ArduinoDay 2014 – Trento

    Dopo la visita del venerdì al 3D Print Hub di Parma, la giornata di sabato è stata dedicata all’evento ArduinoDay 2014 organizzato e promosso dal Muse Fablab. Del primo raduno dei fan di Arduino nella regione trentina  possiamo affermare che ha riscosso un notevole successo di pubblico, dai semplici visitatori del museo ai più incalliti sostenitori della ormai celebre piattaforma open.

    Tra gli espositori abbiamo trovato ragazzi adolescenti ma con le idee ben chiare, professionisti del settore e “hobbysti open”. Tra i progetti esposti vi erano un sistema elementare per una casa domotica, quindi con relativi sensori che possono essere controllati a distanza tramite smartphone o pc anche  dall’altro capo del mondo, basta essere in possesso di una connessione internet. Scorrendo i vari espositori abbiamo trovato droni completamente basati su Arduino, strumenti musicali bizzarri ma terribilmente efficaci, lampade a variazione cromatica, mani robotiche, robot telecomandati, sistemi di allarme basati su vari sensori il tutto collegato ad Arduino.

    Oltre a tutti questi importanti progetti abbiamo trovato ben 4 stampanti 3d autoprodotte ovviamente basate sulla piattaforma  Arduino.

    Abbiamo parlato con Sebastiano Serafini, giovane studente di Riva del Garda che presentava ben 2 stampanti 3d, una completamente costruita da lui stesso e basata ovviamente sulla piattaforma di Arduino. Anche un’altro ragazzo di Rovereto, Leonardo Bertè, ha esposto un suo modello di stampante 3D completamente fatto in casa… grazie alla struttura portante in MDF e tutti gli altri pezzi ordinati via internet, il costo di questa stampante 3D è veramente low cost! Una soluzione sempre DIY (Do It Yourself) era quella proposta da uno studio di design trentino, una stampante 3D sempre basata su Arduino però con un telaio profili di alluminio scatolari, e un’area di stampa maggiore rispetto alle precedenti.

    Molte soluzioni di queste stampanti 3D possono essere costruite da chiunque, basta essere dotati di una buona dose di tempo, pazienza. Seguiranno aggiornamenti a breve in questa categoria con una guida specifica per una stampante 3D low cost.