Shogun e Kyotoflex – i nuovi PLA di TreeD Filaments

Ormai si sa, molti utenti diffidano dalle qualità del PLA  preferendo materiali più tecnici come ABS o Nylon. Infatti troppo spesso il PLA viene giudicato poco resistente alle alte temperature e vengono riscontrati altri difetti per quelle stampe che non dovranno essere solo un prototipo da “vetrina”. Per questo TreeD Filaments ha presentato da poco ben due nuovi PLA tecnici: Shogun e Kyotoflex. Quindi scopriamo insieme le nuove caratteristiche di questi due nuovi PLA.

TreeD – Shogun Superior PLA

Shogun PLA treeD filaments

Shogun è un nuovo materiale molto più resistente meccanicamente rispetto ai normali PLA attualmente in commercio. TreeD indica ben un 20% di resistenza in più. Un’altra caratteristica molto importante è la resistenza alla temperatura, infatti il nuovo PLA Shogun può resistere senza problemi a temperature superiori ai 90°C. Per chi fosse ancora scettico consiglio di guardarsi il video dimostrativo delle qualità di questo Shogun Superior PLA, sicuramente da provare. Infatti i normali PLA (chi più chi meno) a 60°C circa cominciano a rammollire in modo molto evidente.

Setup di stampa: di fatto TreeD conferma i dati di un normale PLA quindi, temperatura di estrusione a 195°C circa e temperatura del piatto massimo a 40°C. Altro dato molto importante è che questo PLA è veramente biodegradabile secondo la normativa EN13432.

TreeD – Kyotoflex

Shogun PLA treeD filaments

Tutti sanno che il PLA è molto rigido come materiale, forse anche troppo hanno pensato i tecnici di TreeD. Con Kyotoflex si è modificato una caratteristica molto importante  del PLA, infatti è il primo PLA flessibile in commercio. I dati tecnici parlano di una durezza di 47 Shore/D.

Kyotoflex durante la stampa di comporta come un normale PLA, quindi anche la facilità di stampa è la stessa. Kyotoflex non teme l’umidità, infatti è un materiale con un bassissimo coefficiente di assorbimento dell’umidità (un fattore non da poco quando la bobina non viene utilizzata in breve tempo).

TreeD afferma anche che Kyotoflex può essere stampato senza problemi anche con estrusori di tipologia Bowden, che si sa con i materiali gommosi non eccellono.

Kyotoflex sarà disponibile nella sola colorazione verde che vedete nelle immagini.

I nuovi materiali possono essere acquistati dal mese di aprile presso tutti i rivenditori TreeD Filaments. Nei prossimi giorni sul sito ufficiale di TreeD verranno pubblicate le pagine apposite