le cam puntate quando succedono ste cose da paperissima con audio e bestemmione finale anche a me compreso sia chiaro 🙂 io mi immagino mario austronauta nello space shuttle ogni 5 minuti si sente per radio "huston huston........ abbiamo un problema ..........si è rotto un pezzo" dopo 2 giorni di missione huston risponde "shuttle shuttle.....non toccate piu niente.......... e tornate a casa ......" 🤣😂🙂🤣
  50. 6 points
    https://nasa3d.arc.nasa.gov/models/printable Qui ci sono alcuni oggetti e scansioni stampabili direttamente dalla NASA Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk

I servizi di Stampa 3D forum

Seleziona il servizio che stai cercando:



×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.