Aggiornamento Cura Slicer: Tutte le Novità

    ultimaker cura

    Con l’avvento del nuovo mese il team di Ultimaker ha rilasciato un importante aggiornamento per quanto riguarda uno dei software slicer più popolari: Cura.
    In questo articolo andremo ad analizzare le importanti novità introdotte in questa realese dello slicer, che si propone come ponte verso il futuro delle feature che verranno.

    Per il nuovo Cura solo Ultimaker

    no_reprap

    In un primo test sembra possibile utilizzare Cura solamente con stampanti Ultimaker in quanto è stata rimossa la possibilità di aggiungere stampanti personalizzate. Vediamo se il problema verrà risolto, oppure se è una cosa voluta rendere esclusivo uno dei più popolari slicer.

    Interfaccia utente

    Old vs New

    Appena avviato Cura, ci ritroviamo di fronte ad una interfaccia utente completamente stravolta, la palette di colori è composta per lo più di bianco, colore che caratterizza le stampanti Ultimaker, il Menu principale è stato spostato sulla destra e lo stile generale ha un tocco futuristico.

    Modello e piatto di stampa

     

    La grafica del piatto di stampa  stata anch’essa cambiata per dare spazio ad un ambiente di lavoro più fresco. Una aggiunta molto interessante è l’evidenziamento in rosso delle parti a sbalzo del modello, quindi le parti dove verSupportiranno costruiti i supporti.

    Simple Mode

    Esay Mode

    La nuova modalità semplificata permette tramite un semplice slider, di selezionare i parametri di stampa solamente in funzione di Tempo/Qualità, quindi scorrendo verso destra il software si setterà in automatico per produrre un oggetto finito di maggior qualità a discapito del tempo, viceversa se scorriamo lo slider a sinistra.

    Advanced Mode

    Advanced mode

    Cura è sempre stato famoso per la sua semplicità, a di contro presentava un numero di limitato di parametri sulla quale si poteva agire. Con questo update hanno risolto tutto questo dando la possibilità all’utente di “sbloccare” i parametri avanzati attraverso le impostazioni della macchina, facendo in modo che gli utenti più esperti possano andare a modificare parametri che il più degli utilizzatori non ne sapeva nemmeno l’esistenza. Grazie a questo upgrade sono riusciti a rendere Cura slicer un software molto elastico, adattabile praticamente a tutti.

    Altre Novità

    • Nuovo sistema di Plugin
    • Supporto per schermi DPI
    • Migliorati i supporti
    • Sperimentale: Wire printing
    • Ora è possibili annullare le ultime modifiche

    Cosa è stato tolto e sarà aggiunto in futuro

    • Gestione del doppio estrusore
    • Nuove funzioni “Appoggia alla base” e “dividi in parti”
    • Supporto per file DAE e AMF
    • Possibilità di caricare direttamente il g-code
    • Plugin per supporto di PNG e JPG
    • La vista a Raggi X sarà aggiunta come plugin

    Cura slicer ha fatto e in notevoli passi avanti ma ha dovuto spogliarsi di alcune funzionalità come il supporto ad altre stampanti, staremo a vedere se riusciranno a colmare il gap con il vecchio software per fargli guadagnare il titolo di miglio Slicer per la stampa 3d.

    A presto una recensione completa del nuovo slicer della casa olandese.