3D Systems CES 2016: nuovi materiali, maggiori velocità e una nuova stampante a metallo

    3D Systems Ces 2016

    Dopo pochi giorni aver annunciato la chiusura della produzione della Cube 3 e del marketplace Cubify 3D, 3D Systems si prepara ad una nuova annata sul mercato della stampa 3D. Non è un segreto che la casa americana stesse soffrendo la grande concorrenza del mercato consumer che negli ultimi due anni si è espansa a macchia d’olio e che, inevitabilmente, ha causato una grande dispersione di energie all’interno dell’azienda. 3D Systems ha quindi preso una decisione forte: lasciare il mercato consumer per dedicarsi con tutte le proprie energie a quello professionale. Una decisione, a mio avviso, pienamente azzeccata e non definita da un’ipotetica crisi del mercato.

    Ma facciamo un passo avanti: è tempo di parlare delle novità che 3D Systems ha preparato per noi e che sono presentate al pubblico proprio in questo momento, in occasione del CES 2016 a Las Vegas. Qualche anticipazione era già stata fatta – qui trovate quello che avevo da dirvi al riguardo delle novità del 2016 – e, tutto sommato, non ci siamo poi andati troppo lontani!

    ProX DMP 320 – Una nuova stampante 3D a metallo

    Disponibile in due configurazioni – una ottimizzata per la stampa in titanio e una ottimizzata per la stampa in acciaio inox e nichel – la nuova stampante 3D a metallo di 3D Systems è stata progettata per lavorazioni altamente complesse.

    La promessa dell’azienda è quella di andare a definire un nuovo standard nella lavorazione dei metalli, garantendo altissime prestazioni e grandi qualità dei prodotti finali. La macchina è anche dotata di un sistema basato su moduli, che permette una manutenzione molto veloce, e di una serie di parametri preimpostati, che garantiranno ottimi risultati facendo risparmiare tempo. Il volume di stampa è di 275 x 275 x 420 mm.

    ProJet MJP 3600 – Velocità raddoppiate rispetto alle versioni precedenti

    Ricordate come funziona la tecnologia Multi Jet Printing? Il processo prevede il deposito di fotopolimeri liquidi (resine) sensibili ai raggi UV attraverso un numero elevato di ugelli (si arriva a 618 ugelli) su una superficie stampata precedentemente. In una fase di post-produzione il materiale di supporto sarà eliminato in quanto idrosolubile. Qui trovate maggiori informazioni sulle tecnologie di 3D Systems.

    La nuova gamma ProJet MJP 3600 promette di raggiungere velocità doppie rispetto i modelli precedenti, con definizione degli strati fino a 16 micron e risoluzione X-Y-Z massima di 750 x 750 x 1600 DPI. E’ stata aggiornata anche la capacità di elaborazione dei file, favorendo una maggiore fruibilità generale.

    ProJet MJP 5500X – Nuovi materiali elastici con elevate prestazioni

    Oltre al nuovo modello ProJet MJP 5500X, stampante 3D multimateriale che va ad aggiungersi alla già vasta offerta di 3D Systems, troviamo novità anche nei materiali.

    Per l’esattezza ne abbiamo due: VisiJet CE-BK nero elastomerico e VisiJet CE-NT elastomerico naturale. Questi due materiali elastici hanno caratteristiche tecniche particolarmente interessanti, a partire dalla proprietà di allungamento senza rottura che dovrebbe attestarsi intorno al 650%. A questa si aggiunge un’ottima resistenza allo strappo e il completo recupero elastico in seguito alla tensione.

    VisiJet-CE-NT-elastomerico-naturaleVisiJet-CE-NT-elastomerico-naturale-trazioneNon è un caso che l’annuncio di questi due nuovi materiali sia avvenuto in concomitanza di quello della nuova ProJet MJP 5500X, infatti, grazie alle sue caratteristiche tecniche avanzate, sarà in grado di supportare l’utilizzo di questi materiali nelle casistiche più complesse, anche nel caso in cui siano richieste proprietà meccaniche diverse all’interno dello stesso oggetto di stampa.

    Insomma, sembra proprio che 3D Systems si sia lanciata a capofitto nel perfezionamento delle proprie tecnologie, con l’obiettivo di offrire funzionalità all’avanguardia e ottimizzate per i propri clienti.

    Vuoi approfondire le tecnologie di 3D Systems? In questo articolo trovi tutto quello che c’è da sapere!