Fleks3D, il piatto flessibile che facilita la rimozione della vostra stampa

    fleks3D piatto flessibile

    Il piatto di stampa spesso non è molto considerato dai più, eppure è una componente fondamentale per ottenre delle buone stampe 3D. Problemi al piatto o superfici non adatte causeranno un inevitabile fallimento del processo. Inoltre, potrebbe essere frustrante non riuscire a staccare il pezzo dal piatto. Ci sono vari trucchi tra lacca, kapton, schotch vari, ma sembra che Fleks3D con il suo piatto di stampa flessibile ci venga in aiuto.

    fleks3D piatto flessibile fleks3D piatto flessibile

    Chiamarlo “piatto” è eccessivo, bisognerebbe definirlo come una soluzione da applicare al proprio piatto di stampa, anche in sostituzione del classico vetro. Fleks3D è composto da un polimero flessibile il quale è in grado di far attecchire senza problemi i primi layer della stampa ma rende altresì semplice il loro distaccamento finale a stampa conclusa.

    fleks3D piatto flessibile fleks3D piatto flessibile fleks3D piatto flessibile

    Fleks3D è nato dall’idea di Viktor Jondal e Peter Ragonetti, i quali rispetto al progetto iniziale, hanno lanciato poco fa una campagna crowdfunding su Kickstarter, nella quale propongono svariate misure del loro prodotto. Ci sono quasi tutte le misure più comuni in commercio e sarà anche disponibile per le versioni Delta. Ovviamente non mancano le versioni più classiche per Makerbot, Ultimaker e Flashforge.

    L’installazione sulla propria stampante 3D è davvero semplice, grazie all’applicazione con delle semplici clip. Prezzo? Potrete avere Fleks3D ad un prezzo compreso tra $20 e $60, per questa cifra le vostre dita ringrazieranno.

    fleks3D piatto flessibile

    Per maggiori info visitate la campagna Kickstarter: Fleks3D