P-LENE, TreeD Filaments presenta un nuovo materiale tecnico

Lo avevamo già scritto qualche mese fa, dopo la fisiologica decrescita di presentazioni di nuove stampanti, il futuro del 3D Printing sarà quello sullo sviluppo dei materiali. Infatti sia le aziende che operano nel settore FDM che SLA/DLP presentano con costanza nuovi materiali con svariate caratteristiche. L’intento di queste aziende è sicuramente quello di offrire al consumatore un’ampia scelta in fatto di caratteristiche tecniche.

Così TreeD Filaments, come da filosofia aziendale, ha da poco presentato un nuovo materiale: P-LENE. Questo nuovo materiale permette di avere pezzi con proprietà meccaniche superiori, basti pensare che l’azienda dichiara che un pezzo stampato con il nuovo P-LENE è al 95% simile ad un pezzo stampato per iniezione. Le caratteristiche maggiori di questo filo sono l’elevata resistenza meccanica, durezza, resistenza all’usura e resistenza chimica. Non a caso il Polipropilene è uno dei materiali più utilizzati nel mondo delle materie plastiche. Continuando a parlare di caratteristiche meccaniche il polipropilene è adatto al contatto alimentare, pelle e prodotti cosmetici. 

polyprpylene-data

Questo nuovo filo è il primo filamento di Polipropilene al 100%. Infatti, sul mercato si possono già trovare dei filamenti di polipropilene, ma sono per lo più additivati, cioè vengono modificati per permetterne una certa stampabilità. Sì perché il polipropilene puro è molto difficile farlo aderire a piani stampa in commercio. Quindi come ha fatto TreeD filaments ha riuscire a realizzare stampe in P-LENE con successo? La risposta sta nel LENE Plate, un piano brevettato, realizzato in collaborazione con Northype, il quale non è una semplice pellicola adesiva ma un piano stampa vero e proprio. Infatti è spesso 2,50 mm circa ed è rigido. Grazie al LENE Plate si può stampare  il P-LENE senza particolari problemi, con una temperatura d’estrusione di 245°C. La temperatura del piano stampa è da tenere per il primo layer a 105°C per poi via via scendere sui 40°C dal quarto layer fino a fine stampa. Invece, procedimento inverso per quanto riguarda la ventilazione diretta sul pezzo: primo layer al 20% fino ad arrivare al 100% dal quarto layer ( come per il PLA).

leneplate-3d-printing-buildplate

TreeD Filaments con questo nuovo filamento aggiunge un tassello ad una gamma di prodotti già ricca, infatti nel catalogo completo possiamo trovare diverse tipologie di PLA, ABS, Nylon e Policarbonato senza dimenticarci della linea Architectural. Con P-LENE gli amenti delle stampanti 3D potranno finalmente stampare pezzi solidi che possono essere inseriti in svariati settori. 

Nelle prossime settimane avremo l’occasione di testarlo insieme al nuovo Lene Plate e scriveremo una recensione approfondita.