Cosa stampare in 3D?

    COSA STAMPARE IN 3D

    Cosa stampare in 3D? Il quesito sembra banale, ma non lo è. In modo alternativo possiamo definirlo “comune”. Ebbene, ci siamo passati tutti. Ci si ritrova in quel momento in cui abbiamo tante idee per la testa ma non si sa bene da dove partire. Stampare in 3D può essere un’arte e, come tale, necessita di esercizio per capirne le capacità.

    COSA STAMPARE IN 3D: LE RISPOSTE

    La risposta alla nostra domanda “Cosa stampare in 3D?” necessita di qualche esempio per essere approfondita al punto giusto. Dopotutto non possiamo aspettarci che l’utilità della stampa 3D sia legata esclusivamente ad un settore o ad un campo particolare.

    Elencheremo di seguito alcuni esempi in cui è stata utilizzata la stampa 3D, in modo da stimolare la vostra fantasia e potervi far capire al meglio le potenzialità di questa tecnologia.

     1. COPIARE OGGETTI REALI

    Se avete a disposizione uno scanner 3D,  il gioco è fatto. Sarà sufficiente collegarlo al vostro computer per poter salvare il modello 3D di un oggetto reale. Il passaggio da qui alla stampa 3D è relativamente breve: infatti, sarà possibile stampare il modello appena scansionato alla scala che preferite.

    Questa tipologia di applicazione della stampa 3D è utilizzata nell’archeologia. Lo studio 3D ArcheoLab utilizza la stampa 3D per riprodurre fedelmente i beni culturali, permettendo di superare le barriere geografiche, fisiche e culturali. Potete approfondire il tema cliccando su questo link.

    Per saperne di più sulla scansione 3D, seguite questo link.

    2. STAMPARE OGGETTI SCARICABILI ONLINE

    Se non sapete cosa stampare in 3D e volete qualche ulteriore suggerimento, potete appoggiarvi a tutti quei portali sui quali è possibile condividere e scaricare modelli 3D pronti per essere dati in pasto ad un software slicer e poi stampati. Stiamo parlando di portali come Thingiverse, ideato appositamente da MakerBot.

    3. STAMPARE NUOVI OGGETTI

    Modifichiamo la domanda “Cosa stampare in 3D?” con la domanda “Cosa potrei stampare di utile?“. Bicchieri, vasi, viti, pezzi meccanici, statue, cover per smartphone… potremmo continuare all’infinito (o quasi). Un modo giusto per cominciare a stampare in 3D è quindi pensare ad una cosa che ci serve in questo momento e, in seguito, di provare a stamparla.

    4. STAMPA 3D IN EDILIZIA

    Il settore edile è stato uno dei più ricettivi di questa nuova tecnologia. Sono numerosi i progetti che potrebbero rivoluzionare per sempre il settore, basti pensare che in Cina hanno stampato in 3D 10 case nel giro di 24 ore, oppure che un’azienda originaria di Pisa sta riproducendo le barriere coralline stampandole in 3D.

    Cosa stampare in 3D? L’architettura ci può dare qualche spunto.

    5. STAMPA 3D IN MEDICINA

    Cosa stampare in 3D per la medicina? Organi umani, protesi e molto altro, questo risponderebbe un medico. La stampa 3D è stata utilizzata per pianificare una ricostruzione facciale, per sostituire un cranio e per salvare la vita ad un bambino riproducendo il suo cuore.

    Come avrete capito, le applicazioni della stampa 3D sono quasi infinite. Al giorno d’oggi si tratta di fare ancora molta ricerca su macchine, materiali e software, in modo da perfezionare ogni fase progettuale per rendere sempre più accessibile questa tecnologia. Se volete saperne vedere più esempi delle possibili applicazioni della stampa 3D, vi consigliamo di seguire i seguenti link, ognuno dedicato ad ogni singolo settore:

    Hai ancora dubbi su questo argomento? Chiedi aiuto sul forum!

    VAI ALLA GUIDA AL BUSINESS DELLA STAMPA 3D

    TORNA ALL’INDICE